L'"Accademia dei ladri" romeni: così li addestrano a svaligiarci

Scoperta a Milano "L'Accademia dei ladri": recluta ragazzi poveri delle periferie romene, li prepara in modo militare alle rapine, poi li porta in Italia. Ecco come ci colpiscono

Fanno parte di un gruppo di rapinatori conosciuti in tutta Europa. Negli ambienti della polizia internazionale la loro organizzazione è conosciuta come "L'Accademia dei Ladri" romeni. Oggi, però, la squadra mobile ha messo la parola "fine" alle scorribande di Robert Chele (40 anni), Vasilica Popa (37 anni), Constantin Ciocatei (28 anni) e Petrtu Adrian Chindea (18 anni). Purtroppo di tratta soltanto nuove "reclute" di questa famigerata scuola. Ed è possibile che tornino apposta dalla Romania per sveligiarci.

Avevano già colpito a Vienna, Parigi, Firenze e anche a Milano nel 2013, dove hanno rapinato nell'orologeria Pisa di via Verri (guarda il video). Ma, dopo l'arresto del capo, il gruppo stava cercando di riorganizzare e stava puntando a una gioielleria di via Montenapoleone. Dopo una lunga indagine la polizia è riuscita a ricostruire l'organigramma del gruppo formato da un "capo", che gestiva l'organizzazione da Sesto San Giovanni, e tre "soldati". I malviventi sono stati così intercettati e seguiti giorno e notte dal 27 ottobre fino al 30, quando poi sono stati arrestati in flagranza mentre tentavano una rapina di "ripiego" in una gioielleria di via Lupetta, a pochi metri da di via Torino, che vende oltre 250 orologi e vari gioielli per un valore totale di 500mila euro. Per questioni organizzative, infatti, non avevano potuto fare il "colpo grosso" nel Quadrilatero che è stato pattugliato da una trentina agenti per l'intero fuine settimana. Da qui la decisione di organizzare un colpo più piccolo, attrezzandosi con martelli comprati qualche giorno prima dal capo in un centro commerciale.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, la rapina di via Lupetta avrebbe dovuto essere una prova per i nuovi affiliati. "L'Accademia dei ladri" recluta, infatti, ragazzi poveri delle periferie romene e li prepara in modo quasi militare all'attività occupandosi poi, come in questo caso, di portarli con furgoncini in Italia, di fornire loro cellulari e materiali per costruire le molotov con cui coprire la fuga dopo le rapine. Alle nuove "reclute", però, l'Accademia non dà mai denaro. I tre hanno, infatti, dormito per strada, in strutture abbandonate o in un parco di Milano. Gli arrestati erano talmente militarizzati che neanche davanti alla polizia hanno tradito l'organizzazione rimanendo sempre in silenzio.

Mappa

Commenti

manfredog

Mer, 08/11/2017 - 13:53

.."l'Accademia dei ladri" a Milano..!!..mah..che strano, sinceramente credevo che essa fosse stata sempre a Roma, in parlamento..infatti anche Bossi diceva sempre..'Roma ladrona', dopodiché si è iscritto pure lui ai..corsi..!! mg.

Una-mattina-mi-...

Mer, 08/11/2017 - 14:01

IN ITALIA URGE UNA ACCADEMIA DI INSTANCABILI BASTONATORI

senzasperanza

Mer, 08/11/2017 - 16:32

manfredog,bravo,bravo,bravo.questo e' vangelo

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 08/11/2017 - 16:34

Fabrizio Bacconeri ci sei? Questi sono rumeni come tua moglie non musulmani..

maurizio50

Mer, 08/11/2017 - 17:21

Ma l'Ambasciata di Romania è a conoscenza delle prodezze commesse in Italia dagli instancabili cittadini Romeni?????

RenatoBozzini

Mer, 08/11/2017 - 17:41

Quando un romeno è colpevole dovrebbe essere inviato nelle carceri del loro paese e non mantenuti a nostre spese. In Romania la legge è più severa che con i nostri giudici benpensanti e radicalscic.

baronemanfredri...

Mer, 08/11/2017 - 18:23

CON UN GOVERNO COMPLICE PER POLITICA E MAGISTRATURA CHE CONDANNA ACCUSA E CONDANNA A PAGARE VARI RISARCIMENTI AI BASTARDI LADRI CERTO CHE L'ITALIA E' DIVENTATA LO ZIMBELLO DEL MONDO. OLTRE COME NAZIONE, ANCHE COME CITTADINI ITALIANI. EGR. MAGISTRATI QUANDO DICONO CHE GLI ITALIANI SONO DIVENTATI VILI E CAROGNE CHE SI SPAVENTANO E CORRONO SOTTO IL LETTO, EGR. MAGISTRATI I BASTARDI RUMENI E ALTRE NAZIONI PARLANO ANCHE DI VOI. MI PARE CHE SIETE ANCHE VOI ITALIANI? ALLORA SIETE ANCHE VOI UMILIATI INSxxTATI E PRESI PER IL CxxO O LE CIAPPET. ABBIATE UN PO' DI DIGNITA' ITALICA, VOGLIO DIRE NON UN PO' 'NA NTICCHIA, SIGNIFICA IN DIALETTO SICILIANO UN GRANELLO GRANDE QUANTO UNA LENTICCHIA. MEDITATE MEDITATE ERMELLINI DI SINISTRA

baronemanfredri...

Mer, 08/11/2017 - 18:28

FRANCO-A-TRIER_DE SE BRACCONERI HA LA MOGLIE RUMENA, NON ERA A CONOSCENZA MA QUESTO NON IMPORTA, NON SIGNIFICA CHE LA MOGLIE DI BRACCONIERI E' UNA INDEGNA COME MIGLIAIA DI RUMENI CHE VENGONO RUBANO AMMAZZANO RAPINANO VIOLENTATO E ALTRO IN ITALIA. SAI IL DETTO CHE BASTA ESSERE SICILIANO PER ESSERE MAFIOSO? MA NON TUTTI I SICILIANI SONO MAFIOSI, VERO FRANCO-A-TRIER_DE COME DIRE CHE NON TUTTI I FIORENTINI SONO BISCHERI DI SINISTRA, NON E' VERO? ALLORA PRIMA DI CITARE UNA PERSONA CHE E' AL DI FUORI DI QUESTE DISCUSSIONI, SCIACQUATI LA BOCCA CON LA LISCIA CAPITO? ALLORA ANCHE TU COME ITALIANO SEI UN VILE CACONE CHE I RUMENI LADRI CHIAMANO NOI ITALIANI PERCHE' SONO SICURI CHE NON GLI SUCCEDE NIENTE VERO? TU DA CHE PARTE STAI DALL'ITALIANO CHE SPARA E SI DIFENDE O DAI BASTARDI RUMENI CHE RUBANO E SONO FERITI? CORICATI E NON ROMPERE PIU' HAI CITATO LA MOGLIE DI BRACCONERI NON HA FATTO NULLA CHIARO?

rebella123

Mer, 08/11/2017 - 19:01

Sono sempre rimasti in silenzio?In Romania alla setia di politia cosi si chiamano le caserme Avrebbero dovuto picchiarli per farli star zitti e sicuramente stampa,T.V. avvocati MUTI nonostante la Romania faccia parte della U.E.lo fanno normalmente e con OTTIMI RISULATI Solo in Italia dobbiamo trattare i delinquenti con i guanti bianchi.E un suggerimento alle forze dell'ordine provate a fermare i bus che fan la spola Italia Romania controllate i bagagli scoprirete quanta merce rubata troveranno

uberalles

Mer, 08/11/2017 - 19:51

Siamo diventati la cloaca maxima: da tutto il circondario vengono a delinquere in Italia. La causa? La certezza di non essere puniti, a differenza di quello che avviene altrove. Magistratura buonista e menefreghista, politici di sx. pronti a tutto dare, sperando che i nuovi arrivati votino per loro, tanto, peggio di come sono messi attualmente...