Lampedusa, a 3 anni dalla strage dei migranti si celebra l'ipocrisia della Ue

Il 3 ottobre 2013 quella che sembrava la più grande tragedia del Mediterraneo. Boldrini: "In mare si muore più di prima"

A Lampedusa è il giorno della memoria e dell'accoglienza a tre anni dal naufragio in cui persero la vita 366 migranti (a cui vanno aggiunti altri 20 dispersi): il 3 ottobre 2013, infatti, un barcone prese fuoco e colò a picco quando era a solo mezzo miglio dall'isola.

Ma quella che sembrava la più grande tragedia del Mediterraneo non era che il preludio di anni in cui l'Italia si è trovata da sola ad affrontare una tragedia sempre più grande, mentre l'Europa esprimeva solidarietà soltanto a parole. Tre anni in cui le cifre degli sbarchi sono andate crescendo, nonostante i vari Mare Nostrum, Triton, eccetera.

"Oggi a Lampedusa si celebra la giornata dell'ipocrisia", attacca quindi Matteo Salvini, "A ricordare i 386 immigrati annegati nel Mediterraneo ci saranno infatti quei politici buonisti che, invitando tutti a partire e aiutando gli scafisti, hanno migliaia di morti sulla coscienza. Accogliere chi scappa dalla guerra, fermare tutti gli altri. Il resto è business, sulla pelle dei nuovi schiavi e a spese degli italiani. #stopinvasione, #stoprazzismo".

Che ben poco sia stato fatto lo ammette anche Laura Boldrini: "I morti di Lampedusa chiedono all'Europa di non dimenticare le proprie responsabilità", ha detto la presidente della Camera, "Il ricordo serve ma non basta, quando i numeri continuano ad essere quelli di una strage e nel Mediterraneo si muore più di prima: quest'anno già 3.500 vittime, in aumento rispetto allo stesso periodo del 2015. E a differenza dell'anno scorso, quando era l'Egeo a contare il maggior numero di morti, l'accordo tra Turchia e Ue ha modificato i flussi e ha fatto nuovamente aumentare il numero di vittime sulla rotta dalla Libia".

Un attacco anche agli altri Stati membri: "L'Italia continua a prodigarsi in una straordinaria azione di soccorso, ma l'accoglienza non può coinvolgere soltanto un esiguo numero di Paesi europei", attacca la Boldrini, "C'è bisogno che tutti gli stati dell'Unione condividano la propria quota di responsabilità, come condividono le risorse che dall'Ue arrivano".

Intanto a Lampedusa sono tornati i sopravvissuti di quella tragedia. Con loro i "No Borders" che hanno marciato con cartelli che ringraziano i lampedusani al grido di "L'Europa inizia a Lampedusa" e "No ai muri, sì all'Europa di tutti". Ed è arrivato anche Angelino Alfano che ha partecipato alla cerimonia di deposizione della corona in mare, sul punto della tragedia.

"È un fatto che quella che ricordiamo oggi, fino a tre anni fa era una tragedia italiana, adesso è una giornata europea", dice il ministro dell'Interno, "L'Ue è davanti a un bivio decisivo: o ci si salva tutti, rispettando le regole, oppure sarà un fallimento. Ma ad oggi non tutti gli Stati che hanno sottoscritto i patti per ricollocare i profughi li stanno rispettando, e questo è grave. Noi non sappiamo se sono profughi o no quando li salviamo. Prima li salviamo, solo dopo vediamo se hanno diritto all'asilo o se bisogna mandarli indietro".

Ma in mare sono tornati i barconi. Si parla di quasi 6mila persone salvate in poche ore dalla Guardia costiera. E dal 3 ottobre 2013 "sono oltre 11.400 le persone che hanno perso la vita nel Mar Mediterraneo, la rotta più pericolosa per migranti e rifugiati", denuncia l'Unhcr, l'Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, "È un'occasione di riflessione e di impegno per trovare soluzioni concrete affinché le persone non debbano essere costrette a intraprendere questi viaggi pericolosi per cercare salvezza in Europa".

Commenti

marygio

Lun, 03/10/2016 - 17:01

io non ricordo non voglio ricordare e sto benissimo

Altoviti

Lun, 03/10/2016 - 17:03

L'ipocrisia della UE, la demagogia crilinale della sinistra nostrana, della Chiesa irresponsabile del papa americano e la folle missione USA di distruzione dell'Italia. Fate invece una giornata per le vittime italiane:le ragazze stuprate, i derubati, picchiati e uccisi, gli allievi oppressi dagli immigrati a scuola, i tartassati e chi deve lasciare loro la casa e i diritti, il degrado imperante nelle città. Fate una giornata per l'Italia vittima delle potenze imperialiste: USA, Gran Britania, Francia e Germania. FATE UNA GIORNATA PER LIBERARE L'ITALIA DALLA MAFIO-SINISTRA E PER CHE NON TORNI MAI PIÙ!

VittorioMar

Lun, 03/10/2016 - 17:07

....è i buona compagnia di ONU e USA!!

Giovanmario

Lun, 03/10/2016 - 17:08

ecco perchè lei va in montagna..

MEFEL68

Lun, 03/10/2016 - 17:16

Umanamente mi addolorano tutti quei morti. Persone ingenue e illuse mandate allo sbaraglio incontro ad una morte non casuale, ma calcolata. Però trovo assurdo ed insensato attribuircene, come cercano di imporci certi politici, una benchè minima colpa. La colpa non è dell'Europa o dell'Italia in particolare, ma dei loro stessi paesi, della loro cultura e religione che non hanno saputo o voluto creare i presupposti per un vivere degno degli uomini. Chi deve buttare corone in mare non siamo noi.

amedeov

Lun, 03/10/2016 - 17:20

Quei morti e gli altri che,purtroppo seguiranno, li hanno sulla coscienza le persone che,con il loro finto buonismo,illudono queste persone ad affrontare un viaggio rischioso.

MEFEL68

Lun, 03/10/2016 - 17:21

In confronto alle distese di ghiaccio dove non cresce neanche il muschio e non basta un capanno per ripararsi dal gelo, l'Africa, con il suo clima, abbondanza di acqua, e ricchezze minerarie è un paradiso terrestre. Pertanto, i veri profughi climatici ed economici dovrebbero essere gli esquimesi che invece hanno saputo organizzarsi e vincere sulla natura ostile. Ditelo ai migranti.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 03/10/2016 - 17:33

e dei nostri politici anticipo italiani

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 03/10/2016 - 18:05

E dopo la "commovente" commemorazione tutti i politicanti e boiardi presenti, si sono fiondati sul miglior ristorante dell'isola per mangiar pesce!!

sparviero51

Lun, 03/10/2016 - 18:09

BOLDRINI-ALFANO ACCOPPIATA VINCENTE . STOLTA RETORICA PERSONIFICATA !!!

edo1969

Lun, 03/10/2016 - 18:12

Qualcuno osa dire la verità e usa la parola IPOCRISIA: grazie C. Sarra. I giornali politicamente ipercorretti celebrano invece il "volemose bene", i"grazie lampedusa", "per non dimenticare", e poi via tutti all'apericena o al brunch, ma vuoi mettere che trendy disperarsi per i "nostri fratelli"? In realtà non gliene frega un caSCo a nessuno, a parte i Buzzi di turno che sui migranti continuano a ingozzarsi milionate di soldi pubblici, con benedizione della Boldrini.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 03/10/2016 - 18:17

il massimo dello schifo di sinistra!! e dicevate di essere superiori a tutti! ma sputatevi in faccia!!!

OttavioM.

Lun, 03/10/2016 - 18:43

Per me i morti dell'immigrazione sono i poveri italiani massacrati da immigrati che non dovevano neppure essere in Italia,magari portati qui dalla taxi-marina.Come la commerciante di Monteverde massacrata per 10 euro da un finto profugo del Senegal,o il ragazzo ucciso a Terni da un pregiudicato marocchino tornato con il barcone,o come le vittime del ghanese Kobobo.Questi in mare invece sono vittime dei buonisti d'accatto,di politicanti incapaci e di quelli che lucrano con il business dell'immigrazione e vogliono portare qui più gente possibile.I morti sono aumentati dopo mare nostrum quindi gli stessi che piagnucolano si facciano un'esame di coscienza.

moshe

Lun, 03/10/2016 - 18:47

quando celebreremo la morte dei cittadini italiani ammazzati dagli extracomunitari?

Gaeta Agostino

Lun, 03/10/2016 - 19:33

E se pensate che quel ixxxxxxxe di Renzi ha speso milioni di euro per recuperare il barcone affondato con le vittime ormai putrefatte e non ha ancora spiegato per quale recondito motivo lo ha fatto. Lui dice per umanità, io penso per elargire altri milioni di euro a società di recupero che lo hanno finanziato. Non ha nemmeno pensato che con quei milioni di euro spesi invano si sarebbero potuti aiutare migliaia di quei disgraziati a casa loro. L'ipocrisia assassina dei sinistri italiani non ha limiti, e Renzi ne è l'incarnazione.

Tarantasio

Lun, 03/10/2016 - 20:01

serve un governo di unita' nazionale che ci difenda dagli occupanti stranieri, legali e illegali... basato su un pattod'emergenza tra destra e sinistra e centro che superi qualunque divisione di parte. un solo obiettivo: fermarli e rimpatriarli

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 03/10/2016 - 20:15

Non ho mai capito se erano i migranti che aspettavano che li andassero a prendere o se fossero le navi che aspettavano i migranti venissero incontro.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 03/10/2016 - 20:23

Scaricare responsabilità sull'Europa serve solo a mascherare la vera responsabilità dell'Italia che fa di tutto, ancora oggi, per incoraggiare gli arrivi e pertanto ha la responsabilità morale dei morti in mare. Non si può parlare di ipocrisia dell’Europa quando si mandano delle circolari nelle scuole perché si parli bene degli immigrati, tutti i media fannpo a gara a predicare l’accoglienza e le nostre navi stazionano ai limiti delle acque libiche pronte a caricare chiunque lasci la costa. Questa è la vera ipocrisia, quella di Renzi, del suo governo e delle anime belle buoniste che fanno i benefattori dell’umanità a spese degli italiani; l’ipocrisia di Stato. L’Europa ha capito di aver sbagliato tutto sull'immigrazione e sta cercando di rimediare, bloccando le frontiere e costruendo muri e reticolati. L'Italia è l’unica che insiste sulle porte aperte e accoglienza a tutti, ed ha imposto la solidarietà di Stato "contro" la volontà dei cittadini.

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 03/10/2016 - 20:31

Questo articolo, visti i toni, potrebbe apparire tranquillamente su Repubblica o L'Unità. Le uniche parole giuste sono quelle di Salvini. Fu proprio dopo quel naufragio che, per sentirsi meno colpevoli, quel genio di Letta cominciò a spostare l’attenzione sull’Europa, rendendola responsabile di colpe che erano solo dell’Italia. Ma non ci obbligò l’Europa a lanciare l’operazione Mare nostrum, né a nominare ministro una congolese, né a promettere lo ius soli, né a garantire l’accoglienza a tutti i disperati africani. Anzi l’Europa ci ha detto chiaramente che la nostra politica a favore degli immigrati favorisce ed incoraggia le partenze e con l’operazione Frontex dobbiamo limitarci a controllare e difendere i confini. Non c’è scritto da nessuna parte che dobbiamo andare a soccorrere i naufraghi in acque libiche. Ma noi facciamo finta di non sentire, continuiamo ad accogliere immigrati ed accusiamo l’Europa. Buffoni e ipocriti.

Ritratto di orcocan

orcocan

Lun, 03/10/2016 - 21:00

Da milleni, umanamente, in ogni angolo del mondo, ognuno recita nella propria lingua: "Mors tua vita mea".

Una-mattina-mi-...

Lun, 03/10/2016 - 21:39

PER ME ESISTE SOLO LA FESTA DELLA LIBERAZIONE E CANTO SOLO LA CANZONE DEL PIAVE.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 03/10/2016 - 22:24

anche sulle autostrade ne muoiono ma molte di più, ma non c'è il giorno della memoria per queste vittime.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 03/10/2016 - 22:44

A Lampedusa oggi è andato in onda il festival della RETORICA, grande maestro dell'orchestra Angelino HALF/ANO!!!!lol lol. AMEN!!!

Ritratto di liusstrale

liusstrale

Lun, 03/10/2016 - 23:03

Una delle tante situazioni in cui predomina l’indifferenza.Ma quello che è ancora peggio dell’indifferenza è l’ipocrisia di coloro che hanno un importante ruolo politico in particolare l'ONU. Mi chiedo se queste autorità sono in effetti l’espressione di una umanità votata all’egoismo e all’immobilismo che si muove solo quando ci sono di mezzo solo gli interessi.Agli uomini di buona volontà non rimane che la rabbia e la pietà di fronte a tanta umanità sofferente.

Luigi Farinelli

Lun, 03/10/2016 - 23:46

Risposta dell'Europa: "Bravi, ma mi raccomando il rigore, per cui niente sconti per ospitare altri migranti. Comunque, continuate a ospitarli, tanto, chiudendo le frontiere in Francia, Austria e Ungheria, in Germania e Nord Europa ne arriveranno pochi e rimarranno tutti da voi. Come dite? Che l'Italia ha dato all'Ue, dal 2001 al 2014, 71 miliardi di euro in più di quanti ne abbia ricevuti e dato, compresi prestiti, 131 mldi in 14 anni? ma allora non avete ancora capito che voi Italiani siete polli da spennare? Che siete formiche ma che ci conviene farvi passare per cicale per continuare a spennarvi? Perciò, seguite il consiglio di saggi uomini come Napolitano: più Europa, meno Stati nazionali. Del resto, Napolitano è un massone DOC, uno dei nostri scagnozzi preferiti. Dovete dargli ascolto."

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 04/10/2016 - 00:43

Di chi è la colpa? Sempre degli altri?

peppino51

Mar, 04/10/2016 - 06:09

Lampedusa celebra l'ignoranza che li distingue, la deficienza mentale che li classifica, senza rendersi conto che tutti i danni che stanno facendo sono a carico di tutti gli Italiani.

peppino51

Mar, 04/10/2016 - 06:12

Vergognoso e infantile la cerimonia architettata da Alfano e la mafiosa sindaca di Lampedusa.

Popi46

Mar, 04/10/2016 - 06:20

11400 dal 2013? Sempre troppo pochi.Popi46

Popi46

Mar, 04/10/2016 - 06:38

@liusstrale: mi permetto di dissentire:l'ONU è l'organizzazione internazionale più inutile che esista,anzi tra quelle più dannose.Popi46

timoty martin

Mar, 04/10/2016 - 08:36

Ipocrisia della UE? E l'irresponsabilità dei leaders di sinistra che li vanno a prendere fino in Africa?

Luigi Farinelli

Mar, 04/10/2016 - 11:00

@Popi46, h.06:38: Ben detto!