Per l'Accademia della Crusca si può dire anche "la meteo"

Il genere femminile di meteo è sempre stato utilizzato dai ticinesi. Dopo anni l'Accademia della Crusca accetta questa usanza e la fa diventare ufficiale

Da oggi si potra dire "la meteo" perché l'Accademia della Crusca ha riconosciuto il genere femminile di un termine che da sempre è usato al maschile.

"Per noi è sempre stata LA meteo, oggi abbiamo il benestare dell'Accademia della Crusca" - con queste parole esulta su Facebook il gruppo "Amici di MeteoLocarno". Il modo di dire "la meteo" è sempre stato utilizzato dei ticinesi, ma non è mai stato accettato dagli italiani. La stessa Accademia ha riportato sul suo sito ufficale : "L'uso di la meteo rinvia senza dubbio all'ente radiotelevisivo della Svizzera italiana (RSI), che ha adottato il genere femminile a metà degli anni Ottanta sul modello della televisione di lingua francese".

Per noi è sempre stata LA meteo, oggi abbiamo il benestare dell'Accademia della Crusca:

Pubblicato da Amici di MeteoLocarno su Lunedì 14 marzo 2016

Ma l'Accademia della Crusca dà anche altre due spiegazioni: "La meteorologia è di genere femminile (quindi meteo sarebbe un suo riduttivo ndr), in più, a seconda di quale sostantivo si sceglie tra bollettino e previsione meteorologica si dirà il meteo o la meteo". Nonostante nelle pagine dei principali dizionari italiani meteo è registrato come maschile invariabile, secondo gli esperti entrambe le scelte sono "corrette e praticabili". L'Accademia della Crusca ha anche specificato che il successo del termine al maschile o al femminile sarà decretato dai media: più mezzi di informazione useranno un genere piuttosto che l'altro più questo si diffonderà. "Al momento, stando alle occorrenze di Google, il maschile sembra prevalere nettamente, 4.990.000 risultati per il meteo contro i 596.000 per 'a meteo)" - ha concluso l'Accademia.

Commenti
Ritratto di BenFrank

BenFrank

Lun, 14/03/2016 - 19:12

L'ho già detto e lo ripeto: questi la crusca l'hanno nel cervello!

Aegnor

Lun, 14/03/2016 - 19:22

Queste si che sono notizie che ti rendono migliore la giornata.

Linucs

Lun, 14/03/2016 - 19:54

La meteo petalosa.

Ritratto di Civis

Civis

Lun, 14/03/2016 - 20:52

Aggiungo che questi della Crusca non sanno neanche interrogare il motore di ricerca Google. Se si cerca ("il meteo" italia) si trovano 5 M casi, mentre con ("la meteo" svizzera italiana) i casi sono meno di 5 k, cioè non 10 volte di meno, come dice la Crusca, ma oltre 1000 volte meno. Anche in svizzera italiana, poi, il maschile vince di 7 volte sul femminile. Quindi la posizione della Crusca si conferma anarchica e perciò inutile.

Ritratto di perigo

perigo

Lun, 14/03/2016 - 20:57

Crusca de che? Secondo me da quelle parti è tutta segatura!

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 14/03/2016 - 21:06

Visto la circa controversia controllerò all'Accademia della segala. Nota informativa: c'è una grande produzione di segala dove manca la fi**ra.

Piut

Lun, 14/03/2016 - 23:48

Orribile calco dal Francese utilizzato (ma guarda un po') da chi l'Italiano lo violenta ogni giorno: gli Svizzeri del Ticino!

Klotz1960

Mar, 15/03/2016 - 03:50

Che sollievo, ora che si e' pronunciata l'Accademia....veramente, grazie per il permesso

Beaufou

Mar, 15/03/2016 - 08:19

C'è qualcuno che si preoccupa di quel che dice l'Accademia della Crusca? Ma se in tutti i giornali si leggono bestialità inenarrabili in lingua italiana, cosa volete che importi l'articolo di meteo... Un Ministro della Cultura (!), tempo fa, parlava del "nocciòlo della questione", proprio così, come l'arbusto che produce le nocciòle, anziché del "nòcciolo". Ahahah. Poi la Crusca ha legittimato "presidenta", come sappiamo, delegittimando ipso facto sè stessa. Ahahah.

cabass

Mar, 15/03/2016 - 08:30

La Crusca è supina ai nemici degli italiani: la Boldrini e Bellinzona.

davidevallauri

Mar, 15/03/2016 - 08:35

Vabbe.. la rassegnazione..

morghj

Mar, 15/03/2016 - 08:48

Siamo sicuri che l'accademia della crusca conosca ancora l' "itagliano". Io presidenta, sindaca, dottora, ingegnera, settimana scorsa senza articolo ecc.ecc. non lo dirò mai, nemmeno sotto tortura.

linoalo1

Mar, 15/03/2016 - 10:39

Poveri noi!!!I Saggi,così venivano reputati,ci hanno già fatto capire il loro valore in un Recente Passato!Adesso ci si mettono anche quest dell'Accademia,a farneticare|||Per me,Meteo sarà sempre maschile finchè vivrò!!!

Ritratto di Civis

Civis

Mar, 15/03/2016 - 11:28

L'Accademia della Crusca non è un Ente inutile: è un Ente dannoso.

astarte

Mar, 15/03/2016 - 12:06

Tutti questi saccentissimi commentatori del Giornale che si ergono a tutori dell'italiano hanno mai studiato la storia della lingua italiana, giusto per farsi un'idea di come si è formata la lingua che parlano? Se nel Canton Ticino dicono 'la' è inutile far finta di niente; neanche i tedeschi possono ignorare le varianti svizzere, anche se non le usano. Che poi uno dica nocciòlo invece di nòcciolo, bè lì proprio la Crusca non c'entra, semmai bisognerebbe insegnare agli italiani a usare questo sconosciuto, il vocabolario. Ma alzi la mano chi non ha mai sbagliato un accento...

guardiano

Mar, 15/03/2016 - 12:09

Questi della crusca hanno battuto nel ridicolo perfino la boldrina, almeno quella avrebbe detto la metea. ah ah ah ah

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Mar, 15/03/2016 - 13:09

A proposito d'accenti, la cosa mi interessa, si dice bóldrini ?(tipo rondini) o boldriní ?( tipo sarkozy) facció confusiné.

astarte

Mar, 15/03/2016 - 18:59

No, ma NON si dice sàlubre, scandínavo, èdile, guàina, balàustra, alàcre, pùdico, rùbrica, serotìno, zàffiro, viòlo, lasciando perdere la disperazione di sentir dire anche in televisione Fríuli e Nuòro. E si scrive 'se stesso' senza apostrofo... Proprio sicuri di non sbagliarne neanche uno?