"Io voto con il cuore": ecco l'agenda politica delle associazioni animaliste

Michela Vittoria Brambilla: "Il programma è un'ottima sintesi di tutte le battaglie che ho condotto per decenni"

"Il programma è un'ottima sintesi di tutte le battaglie che ho condotto per decenni, mi riconosco completamente negli obiettivi che delinea e mi impegnerò al massimo per realizzarli". Michela Vittoria Brambilla, candidata del Pdl alla Camera come capolista nella circoscrizione Emilia-Romagna e presidente della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente (Le.I.D.A.A), sposa in pieno "Io voto con il cuore", l'agenda politica per il nuovo governo e il nuovo Parlamento della Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, organismo del quale l'ex ministro del turismo è anche fondatore.

Otto proposte per votare con il cuore (e con la testa). La Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, insieme con le associazioni aderenti Amici Animali, Chiliamacisegua, Enpa, Eolo a 4 zampe, Lac, Lav, Lega nazionale per la difesa del cane, Leidaa, Noi animali onlus, Oipa, Sos Levrieri, ha presentato ai cittadini il proprio programma, sottoscrivibile, sotto forma di petizione popolare, sui siti www.iovotoconilcuore.it e www.nelcuore.org, così come nei gazebo che le associazioni organizzeranno in tutta Italia.
Le firme raccolte saranno consegnate, nel mese di luglio, al nuovo presidente del Consiglio dei ministri, del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati, "per dare da subito, nella forma più visibile, il massimo sostegno alle iniziative legislative che porteranno avanti questi nostre istanze".
"La tutela degli animali, la necessità di un rapporto fondato sul rispetto delle altre specie, il riconoscimento dei loro diritti sono istanze sempre più sentite dalla pubblica opinione come testimonia, tra le altre, la recente e straordinaria vicenda "Green Hill". Studi demoscopici e, soprattutto, le scelte operate dagli italiani nell'attribuzione della quota del 5 per mille evidenziano la costante crescita dell'associazionismo animalista e ambientalista in tutta la sua ricchezza e varietà di sigle", ha spiegato la Federazione.
L'ultimo Rapporto Eurispes 2013, presentato nei giorni scorsi, ha ribadito la crescente affermazione di una nuova coscienza di amore e rispetto per gli animali. Secondo l'indagine Eurispes infatti l'87,3% degli intervistati si è dichiarato assolutamente contrario alla vivisezione rispetto all'86,3% del 2012. Calano i sostenitori della caccia passando dal 21,4% dello scorso anno al 19,9% attuale (80,1% i contrari). Gli animali continuano a rappresentare una scelta irrinunciabile per un'ampia fetta degli italiani: il 55,3% delle famiglie ne ha almeno uno con sé, un dato che segna un +13,6% rispetto ai dodici mesi precedenti (41,7%).

"Nel 2012, in rappresentanza della nostra Federazione, ho sottoscritto l'accordo quadro con l'ANCI (associazione Nazionale Comuni italiani) per favorire la nascita di spiagge per turisti con animali al seguito e città animal friendly, che garantiscano libero accesso agli animali in tutti i luoghi pubblici, negli uffici pubblici e nei pubblici esercizi. E con le medesime premesse, ho siglato con Trenitalia un'intesa che consente finalmente ai cani di qualsiasi taglia di salire a bordo di tutti i treni, anche i Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca ed Eurostar Italia, oltre ai treni attualmente previsti (Intercity e Notte), sia in prima che in seconda classe e nei livelli di servizio Business e Standard. Nell'anno appena trascorso sono poi diventate legge o hanno raggiunto la piena esecutività la riforma del condominio, con la norma che "vieta di vietare" per regolamento la presenza di animali domestici negli appartamenti, e la riforma del Codice della strada: due innovazioni volute e votate dal Pdl", ha ricordato la Brambilla.

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Dom, 03/02/2013 - 16:58

Hai ragione ,da cinico dico prima gli Italiani , poi gli animali per il restante dico non c'e trippa per gatti, anche perche non lo sono.

Nadia Vouch

Dom, 03/02/2013 - 17:05

La mia ammirazione per l'on. Michela Vittoria Brambilla è veramente grande. E' difficile avere così tanto coraggio di guardare a maltrattamenti orribili verso delle creature che, mai ci farebbero del male e che anzi, spesso ci aiutano. Personalmente ho già sottoscritto il programma qui in oggetto. Grazie per il Suo coraggio e per quello di tutte le care persone che di queste cose tanto complicate da sopportare, da vedere, da affrontare, si occupano. Grazie.

Ritratto di marione1944

marione1944

Dom, 03/02/2013 - 17:47

Voterò PDL ma mai la Brambilla, mi ha schifato.

Pierofco

Dom, 03/02/2013 - 18:06

Gli elettori del PDL votano con la pancia o con il cuore.....mai con il cervello!!!

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 03/02/2013 - 18:51

pierfoco-Cosi dimostrano di essere meno materialisti di voialtri.Prototipi dei robot.

gvn1975

Dom, 03/02/2013 - 19:03

On. Michela Vittoria Brambilla grazie per ciò che sta facendo!

lisciannaro

Dom, 03/02/2013 - 19:26

Come si fa a votare una che si interessa dei problemi dei cani e non di quelli delle persone.Siamo ormai arrivati all'assurdo di associazioni che presentano un programma politico rivolto agli animali,di persone che rappresentano animali,di altre che dovrebbero votare a favore di animali.Queste associazioni(guarda caso tutte onlus) e i loro rappresentanti sfruttano il pietismo verso gli animali e la stupidità umana per interessi personali.Le loro richieste sono assurde come l'assistenza sanitaria pubblica agli animali quando mancano i fondi per l'assistenza alle persone.Parlano di diritti animali dimenticando che i diritti esistono solo con i doveri e quindi non sono applicabili agli animali.Vorrebbero abolire tante attività umane ma per l'umanità sarebbe bene che fossero aboliti loro.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 03/02/2013 - 20:13

Questa mattina mentre guardavo il cane del vicino che fregandosene come fanno il 90% dei padroni dei cani defecava nel giardino condominiale mi ha veramente convinto che se la rossa si condida per il pdl non li votero' mai. Piu' la vedo, piu' parla meno la reggo.

vince50

Dom, 03/02/2013 - 20:54

Anch'io voterò con il cuore,ma nella direzione opposta.La rinnovata presenza di questa signora,oltre a far perdere il mio voto al cav.ne farà perdere MERITATAMENTE almeno altri 1.999.999,00(un milionenovecentonovantanovemila).E mi auguro che possa scomparire per sempre.

charliehawk

Dom, 03/02/2013 - 23:16

Nooo! Nadia Vouch, gli animali non fanno mai del male! Ma vallo a raccontare a tutte le centinaia di persone sbranate e sfregiate ogni anno da queste bestie. quale sarà il prossimo passo della rossa pasionaria, aspirante politicante di alto profilo fallita? Una battaglia per dare la cittadinanza ai cani? E perchè non anche il diritto di voto? Almeno troverebbe qualcuno che la vota, perchè se non avesse il seggio assicurato, per lei, non ci sarebbe trippa per gatti...e neanche per cani!

lisciannaro

Lun, 04/02/2013 - 00:06

Queste associazioni animaliste richiedono di abolire alcune attività umane ed altre assurdità come istituire una sanità pubblica per animali quando mancano i fondi per le persone.Parlano di diritti degli animali che sono inseparabili dai doveri e quindi applicabili solo all'uomo. Per il bene dell'umanità sarebbe opportuno piuttosto che venissero abolite tali associazioni.

Nadia Vouch

Mar, 05/02/2013 - 14:42

Personalmente preferisco chi mi dimostra chiaramente e con efficacia di occuparsi di un determinato settore, in questo caso e a mio avviso più che giustamente degli animali, piuttosto di chi fa promesse agli umani che poi non riesce o non sa mantenere. Onde evitare insinuazioni, preciso che tale critica verso gli pseudo-salvatori del genere umano è rivolta all'intero arco parlamentare ed extra-parlamentare. Gli animali non hanno partito politico, ma hanno, come noi abbiamo, un'anima.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 05/02/2013 - 16:36

Premesso doverosamente che amo moltissimo gli animali, mi dissocio totalmente dalle affermazioni di questa invasata monotematica. Spero che vi decidiate a censurare certe sue sortite che dimostrano, invariabilmente,una totale derealizzazione di questa donna dal contesto sociale ed economico contemporaneo.