"Picchiato da due agenti della Slovenia"

La denuncia di un 82enne italiano che stava viaggiano al valico per la Slovenia. La versione non coincide con quella dei due poliziotti

La denuncia viene dalla bocca del figlio di un 82enne italiano che sostiene di essere stato aggredito brutalmente da due agenti di polizia della Slovenia. L'uomo era al valico di Pese che collega la Slovenia all'italia quando sarebbe stato fermato e aggredito da due divise.

Come scrive il Gazzettino, l'uomo che vive a Trieste era in viaggio con sua moglie quando sarebbero stati bloccati dai poliziotti della frontiera per un normale controllo. Come ce ne sono in tutte i valichi. Peccato che, secondo quanto riferito al quotidiano locale dall'uomo, sarebbe satato picchiato, ammanettato e infine disteso in terra. Solo all'arrivo dell'ambulanza luomo sarebbe stato fatto rialzare e caricato sul mezzo dei soccorsi.

Il tutto si sarebbe svolto due giorni fa. Il fatto che renderebbe ancor più gravi le accuse, se confermate, sarebbe il fatto che mentre l'uomo se ne stava disteso in terra e ammanettato stava piovendo a dirotto. I motivi del pestaggio non sono ancora chiari. La famiglia della vittima non ha riferito al Gazzettino nient'altro se non che l'82enne avrebbe imboccato contromano una rotonda e così sarebbe stato fermato dagli agenti.

Nell'ospedale di Isola l'uomo è arrivato insieme ai due poliziotti e solo in un secondo momento sono sopraggiunte le autorità italiane, due funzionari del consolato di Capodistria. Secondo il Console Giuseppe D'Agosto - sentito dall'Ansa - le versioni dell'uomo e quelle degli agenti non coincidono.

Commenti

leserin

Dom, 17/12/2017 - 17:06

Ammettiamo pure che l’anziano abbia reagito alla contravvenzione in maniera scomposta al limite dell’oltraggio a P.U. Certo è che sia tratta pur sempre di un uomo di 82 anni e che le lesioni per cui è finito all’ospedale dopo un’infrazione al Codice della Strada non se le è procurate da solo. Tutto il resto è Ria fritta.

Ritratto di nordest

nordest

Dom, 17/12/2017 - 18:37

Figuriamoci se que combusti diranno la verità; purtroppo in Italia l’ipocrisia esiste solo tra la sinistra.

corivorivo

Dom, 17/12/2017 - 18:39

ma cosa andate a fare a casa de sti 'schavi che poi una volta era casa nostra? (maledetto De Gasperi)

Ritratto di nordest

nordest

Dom, 17/12/2017 - 19:28

Come si sentono forti questi comunisti in 2 contro un signote di 82 anni quando si dice comunista si dice tutto arroganti ,non coretti ,prepotenti ,invidiosi ecc ecc.

killkoms

Dom, 17/12/2017 - 19:46

il braccio (slavo) violento della legge!eredi forse di infoibatori titini!

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Dom, 17/12/2017 - 20:06

grande è stata la soddisfazione di quando una volta,ho fatto "BECCO" uno slavo, sorridendogli in faccia il giorno dopo.

Ritratto di stufo

stufo

Dom, 17/12/2017 - 22:36

L'anziano, stando alla stampa locale, aveva inforcato una rotatoria contromano e per questo era stato fermato. In quella rotatoria, ma c'era anche neve, ho fatto, di giorno, lo stesso errore. E' fatta male, ed ho avuto fortuna di non incocciare la policja. Lui ha avuto sfiga, in giro, in tutta la zona, non ho mai visto la polizia, e anche la parte italiana non ha praticamente nessuna pattuglia. Ecco perché arrivano afghani a frotte.

Tergestinus.

Dom, 17/12/2017 - 22:51

Nordest: forse negli ultimi decenni Lei ha dormito molto, in ogni caso La informo che in Slovenia il comunismo non c'è più da quasi 27 anni. Non sono più comunisti, ma restano sempre ultranazionalisti. Come tutti i popoli slavi. Anzi, come tutti i popoli del mondo escluso quello italiano.

maurozambelli

Lun, 18/12/2017 - 08:08

Non mi sorprende Ricordo molto bene gli appostamenti riservati Esclusivamente a targhe italiane Velocità max 50 Multa perché viaggiavo a 45 Troppo lento e quindi intralcio Ero solo io in strada Sequestro della patente fino al ritorno dal bancomat Anche questo non so se sia “molto”legale Ma visto i loro passati...meglio pagare!

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 18/12/2017 - 12:58

Prendere una rotatoria in contromano é pericoloso e si trata di un'infrazione seria. Quanto al picchiare sarebbe interessante sapere quanti giorni di ricovero avesse rimediato l'anziano connazionale. Da non escludere neppure una reazione scomposta dello stesso alle istruzioni dei poliziotti. Occorrono più dettagli per poter farsi un'idea precisa della vicenda.

galli-vigevano

Ven, 22/12/2017 - 22:41

Forti coi deboli e deboli coi forti,tutto il mondo è apese. Anche se l'anziano avesse protestato per i LORO fari negli occhi che gli hanno fatto sbagliare la rotonda,anche se la moglie avesse sollecitato la restituzione del documento,non era un motivo per rompergli denti e costole. "e' caduto"...e naturalmente nessuno lo ha sostenuto... avevano paura....? Purtroppo casi di questo genere succedono anche da noi ed assitiamo alla commedia per non assumere le responsabilità del caso.