Gb, si ubriaca e scopre di aver perso la mano artificiale

Dopo "una notte da leoni" con gli amici, la studentessa inglese Amelia Welch scopre di aver perso... la mano artificiale: "È inestimabile per me"

I drink, le risate, la fine della scuola. Notte brava per Amelia Welch, studentessa inglese, in occasione di un ballo estivo universitario. Una serata perfetta, non c'è che dire. Il risveglio, tuttavia un po' meno. La mattina successiva alla festa, infatti, Amelia ha scoperto di aver perso nientemeno che la sua mano artificiale da più di 3000 sterline.

La ragazza, disperata, si è rivolta alla polizia e ai media locali, offrendo una ricompensa di 100 sterline a chiunque trovi la protesi. La ventenne, nata con una malformazione congenita, ha rivelato che dovrebbe aver perso la mano in un bagno di un locale di Plymouth, location del party. "La mia mano è molto speciale per me, perchè la metto praticamente sempre in pubblico. Mi sento persa senza di lei, è sarebbe fantastico se potessi riaverla", ha dichiarato Amelia: "È una cosa estetica, e mi aiuta ad essere più sicura di me. Inoltre è molto costosa. Ho paura che qualcuna possa aver preso la protesi ed averla gettata via. È senza prezzo per me, ma inutile per chiunque".

Finora le ricerche di Amelia non hanno sortito alcun risultato. Speriamo che qualcuno riesca a darle... una mano.