"Inchiesta su Grillo Jr. oscurata per non disturbare inciucio Pd-M5S"

Sui social, diversi utenti alimentano la tesi che la notizia dell'indagine per violenza sessuale di gruppo in cui è stato coinvolto il figlio di Beppe Grillo, Ciro, sia stata diffusa volutamente in ritardo per non ostacolare l'asse Pd-M5S

Qualcosa non quadra sulla vicenda che ha per protagonista il figlio di Beppe Grillo, Ciro. Il ragazzo, indagato insieme ad altri tre ragazzi per violenza sessuale di gruppo nei confronti di una studentessa milanese di 19 anni, avrebbe commesso lo stupro il 16 luglio. La denuncia, presentata dalla giovane, è scattata solo 10 giorni dopo, il 26 luglio. Ma la notizia dell'inchiesta è arrivata molto più tardi, per la precisione il 6 settembre. Quindi 42 giorni dopo che la presunta vittima dello stupro ha trovato il coraggio di raccontare tutto ai genitori e alle forze dell'ordine. Un ritardo notevole, inconsueto e bizzarro, data la notorietà dei personaggi in ballo, in particolare il quintogenito del garante del Movimento 5 Stelle.

Un motivo più che sufficiente perché i social si sbizzarrissero nel denunciare la stranezza dell'ampio lasso di tempo trascorso tra la denuncia dei fatti e la loro diffusione, tramite i media, all'opinione pubblica. In effetti, l'agosto 2019 non è stato sonnacchioso come al solito. Mentre gli italiani erano quasi tutti in vacanza, per la prima volta Matteo Renzi e Grillo deponevano l'ascia di guerra lavorando a un'intesa che si è concretizzata nell'accordo di governo che ha estromesso dall'esecutivo la Lega, sostituita in fretta e furia dal Pd di Nicola Zingaretti. Ma i guai giudiziari del rampollo di casa Grillo avrebbero potuto impedire, o quantomeno ostacolare, l'inciucio. Ne sono convinti diversi utenti di Twitter.

"Visto che ci avete tritato le palle per una settimana con la moto d'acqua del figlio di Salvini, sarebbe il caso voi faceste un bel pezzo sullo stupro del figlio di Grillo, che non ancora si è capito il perché è avvenuto il 16 luglio ed esce solo adesso!", scrive uno. Altri fanno un parallelo con la vicenda, analoga solo per il tipo di parentela, del giro sulla moto d'acqua della polizia del figlio di Salvini: "Cari giornaloni e media mainstream italiani, mi avete sfrittellato i cog... per un mese per un giro in moto d'acqua del figlio di #Salvini . Adesso abbiamo #cirogrillo indagato per stupro e nessuno dice nulla. Ma un pochino non vi vergognate?". Quindi altri post dello stesso tenore, tutti a sottolineare il sospetto ritardo con cui è stata resa nota l'indagine a carico di Ciro Grillo. Vicenda talmente grave da poter far saltare l'intesa tra Pd e 5 Stelle. Che, invece, ha avuto tutto il tempo per essere raggiunta.

Commenti

Brutio63

Lun, 09/09/2019 - 17:28

È molto possibile anzi probabile. Considerato che la pseudo libera informazione italiana è docilmente schierata a sinistra e che lo spaccato del CSM uscito ( e silenziato anche quello) dalle carte Lotti/Palamara ci dice del controllo sinistro della magistratura che da le notizie alla stampa amica!

laziale65

Lun, 09/09/2019 - 20:08

GUERRA CIVILE SUBITO!! LIBERIAMOCI IMMEDIATAMENTE DI STI BASTARDI

Italianocattolico2

Lun, 09/09/2019 - 20:35

Ripeto quanto pubblicato il giorno della diffusione (molto velata !!) della notizia : Tutto sotto silenzio fino al giorno dopo l'incarico al nuovo governo del presidente della repubblica, formato dai comunisti di Bibbiano e dai grillini del reddito ai rom. Entrambi rappresentati da chi ha cercato di ammazzare i Finanzieri assieme alla Carola tedesca. EVVIVA !!!!

Una-mattina-mi-...

Lun, 09/09/2019 - 21:44

NON HO ALCUN DUBBIO, ANZI HO DELLE CERTEZZE

steffff

Mar, 10/09/2019 - 11:47

Cerrrrrto, come diceva Greggio. Questo speiga la apparizione su youtube di Beppe Grillo del 2 settembre dove con un salto mortale triplo rispetto alle posizioni del passato esortava quelli che chiamava pidioti a fare l'accordo di governo. Ricordati i toni disperati di quell'appello? Neanche avesse un figlio in pericolo di andare in galera! E la votazione su Russeau? le difficolta' di chi voleva votare no, il ritardo di un'ora nella dichiarazione dei risultati.... avevano bisogno di tempo per taroccare il risultato! L'accordo DOVEVA andare in porto! Ma i senatori grillini stanno ancora dalla parte di chi li ha presi in giro?