"Io, aggredito da due albanesi. Così mi hanno rotto il braccio"

Il racconto di Diego Compagnucci, la vittima della brutale aggressione. Dopo un alterco avuto con uno dei due stranieri, suo ex collega di lavoro, è scattata la violenza: gli albanesi lo hanno raggiunto e picchiato con rabbia

Violenta aggressione nella serata di domenica a Jesi, dove un uomo è stato pestato da una coppia di stranieri al termine di un alterco.

A rivelare l'episodio sulle pagine de “Il Resto del Carlino” la vittima della violenza, il 46enne Diego Compagnucci. Stando al suo racconto, si sarebbe imbattuto nei suoi aguzzini all'altezza di viale della Vittoria, dove avrebbe avuto inizio la discussione. A quanto pare il 46enne conosceva uno degli albanesi, che tempo addietro era stato suo collega di lavoro, ed è bastato un nonnulla per riaccendere vecchi dissapori.

“Erano circa le 21.15, mi trovavo vicino al semaforo, davanti l’enoteca. Sono stati in due a colpirmi. Sono degli albanesi coetanei che, in quel momento, erano a passeggio con altri due uomini e le loro famiglie” racconta la vittima, ancora sotto choc. Compagnucci non si sarebbe mai aspettato che, dopo essersi scambiati qualche battuta al vetriolo, i due stranieri lo avrebbero raggiunto per passare direttamente alle vie di fatto. Trovandosi da solo, non ha potuto fare nulla per difendersi, ed è stato letteralmente tempestato di calci e di pugni.“Mi sono improvvisamente venuti incontro, ho subito capito che le intenzioni non erano buone. Uno di loro mi ha afferrato per il braccio da dietro mentre l’altro ha iniziato a colpirmi davanti” ricorda il 46enne. “Mi hanno picchiato in due, fino a spezzarmi un braccio e distruggermi il volto”.

Ferito e dolorante, Compagnucci è comunque riuscito a sottrarsi alla morsa dei suoi aggressori ed a fuggire in cerca di aiuto. Nessuno, almeno all'inizio, gli ha tuttavia prestato soccorso. “Disperato, mi sono buttato in mezzo alla strada in cerca dell’aiuto di qualche automobilista, ma nessuno purtroppo si è fermato. Intanto gli altri due mi inseguivano finché un paio di residenti della zona non sono scesi ad aiutarmi”.

E sono state proprio queste due persone, uscite di casa per capire che cosa fosse accaduto, ad occuparsi del 46enne, dandogli un rifugio e chiamando immediatamente i soccorsi. Sul posto un'ambulanza del 118 ed una volante della questura di Jesi.“I soccorritori mi hanno trasportato al pronto soccorso del Carlo Urbani di Jesi, dove mi hanno ingessato il braccio e curato le ferite. Mi hanno dato 30 giorni di prognosi”. In un secondo momento Compagnucci ha parlato con gli agenti di polizia, ai quali ha riferito l'intero episodio, sporgendo anche formale denuncia. La paura, però, non è passata. “Quei due mi hanno anche minacciato ha infatti spiegato il 46enne,“dicendo che sanno dove abito”.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 19/06/2019 - 19:58

Sarebbe bastato un CHOPO e questione RISOLTA!!!!jajajajajaja.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mer, 19/06/2019 - 20:46

Ma parliamo di cose serie: il tipo non avrà mica osato cercare di difendersi e facendo ciò può avere spezzato un'unghia a un albanese? O strappato una ciocca di capelli? Se quando esce dall'ospedale non vede un avvocato d'ufficio del PD che gli presenta un atto di comparizione a un'udienza di risarcimento, può stare tranquillo: gli albanesi non si sono fatti niente e lui può ricominciare con la sua vita.

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Mer, 19/06/2019 - 21:47

Doveva girare con la maglietta del cinema America indosso ... adesso sarebbe invitato a molte serate tv... Ah, no, mi correggo, non erano aggressori fascisti, ma risorse che si stanno integrando ... scusate, potete anche togliervi la maglietta ....

Divoll

Mer, 19/06/2019 - 21:50

Vanno espulsi sui due piedi. Oltre tutto, in Albana non ci sono ne' guerre ne' pestilenze ne' persecuzioni.

Reip

Mer, 19/06/2019 - 22:13

Oramai che li arrestino omeno e’ uguale tanto i giudici non fanno nulla... A questo punto tanto vale armarsi e difendersi per sopravvivere!

pastello

Gio, 20/06/2019 - 00:49

Vuoi vedere che Salvini é davvero tutto felpa e distintivo?

rino34

Gio, 20/06/2019 - 07:07

in galera, e poi un volta usciti espulsione. gli albanesi sono tipi violenti e nn è la prima voltache si sentono episodi simili.

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 20/06/2019 - 09:49

Tò, ci avrei scommesso. non manca mai il trinariciuto decerebrato il cui commento è la solita battuta stupida e insulsa su Salvini.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 20/06/2019 - 10:24

Anche qui, non generalizziamo... Ci sono moltissime brave persone Albanesi, e PURTROPPO ci sono anche gli altri. Per altro, concordo con Reip, sul vecchio slogan di Colt...

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 20/06/2019 - 12:14

Sciocchezze! Pensate alla salute. Non potete minimamente immaginare quello che accadrà in Italia...