Islamista pianificava attentato: "Darò gli infedeli in pasto ai cani"

Arrestato a Torino Mouner El Aoual, un clandestino che viveva da nove anni in casa di italiani. Aveva finto di essere una brava persona ma stava pianificando un attentato in Italia

Passare dalle parole di fatto era questione di settimane, se non di giorni. Mouner El Aoual stava, infatti, pianificando un attentato terroristico nel nostro Paese ed era alla ricerca di altri jihadisti prima di sferrare l'attacco. Per evitare che il 29enne marocchino facesse vittime innocenti, il gip del tribunale di Torino l'ha fatto arrestare arrestato dai carabinieri del Ros (guarda il video). "L'uomo - ha scritto il magistrato nell'ordinanza di cattura - è un soggetto estremamente pericoloso e c'è un altissimo rischio di passare direttamente all'esecuzione di tali gravi atti di violenza".

L'attività di proselitismo sul web

Il provvedimento scaturisce dagli elementi raccolti durante un'indagine sui foreign fighter e sui lupi solitari. Nel settembre dello scorso anno erano stati accesi i fari su un certo "Salah Deen" che su Facebook condivideve immagini di propaganda jihadista che non potevano essere reperite facilmente in rete. Un elemento che ha spinto gli inquirenti a ipotizzare un inserimento del marocchino nello Stato islamico. Nelle stesse settimane anche l'Fbi aveva condiviso informazioni su un islamico radicalizzato attivo in una chat room del social network Zello con il nickname "ibn dawla7" ("figlio dello Stato" inteso Stato Islamico). Non solo. Come è emerso durante le indagini, era anche tra gli amministratori del canale "Lo Stato del Califfato Islamico" dove aveva appunto iniziato a pianificare un attentato terroristico nel nostro Paese ed era alla ricerca di altri musulmani radicalizzati pronti al jihad.

La copertura in casa di italiani

Mouner El Aoual è un immigrato irregolare, ma si trova in Italia dal 2008. Era riuscito a conquistarsi la fiducia di due italiani, madre e figlio, "tanto da farsi ospitare per nove anni" e da essere considerato da queste perone "alla stregua di un figlio adottivo". Grazie a questa sistemazione di comodo ed adottando tutte le cautele suggerite dallo Stato Islamico per i mujaheddin in Europa, si era garantito con il passare de tempo la massima copertura. "In modo particolare - fanno sapere gli inquirenti - usava utenze telefoniche intestate a italiani (tra cui quelle delle persone che lo ospitavano, ndr), riuscendo così a non destare sospetti sulle sue reali intenzioni".

"Evviva Abu Bakr al Baghdadi, giuro fedeltà a lui"

In chat El Aoual affermava di aver giurato fedeltà al suo emiro, Abu Bakr al Baghdadi, e di essere il portavoce dell'Isis. Non solo. Divulgava le notizie dell'agenzia Amaq, organo di stampa ufficiale dello Stato Islamico. "Evviva Abu Bakr al Baghdadi, io giuro fedeltà a lui in tutte le situazioni - scriveva lo scorso febbraio - lui è il mio Califfo, perché se lo è meritato. Io ho giurato fedeltà a lui con tutto me stesso". Sul web, poi, diffondeva i consigli indirizzati dall'Isis ai lupi solitari e ai foreign fighter che vivono in Europa, pubblicava materiale sulle tecniche di combattimento, di assassinio, di depistaggio dei controlli delle forze di polizia e sui comportamenti da tenere nei Paesi occidentali per diventare "invisibili" e istigava a compiere attentati contro i "miscredenti".

"Il sangue dell'infedele non è halal"

Sul canale "Zello" gli iscritti potevano liberamente fruire dei contenuti di matrice jihadista, ascoltare le notizie sullo Stato Islamico e parteciparo al processo di radicalizzazione. I nuovi membri, però, potevano intervenire attivamente nelle conversazioni solo dopo aver pronunciato uno specifico atto di giuramento di fedeltà: "Allah benedica il Profeta Muhammad, pace e benedizione su di lui, i nostri signori Abu Bakr, Otmane, Omar, Alì e la madre di tutti i credenti Aisha". Sul canale era, poi, possibile scaricare documenti e libri come "Disposizioni sull'omicidio di volontari e servi del Cristianesimo", che spiega come uccidere i preti cristiani, "Dal potere al potere" o "Lo stato islamico e il suo Califfato moderno". "Noi vogliamo Medina, Mecca, Gerusalemme, la Casa Bianca e Roma, con il permesso di Allah ma non soltanto Siria…", scriveva El Aoual ai suoi augurandosi che i "traditori" vengano messi "nello spiedino del kebab" e, "dopo averli arrostiti", dati da mangiare ai cani. E invitava i fratelli a fare il jihad "sgozzando (i crociati, ndr) con un coltello, bruciandoli e facendoli a pezzi e rendendo le loro vite impossibili". E ancora: "Taglia la testa del Kafir (infedele, ndr), brucialo, annegalo, colpiscilo con il coltello, fallo esplodere, fai quello che vuoi, il sangue del Kafir non è halal".

Commenti

Anonimo (non verificato)

CARDONERO

Lun, 24/04/2017 - 20:23

Un altro codardo ed infame ospite dell'Italia. Gli immigrati irregolari vanno espulsi e subito. Benvengano quelli regolari che lavorano, pagano tasse E SI INTEGRANO. E le moschee vanno tenute ma vanno sorvegliate e gli Imam vanno incarcerati se predicano odio..... mi ripugnano loro e la loro religione di pace dei miei stivali.

blackindustry

Lun, 24/04/2017 - 20:23

Che bella cultura questa musulmana, di piena voglia di integrarsi con chi l'ha accolto nonostante fosse clandestino e quindi senza diritto, con chi l'ha nutrito, e dato un tetto ed un letto, tutto a spese nostre. E lui, da musulmano osservante il corano, come una serpe in seno era pronto ad assassinarci e sottomettere la nostra societa' al loro schifo che hanno a casa loro.

Giorgio5819

Lun, 24/04/2017 - 20:24

Questa mer.a gira per l'Italia da 9 anni... complimenti ai criminali comunisti e chiesa che difendono la transumanza di questi animali clandestini.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 24/04/2017 - 20:33

Quello che farei a questo (omissis) purtroppo non si può dire pena censura....

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 24/04/2017 - 20:42

un simpaticone desideroso di integrarsi

Ritratto di enzo33

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 24/04/2017 - 21:08

E' chiaro, ha dichiarato guerra, quindi siamo in guerra, nulla da eccepire, ma se preso va messo al muro.

Ritratto di karmine56

Anonimo (non verificato)

ceppo

Lun, 24/04/2017 - 21:58

buttatelo nell'acido

magnum357

Lun, 24/04/2017 - 21:58

Veri fessi e ingenui coloro che ospitano tutte queste "brave" risorse, neh !!! Appena possono ti sgozzano............

micribol

Lun, 24/04/2017 - 21:59

#CARDONERO: gli immigrati non europei vanno espulsi tutti e subito, le moschee demolite, ripristinare patti lateranensi del '29 e le frontiere, e pure la lira.

venco

Lun, 24/04/2017 - 22:07

Gente cosi non deve più essere libera in Italia, se non si puo eliminare almeno si dia carcere a vita.

Ritratto di Rames

Anonimo (non verificato)

anna.53

Lun, 24/04/2017 - 22:22

Un personaggino da additare come esempio d'integrazione fasulla e buonista - la peggiore ; carpita la fiducia di brava gente , come tanti figli degeneri si rivolta e mostra il suo volto peggiore e disumano . Lo guardino in faccia il sig Manconi che vuole rendere tra poco un simil reato pronunciare la parola "clandestini" e il capo della fondaz Migrantes , prodigo di ammirazione per le ong tanto buone e accoglienti . L'accoglienza va meritata, l'ospitalità è un bene prezioso ; ma l' ospitalità DEVE AVERE REGOLE GOVERNO ed educazione , quel che si sta profilando è solo casino.

bobots1

Lun, 24/04/2017 - 22:31

Nove anni clandestino in Italia. Se fosse successo qualcosa anche madre e figlio in galera...o forse non si erano accorti di niente? ma questo signore lavorava? Ma se era clandestino come poteva lavorare? Cosa pensava questa famiglia che facesse tutto il giorno? Grazie al lavoro dei carabinieri ma non basta se continuiamo a nascondere ed aiutare questa gente. Ma la legge vale solo per gli italiani?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di ettocima

Anonimo (non verificato)

Divoll

Lun, 24/04/2017 - 22:49

La questione dovrebbe essere: che ci fanno tanti marocchini in Europa, quando non ci sono e non ci sono state guerre in Marocco da decine e decine di anni?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 24/04/2017 - 22:55

Meriterebbe, per par condicio, essere dato in pasto ai maiali.

roberto.morici

Lun, 24/04/2017 - 23:25

"lupi solitari"... Perché non "cani (rabbiosi) sciolti"?

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 25/04/2017 - 00:12

Ora per favore fateci sapere chi sono i due "sprovveduti" (perche se scrivo il termine giusto non mi pubblicate) che lo hanno ospitato in casa LORO per 9 anni!!! GRAZIE!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 25/04/2017 - 00:14

PS DIMENTICANZA, in galera ovviamente anche gli OSPITANTI OF COURSE!!!

Giorgiopin

Mar, 25/04/2017 - 07:04

tranquillo ti difende bergoglio!!!

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mar, 25/04/2017 - 08:52

Idea non originale ! già applicata dal Presidente Nord Koreano per un certo parente. Il terrorista ,ospite di Torino, deve applicarsi di più e trovare qualche sistema di eliminazione più nuovo per noi poveri infedeli ,altrimenti rischia che lo mettiamo,per pochi giorni beninteso, in prigione.

lilli58

Mar, 25/04/2017 - 09:06

davvero una cultura di pace

AndyFay

Mar, 25/04/2017 - 09:22

I commenti che possiamo fare sono sempre i soliti. Molti giornali non riportano questa notizia e comunque se ne parla poco. La cultura cattolica dell' assistenza, la nostra ignoranza sul mondo islamico, la nostra propensione all'omerta, gli interessi politici ed economici, il timore della gente comune di essere additati come razzisti hanno condotto la nostra società in un vortice di degrado inarrestabile.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 25/04/2017 - 09:57

Il gip l'ha già scarcerato?

billyserrano

Mar, 25/04/2017 - 10:22

E ora che lo hanno scoperto che faranno i nostri bravi giudici? Gli daranno il solito foglio di espulsione, invitandolo a tornare al proprio paesello?

APG

Mar, 25/04/2017 - 11:18

State attenti al vicino islamico di pianerottolo! Potrebbe essere il prossimo terrorista o il vostro assassino!

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 25/04/2017 - 11:21

Gli islamici sono tutti così. Adesso che sono in pochi fanno ancora, generalmente, i buoni; poi quando saranno in tanti ci scanneremo nelle strade a colpi di macete.

baronemanfredri...

Mar, 25/04/2017 - 12:09

CHE DICI SE NOI ITALIANI CI STANCHIAMO DI BERGOGLIO E BOLDRINI E TI STACCHIAMO LA TESTA COME HANNO FATTO IN ATTENTATI DI MAFIA O DI TRENI MAGARI NELLE VOSTRE MALEDETTE CASE COMPRESI BAMBINI?

baronemanfredri...

Mar, 25/04/2017 - 12:17

CHI HA SCRITTO CULI IN ARIA NON EUROPEI DICO ANCHE QUESTI BASTARDI CHE SONO EUROPEI. L'EUROPA, GIA' IN PASSATO, E' STATA PROTAGONISTA DI VERE ESPULSIONI DI MASSA O DI MASSACRI ESE. CONTRO GLI UGONOTTI O ALTRI POPOLI EUROPEI, NON VEDO ORA PERCHE' DOBBIAMO ESSERE PAUROSI VILI CAROGNE E SOTTOMESSI, I NOSTRI AVI HANO DIMOSTRATO CHE AVEVANO PALLE E CxxxxxxI CERTAMENTE NON QUELLE DI BERGOGLIO O BOLDRINI O MOZZARELLA CHIAMATO IN RUSSO. CERTO CHE RAPPRESENTATI DAL SIG. MOZZARELLA PARLO IN RUSSO.

Anonimo (non verificato)

baronemanfredri...

Mar, 25/04/2017 - 12:21

BASTARDO CULO IN ARIA PEDOFILO VEDI CHE PRIMA DI TE LA MAFIA SICILIANA HA DATO IN PASTO I CADAVERI DI CI AMMAZZAVA AI PORCI. STAI ATTENTO CHE PUOI ESSERE TU A FARE LA FINE IN PASTO AI PORCI, I CANI SONO TROPPO INTELLIGENTI PER INGOIARTI, MEGLIO I PORCI CHE I CANI, SxxxxxO

baronemanfredri...

Mar, 25/04/2017 - 12:23

ULTIMO INTERVENTO DEVONO ESSERE ARRESTATE QUESTE PERSONE CD BUONISTE CHE HANNO VIOLATO IL CODICE PENALE. FAVOREGGIAMENTO AL CLANDESTINO E COMPLICITA' ESTERNA AD ATTENTATI E ATTENTATO ALLA SICUREZZA NAZIONALE. IMMEDIATO ORDINE DI ARRESTO

Anonimo (non verificato)

Aristide56

Mar, 25/04/2017 - 13:23

espulsione immediata a spese del marocco e per i due asini italiani sequestro dei beni e lavori forzati , per i funzionari che hanno permesso il soggiorno illegale licenziamento immediato e sequestro dei beni

Malacappa

Mar, 25/04/2017 - 13:35

Ma veramente bisogna essere scemi per ospitare in casa un soggetto simile,signori dovete capire che sti gaglioffi non si integreranno MAI E POI MAI.

alkhuwarizmi

Mar, 25/04/2017 - 14:47

Il mito dell'accoglienza e dell'integrazione, quasi come il mito del "buon selvaggio" della pseudo-cultura primitivista del 1700. Puntuale, arriva la realtà, il concetto religioso dei "cani infedeli", il vero volto dell'Islam.