"Agenzia delle entrate? Estorsione". Quella confessione dell'ex dirigente

L'ammissione a Striscia la notizia: "Trovo inaccettabile quello che succede"

"Finalmente un organo di informazione che dice la verità". Così Luciano Dissegna, ex dirigente e funzionario dell'Agenzia delle Entrate, commenta con Striscia la notizia una serie di servizi particolarmente taglienti e accusa il fisco di funzionare in base "al cosiddetto obiettivo monetario".

"Più soldi si incassano più il dirigente fa carriera e anche soldi. Credo che, a fine anno, i dirigenti più grossi portino a casa anche 70-80mila euro in più", racconta all'inviato Riccardo Trombetta l'ex dirigente, che individua nei piccoli imprenditori i più colpiti dagli accertamenti fiscali.

Dissegna spiega che quando "arriva un accertamento da 100mila euro", davanti alla proposta di pagarne solo metà "ci si trova costretti a pagare". E non ha mezzi termini: "Questa costrizione io la trovo inaccettabile. Questa è, dal mio punto di vista e in buona fede, la più grande estorsione di tutti i tempi".

Commenti
Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Gio, 31/03/2016 - 11:28

Uno spunto di riflessione per: 1) i forcaioli innamorati delle cosiddette manette agli evasori; 2) i patiti dello stato di polizia fiscale; 3) i qualunquisti secondo cui gli autonomi sono tutti evasori; 4) le anime candide che credono nello stato socialista; 5) gli amanti della pressione fiscale alta; 6) i nemici dello stato liberale; 7) i nemici della semplificazione fiscale e della sburocratizzazione. Meditate gente, meditate...

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 31/03/2016 - 11:29

Ma che significa?Se l'accertamento è fondato pagarne metà è tutto di guadagnato,altro che costretti a pagare.Se infondato non si paghi e si faccia ricorso.Quanto ai metodi da cravattari non ci piove.

SAMING

Gio, 31/03/2016 - 11:36

L'Agenzia delle Entrate, secondo Riccardo Trombetta, è un' associazione per delinquere ed infatti lo è perchè spartisce il bottino estorto ai piccoli imprenditori dividendolo con i suoi funzionari che sono incapaci di combattere l' evasione. Questo è un altro spaccato dell' Italia, paese alla deriva in tutti i sensi.

mifra77

Gio, 31/03/2016 - 11:46

Mafia nello stato? ....o stato mafia?

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 31/03/2016 - 12:01

TOC TOC .... MAGISTRATURA ITALIANA SE CI SIETE BATTETE VARI COLPI GRAZIE.

Ritratto di Zione

Zione

Gio, 31/03/2016 - 12:16

Questi Granfetenti hanno l'appoggio del GIUDICIUME !!!

Lapecheronza

Gio, 31/03/2016 - 12:25

@mbferno : penso che il problema sia sulle interpretazioni che vengono fatte per sanzionare. L'articolo del sig.re della guardia di finanza che aveva contestato ad una banca l'omesso pagamento del canone RAI (che canone non è...) per un monitor (e non TV) della videosorveglianza è una diversa interpretazione. Se capita un giudice che la pensa diversamente da un altro giudice per uno l'interpretazione viene accolta per un altro viene respinta. Vicende famose : Maradona (se segue la vicenda è stato condannato perchè non ha fatto opposizione ad una comunicazione spedita a Napoli ma che non ha ricevuto perchè tornato in Argentina), Loren, Dolce e Gabbana, Laurenti...Basterebbe che lo Stato in caso di perdita di un contenzioso paghi le spese legali e un risarcimento per danni il contribuente e ci sarebbero meno abusi di interpretazione di Legge.

Lapecheronza

Gio, 31/03/2016 - 12:26

Non era Porro che tempo fa scriveva che in Italia ci sono alcuni che pagano le tasse e altri che con queste ci vivono.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Gio, 31/03/2016 - 12:46

@mbferno Il punto è, se lei non è informato, che l'accertamento non è MAI fondato. Sia per gli evasori, sia per gli onesti, l'onere della prova non è a carico dell'accertatore, ma dell'accertato (TOTALMENTE INCOSTITUZIONALE). Vuole un esempio pratico? Le contestano di avere evaso 3.000,00 euro 5 anni fa, provi ad andare a recuperare la ricevuta che ha smarrito o peggio ancora a recuperare l'assegno dall'archivio bancario con cui ha effettuato il pagamento, non ci riesce??? Il punto è che con un sistema MAFIOSO è più facile prendersela con il piccolo che andare a ricercare i veri evasori. Le ricordo che per anni la FIAT ha "concordato" le tasse da pagare. Infine i sostenitori della lotta all'evasione restano immobili di fronte ai dipendenti pubblici che timbrano e non vanno al lavoro. Un evasore ruba una percentuale, questi ultimi rubano tutto lo stipendio e rendono inefficiente la macchina statale.

timba

Gio, 31/03/2016 - 14:01

MBFERNO. Sono d'accordo, ma allora si faccia in modo che il ricorso sia "patrocinato" dallo stato come succede per ogni fancazzista finto profugo che giunge qui ed ha diritto a qualsiasi tipo di ricorso a gratis perchè pagato dallo stato. E, anche se perde, il profugo, non pagherà mai un soldo. Lo stato mi paga il ricorso e poi, se perdo mi chiederà quanto dovuto più gli interessi, ma se vinco addebiterà il tutto al dirigente estorsore e, al terzo errore marchiano, lo licenzierà in tronco. Stesso criterio dovrebbe essere utilizzato per i giudici. Vedi come inizierebbero ad operare in maniera più oculata. Basta che questi nullafacenti inadeguati, strapagati e politicizzati rovinino la vita di schiere di onesti cittadini e non ne rispondano mai.

meloni.bruno@ya...

Gio, 31/03/2016 - 14:03

Dov'è la magistratura con i carabinieri? è come una catena di Sant'Antonio!Agenzia delle Entrate Equitalia sono delle associazioni a delinquere!hanno rovinato la piccola e media impresa facendoci scappare anche i morti!Non escludo che mettendo le ipoteche sugli immobili non si siano spartiti i proventi delle SVENDITE DEGLI STESSI!Aspetto con ammirazione che la finanza dia una controllatina lì dov'è il vero marcio,invece di terrorizzare il barista perchè il caffè è inferiore ai 90 centesimi.

leos

Gio, 31/03/2016 - 14:03

Purtroppo è così. Lo stato italiano paga a peso d'oro funzionari per far decrescere il paese. Con questi metodi, lo stato guadagna complessivamente di meno. La miopia e' miopia.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 31/03/2016 - 15:03

@JSBSW67.Ovviamente se la mette in questi termini,ossia che il malcapitato NON è in grado di dimostrare di avere ragione,la partita è già persa.Chi è conscio di aver a che fare con cravattari legalizzati dovrebbe avere l'accortezza di conservare tutto,come faccio io.Io ho ricevuto in passato numerose richieste di pagamenti per bolli auto non pagati, multe non pagate e addirittura la richiesta per il bollo auto di un auto venduta 24 anni fa e divenuta auto storica: ebbene HO sempre potuto dimostrare che NON dovevo pagare nulla.Solo per un credito d'imposta inserito in 730 e già "riscosso" mediante compensazione,(non me ne sono ricordato)avevano ragione loro e quindi ho pagato.

euge50

Gio, 31/03/2016 - 15:21

(prima parte) @mbferno: A distanza di 4 anni dalla presentazione dei redditi, mi è stata contestata una evasione fiscale superiore a 100.000,00 euro. Offerte varie di conciliazione, ma io ho voluto andare sino in fondo perchè la cosa era completamente inventata. Ho dovuto fare ricorso alla commissione tributaria, ho vinto il primo grado, loro hanno insistito, ho vinto anche il secondo grado. Mi sono dovuto pagare lautamente un avvocato ed un consulente fiscale. Il giudice ha dato torto all'AdE e (qui non riporto per esigenze di spazio) cosa ha scritto nella sentenza a SFAVORE dell'AdE ed il loro comportamento etico. E' tutto veritiero cio' che è riportato nell'articolo: l'AdE ci prova, se va', va', altrimenti chi se ne frega tanto le spese le paga il cittadino anche se ha ragione al 100%.

euge50

Gio, 31/03/2016 - 15:22

(seconda parte) Loro non hanno nulla da perdere, gli avvocati sono dipendenti per cui fanno il lavoro per il quale sono pagati. A fine hanno, se portano a casa qualcosa, percepiscono una percentuale, poi si sparano percentuali di recupero di evasione eclatanti. Avete mai visto una statistica sulle cause che l'AdE perde?. Mai.Se l'evasione è notevole, arrivano ad una transazione (tutti conosciamo nomi di cantanti, sportivi, ecc.). Ora cosa fanno?. Ti accusano di piccole evasioni (2/3.000,00 euro) per cui non ti conviene fare ricorso. Devi pagarti avvocato, commercialista, anticipare una percentuale a garanzia. Cosa ti rimane?. Fare una trattativa e cercare di trovare un accordo e PAGARE.

euge50

Gio, 31/03/2016 - 15:23

(Terza parte)Negli anni successivi, quando compili la dichiarazione dei redditi, cerchi di rubare il piu' possibile, cioe' fai il contrario dell'AdE. Se ti va bene sei contento di averglielo messo in quel posto, se ti va male, pazienza, arriverai ad una transazione e chiudi, ma hai avuto almeno la soddisfazione di averci provato ....Un contribuente potrà essere il piu' onesto di questo mondo, ma l'AdE pensa SEMPRE il contrario per cui il cittadino prende esempio da loro e si "adegua". E avrei ancora tanto da aggiungere ....

tiromancino

Gio, 31/03/2016 - 18:25

I mandanti sono a Roma,da oggi non c'è scampo : controlleranno tutto

downtown

Lun, 11/04/2016 - 21:16

Ma cosa dite?