"Io, oncologo a Napoli curerò il cancro a Milano. Mi spiace, devo salvarmi"

Antonio Marfella, ocologo al Pascale di Napoli, ha deciso di curarsi dal cancro alla prostata a Milano: "Mi spiace ma devo salvarmi"

La notizia che nessuno vorrebbe ricevere il dottor Antonio Marfella sapeva benissimo come leggerla. Lui, oncologo all'ospedale Pascale di Napoli, ha capito dalle analisi di avere un cancro alla prostata. E benché logica vorrebbe che si facesse curare dai colleghi nel distretto sanitario dove vive e lavora, ha deciso di migrare a Milano. "Non ho difficoltà a far sapere che, pur lavorando al Pascale, sono in lista di attesa per operarmi all’Ieo di Milano", dice in una intervista al Corriere. Anzi: lo fa "per far rendere conto a tutti di come funziona male la sanità regionale".

Non è colpa dei medici, dice l'oncologo che riconosce le capacità dei colleghi. Il problema è "che non vengono messi in condizioni di lavorare come pure saprebbero fare". "Per il mio cancro - spiega al quotidiano di via Solferino - devo essere sottoposto a un intervento in robotica. Le linee guida internazionali del Memorial Sloan Kettering Center, negli Usa, prevedono che questo tipo di intervento vada eseguito da strutture che ne facciano almeno 250 l’anno. Nell’intero Mezzogiorno non esiste alcun ospedale, Pascale compreso, che superi i 100 interventi alla prostata con il robot".

Farsi curare da chi non è allenato aumenta le probabilità di errore. Il risultato? Il rischio che il paziente diventi impotente. resta da chiedersi per quale motivo in Campania non si facciano sufficienti operazioni con il robot. I pazienti, purtroppo, non mancano. "Perché magari - spiega Marfella - ci sono le sale operatorie e mancano infermieri a sufficienza e quindi si rallenta tutto".

L'oncologo napoletano non sarebbe il primo a decidere di rivolgersi a Milano. A suo dire ci sarebbero molti colleghi "che hanno optato come me" per il Nord Italia.

Commenti

Luprotts70

Ven, 09/03/2018 - 19:30

Noooooooooooooo!.......Un parente gi giovinap che osa dichiarare che viene in patania per salvarsi.....

caste1

Ven, 09/03/2018 - 19:31

Ma De Luca con la sua eccellenza lo sa? Che vergogna!

ammazzalupi

Ven, 09/03/2018 - 19:44

Pur nel dispiacere che una persona sia colpita dal cancro, vorrei dire: voi avete scelto da chi farvi governare dal PD da tempi immemorabili... le vostre scelte fallimentari hanno prodotto risultati fallimentari... e, ancor peggio, avete appena scelto a furor di popolo in modo folle... PERO'... quando si tratta di salvare la pelle, allora si corre là dove il buon governo regionale (CDX) fa funzionare le strutture che consentono di salvarsi la pelle!!! Comodo ehhhhh????

osco-

Ven, 09/03/2018 - 19:58

mancano gli infermieri e medici non allenati? e di chi è la colpa se non di questo Stato (o Regione) di mxxxa che non organizzano concorsi per cui tanti giovani infermieri e medici meridionali sono costretti ad emigrare in patania o addirittura in Inghilterra e Germania. Ai patani dico: ringraziate i tantissimi infermieri e medici napoletani e meridionali in genere che vi garantiscono la salute, quello che non possono garantire ai propri conterranei.

blu_ing

Ven, 09/03/2018 - 20:02

quindi tanto vale licenziarvi tutti.... o lo stipendio pagato dai napoletani, quello va bene e nn puzza?

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 09/03/2018 - 20:33

Perché è una cosa nuova??? Se gli mancano gli infermieri vada in Calabria, li dalle sue parti, ci sono più infermieri che medici. Ma che buffonate. Auguri a questo ammalato ed tutti gli ammalati che possano curarsi e non usare la sanità per specularci.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Ven, 09/03/2018 - 21:43

Dimostrazione che i meridionali non sono autosufficienti e hanno bisogno del Grande Nord per sopravvivere, da parassiti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 09/03/2018 - 21:50

@giovinap - che dici?

maurizio50

Ven, 09/03/2018 - 21:54

La spiegazione chiedetela al lettore Giovinap!!!!

Tuthankamon

Ven, 09/03/2018 - 23:31

Certo che se lo dice lui, che posso pensare?

pensionato.stufo

Ven, 09/03/2018 - 23:40

@osco- dimostri di essere intelligente come il nostro amico @giovinappo

fenix1655

Sab, 10/03/2018 - 00:28

La risposta più azzeccata e la ragione della situazione è nei risultati delle ultime elezioni. Il resto solo chiacchiere.

Trentinowalsche

Sab, 10/03/2018 - 00:47

Se non ci fosse il Nord sarebbero nelle condizioni dei magrebini.da quelle parti non funziona nulla perché mancano di etica del lavoro e sono privi della minima capacità organizzativa. E' gente inadatta al progresso...

MARIOMEN59

Sab, 10/03/2018 - 00:53

@LEONIDA 55 SE VUOI POSSO ANTICIPARE LA RISPOSTA DI GIOVINAP : GL'OSPEDALI DEL NORD FUNZIONANO MEGLIO PERCHE' IL NORD RUBA I SOLDI AL SUD !!!!!

Prameri

Sab, 10/03/2018 - 01:50

L'oncologo ha capito dalle analisi di avere un cancro alla prostata. Va a Milano a farsi asportare la prostata. Dopo l'asportazione completa dovrà assumere probabilmente per tutta la vita un potente anti androgeno. Che non intacca la causa della malattia. Ma chi gli e lo fa fare? Ma non può bloccare la crescita del male fin da subito e per la vita con quel farmaco continuativamente, stando a casa sua? E magari anche usare una medicina sulla causa. A meno che non voglia svegliare i politici.

forzanoi

Sab, 10/03/2018 - 06:26

dalle urne è uscito un chiarissimo messaggio: ci sono due italie,una assistenzialista e statalista e una fortemente produttiva. e sì che di soldi al sud ne sono arrivati e ne arrivano all'infinito, solo che non vengono usati a dovere, ma usati a scopo clientelare dalle classi politiche che hanno lì governato fino ad oggi. il popolo del sud abituato da sempre al clientelismo adesso ha tentato ,con il voto ai5S

loscappatoinnic...

Sab, 10/03/2018 - 07:52

Giovinap e pravda69.....ca nisciuno è fesso

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 10/03/2018 - 08:36

CORAGGIOSO E SINCERO. INBOCCALLUPO E TANTI AUGURI DI PIENA GUARIGIONE !!!

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 10/03/2018 - 09:22

Dove finisce tutto il danaro che lo stato italiano passa per la SANITÀ, nel CENTRO-SUD E NELLE ISOLE??? QUANDO UN PARLAMENTARE SI AMMALA, DI MALATTIE GRAVI,"""DOVREMMO LASCIARLI CURARE (O CREPARE) IN QUESTI OSPEDALI DEL SUD E PURE I LORO FIGLI FARLI STUDIARE NELLE SCUOLE DELLE PERIFERIE DELLE CITTA CHIUDENDO TUTTE LE SCUOLE PRIVATE"""!!!

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Sab, 10/03/2018 - 09:57

@osco: a lei si accontenta di una presunta offesuccia 'patani' (grande segno di maturità, bravo!), io rispondo che non ho alcuna difficoltà a riconoscere, per conoscenza diretta, grande professionalità e umanità ai sanitari di ogni grado, del Sud. E, pur essendo la Sanità di competenza regionale, lei chi accusa per primo? Ovvio, lo Stato!! Cioè lo stesso che, a Bologna, mi mette a disposizione strutture e personale di assoluto livello (spesso meridionali) e invece in Campania non lo fa. Per dispetto? Come dicono in Alto Adige, 'kiagnen und fotten'.....

Gibulca

Sab, 10/03/2018 - 10:55

Caro professore, lei è il benvenuto a Milano. Le auguro di guarire e di tornare in piena efficienza a curare i suoi pazienti. Milano ha sempre accolto a braccia aperte le persone che avevano voglia di fre e di migliorarsi e ha sempre rigettato i fannulloni e gli intrallazzatori. Lei è del primo tipo. Pertanto è il benvenuto. Con tanti saluti alla vergognosa Campania e all'aria di illegalità che si respira da quelle parti e di cui molti vanno fieri