L'Anpi sfregia l'Inno d'Italia per fare contenti i migranti

Durante una commemorazione inno modificato in "Fratelli in Italia" per promuovere l'integrazione degli immigrati

In nome dell'accoglienza dei migranti l'Anpi sfregia pure l'Inno d'Italia. Oggi a Bologna, in occasione della festa dedicata ai partigiani all'Istituto Aldini Valeriani di Bologna, ex partigiani e studenti hanno cantato un inno di Mameli diverso. Modificato, o forse sarebbe più corretto dire "storpiato". "Fratelli in Italia" invece di "Fratelli d'Italia".

Nella scuola del capoluogo emiliano si stava tenendo la commemorazione per Efrem Benati e Emilio Bussolari, un bidello e uno studente che si erano uniti ai partigiani e che sono stati fucilati a Sabbiuno di Paderno il 14 dicembre 1944. Bene. Una nobile commemorazione. Ma perché modificare l'inno per promuovere l'accoglienza dei migranti? Secondo quanto riportato dal Tg3 dell'Emilia Romagna, la scelta deriva dal desiderio di esprimere il principio di integrazione come valore fondante della Repubblica. Messaggio che si va ad aggiungere a quelli di indipendenza e libertà di cui i partigiani si fanno promotori. "È un bel significato", dice una stundetessa di fronte alle telecamere. "Mi sembra più adatto di come era prima - ribatte una compagna - perché comprende tutti".

E in effetti quella modifica comprende tutto, tranne il rispetto per l'inno di Mameli. Che non dovrebbe essere modificato a piacimento, perché è il simbolo più alto dell'essere comunità. Dell'essere Patria. "Giù le mani dall'inno nazionale - attacca Galeazzo Bignami, consigliere regionale di Forza Italia - Questi qua (non mi saprei esprimere maggior disprezzo) dimostrano ancora una volta di essere degli anti italiani, incapaci di amare la nostra Nazione e di essere orgogliosi della nostra identità nazionale. Non si devono permettere di storpiare per la loro volgare propaganda l'Inno d'Italia. Ho già chiesto che le varie istituzioni, che sovvenzionano lautamente coi soldi nostri le loro iniziative, revochino ogni contributo. Andassero a lavorare a casa dei clandestini se vogliono essere loro fratelli e lasciassero stare il nostro Inno".

Commenti
Ritratto di Séarlas

Séarlas

Mar, 06/12/2016 - 16:22

Nobile commemorazione? Studiate la storia, ma non quella scritta dai vincitori o dai comunisti. Branco di pecore!!!!

paci.augusto

Mar, 06/12/2016 - 16:23

Questa ideologia infame e criminale che ha già fatto bel oltre 300MILIONI di assassinati nel mondo ed il computo non è ancora finito, tra le sue innumerevoli porcate, ora ha anche quella di aver sfregiato l'inno di Mameli!! Anche questa infamia, in sfrontato ossequio dell'invasione di MILIONI di cialtroni clandestini, con forti percentuali di delinquenti e criminali di tutte le razzacce, che TUTTI I GIORNI commettono reati a danno degli italiani!! Ma il Paese non ne può più e se ne accorgeranno alle prossime elezioni!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 06/12/2016 - 16:27

....ANPI...Brrrrr!La "liberazione" l'hanno fatta gli Alleati.Loro,più danni che benefici.....Per dirla tutta, all'epoca,i "partigiani" di ispirazione Comunista(la maggioranza),idolatrava l' l'U.R.S.S.,e "combatteva" non tanto per la liberazione ,per l'occupazione del territorio Italiano da parte delle truppe tedesche,quanto "fiancheggiare" politicamente l'U.R.S.S,nella speranza di.....La progenie di quei "partigiani",infatti non muove un dito,per contrastare altrettanta INVASIONE,delle cosidette "risorse",che stravolgeranno l'identità italiana,perchè politicamente "intonati" con tale evento.Altro che lottare contro il "collaborazionismo fascista"!!.Il"NO" a questo referendum,era doveroso,ma il dire che la Costituzione è nata dalla Resistenza, che deve restare in eterno uguale a se stessa,che il cambiarla è sacrilegio,e chi prova a farlo - sia pur per via costituzionale e democratica - è un nemico del popolo,è troppo!!

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Mar, 06/12/2016 - 16:36

I giudici dove sono?

baronemanfredri...

Mar, 06/12/2016 - 16:52

QUESTO NON E' IGNORANZA POLITICA E' SOLTANTO VILIPENDIO ALL'INNO. ORMAI HANNO ROTTO IL PD L'ARCI E LA CGIL. ORMAI SONO DA DENUNZIARE ALLA PROCURA.

frabelli1

Mar, 06/12/2016 - 17:02

Non dimentichiamoci che l'Inno d'Italia, negli anni Settanta, chi lo cantava o suonava era considerato fascista, loro cantavano bandiera rossa. Quindi si stanno smascherando ogni giorno che passa. E basta tirionfalismi ai partigiani, basta!!!

rossini

Mar, 06/12/2016 - 17:03

E che vi aspettavate da quelli dell'ANPI? Un'associazione di Caini, assassini di fratelli. Capaci di affrontare l'avversario non a viso aperto ma solo sparandogli alle spalle. Ora la loro missione è quella di favorire l'invasione dell'Italia da parte di negri, islamici e zingari. Nemici della Patria!

MarcoTor

Mar, 06/12/2016 - 17:17

ormai pure voi siete una macchietta

Ritratto di Cobra31

Cobra31

Mar, 06/12/2016 - 17:32

non è che l'hanno modificato per via del partito della meloni? eppure dovrebbero saperlo che tanti giovani italiani hanno sacrificato la loro vita per quell'inno. Evidentemente non sono in grado di capire il sacrilegio e l'insulto che hanno commesso ne loro confronti.

angelo1951

Mar, 06/12/2016 - 17:42

Associazione non di partigiani, se mai ne sono esistiti di veri con l'ideale di difendere la patria e non quelli che delinquero dopo l'invasione alleata per portare al potere e alla magiatoia la propria banda, bensì di parassiti che ingrassano sull'affare dei clandestini. Per ognuno dei quali l'indecenza politicante butta il doppio (35 €/die) di quanto deve bastare ai pensionati minimi (16 €/die).

pensaepoiagisci

Mar, 06/12/2016 - 17:46

è una contraddizione tutto questo..i partigiani in primis hanno dato la vita per liberare l'italia dagli stranieri..e del resto lo stesso inno canta "non passa lo straniero" !!!

zenzero1978

Mar, 06/12/2016 - 17:53

Perché non modificano in "fratelli a casa loro" cioè se li portano a casa ..... vediamo quanta ipocrisia riescono a stillare dai loro pori. L"unico modo per difenderci è il nazionalismo ma lo hanno tolto dal loro DNA.

Utente23456

Mar, 06/12/2016 - 17:57

Mio dio che schifo...

ziobeppe1951

Mar, 06/12/2016 - 18:01

gzorzi....tu che conosci l'inno, hai qualcosa da dire?

perseveranza

Mar, 06/12/2016 - 18:03

Questi sono proprio fuori di testa! Adesso basta con questo calabraghe continuo ....perché ci sono gli immigrati! Basta. Qui siamo in Italia, l'inno é quello di Mameli, qui si festeggia Natale, si fanno i presepi ecc. se agli immigrati la cosa disturba sono gentilmente pregati di tornare nei loro Paesi.

brunog

Mar, 06/12/2016 - 18:04

Branco di idioti, ipocriti e falsi, a vincere la guerra sono stati gli alleati, hanno avuto 59.200 che voi codardi e vigliacchi vi rifiutate di ricordare. Se fosse stato per l'eroismo dei partigiani i tedeschi sarebbero ancora qui e la lingua ufficiale sarebbe il tedesco, e forse sarebbe stato anche meglio invece di essere governati da una massa incapaci e ladri.

nopolcorrect

Mar, 06/12/2016 - 19:21

Volgari terzomondisti anti-italiani.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Mar, 06/12/2016 - 20:42

La schifezza della comunitá italiana si é imboscata nella setta Anpi.vivono di finanziamenti pubblici ma rinnegano l´Italia,e ne sono fieri questi vecchi terroristi.una loro appartenente é la boldrini parente di gentaglia che ha ammazzato donne bambini,e pure prelati.

angelovf

Mar, 06/12/2016 - 23:35

Per distruggere questi nemici del Italia (traditori) il popolo deve essere unito, non ci sono regioni a se stante, c'è l'Italia, il popolo deve portarsi dove esiste il problema, se c'è a Roma tutti dobbiamo andare a Roma, deve valere il detto che una noce in un sacco non fa rumore, Altri popoli, ad esempio i polacchi, loro vivono con le loro famiglia in tranquillità e neanche si conoscono bene cono i loro vicini di casa, (non come noi) ma quando succede un problema in qualsiasi città della Polonia, il popolo è unito e compatto, ed esiste solo la Patria, così vorrei che fossimo noi. Spero che così avvenga.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Mer, 07/12/2016 - 00:29

X gli italiani veri altra dimostrazione dopo quelle succeduti dal ventennio in qua: per loro tu, italiano vero, sei massa e null'altro! ... Libertà o cara ... VOTO SUBITO

apostrofo

Mer, 07/12/2016 - 01:26

Nella commemorazione del 25 aprile,Festa della Liberazione, l'ex presidente della Repubblica, Napolitano, esaltava il grande valore dei partigiani che cacciarono l'esercito tedesco (!), non menzionando minimamente i 7.862 soldati americani, che giacciono nel cimitero americano di Nettuno, morti in Italia nella seconda guerra mondiale ! Chissà perché sono morti ?

cla_928

Mer, 07/12/2016 - 07:38

L'Anpi non ha più ragione di esistere e lo dice uno che ha avuto due zii di 22 e 23 anni uccisi dai nazisti.Ma esiste ancora un partigiano?Dovrebbe avere almeno 95 anni per cui è un'associazione inutile per fare tessere e politica.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 07/12/2016 - 07:40

questa è SOTTOMISSIONE ! Fratelli in Italia ? In pratica dei turisti per caso ...

rudyger

Mer, 07/12/2016 - 08:27

La costituzione più bella del mondo non si tocca. Ma lo Stato si può disgregare! infatti il precedente art. 14 della costituzione che recitava:" La Repubblica si riparte in Regioni, Province, Comuni." nel 2001 i signori comunisti lo modificarono in: "La repubblica è costituita dai Comuni, dalle Province, DALLE CITTA' METROPOLITANE, dalle Regioni , dallo STATO" . Basta un comune di quattro gatti comunisti per bloccare l'attività dello Stato. Eh si, perchè lo Stato conta meno di un Comune (comunista) che può bloccare ogni progetto di lavori dello Stato. Loro si che possono toccare la costituzione, gli altri NO.

elio2

Mer, 07/12/2016 - 08:55

Ma chi sono questi decerebrati? di quale liberazione parlano, che nessuno di loro era vivo all'epoca? ma andate a quel Paese, siete solo dei pagliacci, non rappresentate che voi stessi, servi di una criminale ideologia che non ha mai fatto neppure i vostri interessi.

orso bruno

Mer, 07/12/2016 - 08:56

x Mario Leone.Giustissimo ! I magistrati,pronti a ficcare il naso dappertutto, non considerano atto dovuto il comportamento dell'ANPI?

orso bruno

Mer, 07/12/2016 - 09:01

x Mario Leone.Giustissimo ! I solerti magistrati,usi ad intervenire a comando, non hanno nulla da eccepire?

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mer, 07/12/2016 - 09:11

Non dovrebbe sembrare ragionevole eliminare l'ANPI dopo più di 70 anni dalla fine della Guerra. Quanto costa mantenerla in vita ai contribuenti Italiani ? Mi sembra uno spreco assurdo.Onore al merito e vietato dimenticare ma senza gravare sui contribuenti.

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Mer, 07/12/2016 - 09:22

l'anpi deve cessare di esistere,va cancellata, sono finiti i partigiani d'epoca, quelli odierni sono solo parassiti inutili

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 07/12/2016 - 09:23

Io penso che di "Balle" sui partigiani ne abbiamo sentite abbastanza. Sarebbe ora di stendere un velo pietoso anche su questo e pensare a costruire il futuro.

steacanessa

Mer, 07/12/2016 - 09:25

Pagliacci parassiti! I veri partigiani sono morti, questi rubano i nostri soldi. Via le sovvenzioni!

Trinky

Mer, 07/12/2016 - 09:27

ziobeppe.........sbagli, per gzorzi l'inno nazionale è bella ciao....glielo ha detto Santoro!

tuttoilmondo

Mer, 07/12/2016 - 10:48

FRATELLI IN CAPALBIO NO, EH!

sbrigati

Mer, 07/12/2016 - 10:56

Chissà quanti partigiani, quelli veri che hanno rischiato la pelle, erano alla manifestazione?

elalca

Mer, 07/12/2016 - 11:01

A.N.P.I.,: accolita nazionale paracu@@ inetti

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Mer, 07/12/2016 - 11:32

Sono nato alla Bolognina 72 anni fa. L'Istituto Aldini Valeriani si trova ai margini della Bolognina, in zona Arcoveggio. Sia la Bolognina, sia l'Arcoveggio e più in generale la zona nord di Bologna, furono oggetto di scontri duri reali con i nazifascisti, anche con l'intervento di mezzi corazzati tedeschi. I partigiani che vi parteciparono erano uomini coraggiosi e decisi. Ne ho conosciuti bene alcuni e un paio erano miei parenti, allora giovanissimi: nessuno di loro avrebbe tollerato nemmeno uno sputo in terra da parte dei tanti clandestini che infestano il quartiere; ergo, i rappresentanti ANCI (anche di questi ne conosco) sono solo dei sempliciotti infarciti di demagogia.

tuttoilmondo

Mer, 07/12/2016 - 11:47

FRATELLI IN ITAGLIA! È stato annullato il bando di accoglienza per i richiedenti asilo a Capalbio (Grosseto). I cinquanta ragazzi che avrebbero dovuto soggiornare nel condominio de “Il Leccio”, verranno sistemati altrove. Presto verrà avviata una nuova procedura selettiva. Lo ha deciso il nuovo prefetto di Grosseto, Cinzia Teresa Torraco, che si è avvalsa della facoltà di non procedere all’affidamento del servizio come previsto nelle disposizioni finali del bando. La gara, che aveva assegnato a Capalbio circa 20 migranti, come ricordato su alcun quotidiani, l’estate scorsa diventò un caso nazionale con la rivolta degli abitanti e di tanti vacanzieri, più o meno noti, che frequentano la cittadina: iniziarono una serie di proteste, atti formali, ordinanze, pronunce del Tar e pareri anche dell’Avvocatura dello Stato, fino al definitivo annullamento della gara.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Mer, 07/12/2016 - 11:57

La cantante che ha reinventato l'inno al "Ferrari Day" aveva almeno la scusante di non essere italiana e non conoscere la lingua, ma questi pseudopartigiani sono solo dei buffoni. La prossima modifica che introdurranno sarà, dopo il "siam pronti alla morte. Italia chiamò", anziche il "sì", un bel "tiè", con tanto di gesto dell'ombrello.

Rainulfo

Mer, 07/12/2016 - 12:06

Come ti cancello la storia bimillenaria trasformando un di in un in. Io non voglio accogliere tutti a caso, mi sento fratello dei miei fratelli. se questi sinistrati mentali si sentono fratelli dei musulmani e degli africani in genere potrebbero pure chiedere asilo politico al sudan, alla nigeria, al mali e via dicendo... fuori dai c...oni!

i-taglianibravagente

Mer, 07/12/2016 - 12:07

Da quando ho scoperto che Mameli era massone, e quando scrive "Fratelli d'Italia" si riferisce ai framassoni italiani......per me e' cancellato.

Dani55

Mer, 07/12/2016 - 12:24

Mi pare che Fascismo e Comunismo siano stati rottamati entrambi almeno nella loro forma storica. Non dimentichiamo che Fascismo e Comunismo erano nati da un ceppo ideologico comune che in vario modo si opponeva al liberismo economico, propugnava un ruolo più o meno dominante dello Stato e la difesa delle classi popolari. Il punto di maggior divisione fu il giudizio sulla guerra e sul nazionalismo, è ora di chiudere per sempre queste contrapposizioni. Cerchiamo i punti di contatto tra questi due filoni culturali: l'opposizione al liberismo e la difesa del popolo. La Destra deve stemperare il nazionalismo, in favore dei valori europei altrimenti l'UE implode, la Sinistra deve rivalutare il ruolo dell'imprenditoria, capire a fondo la sua funzione sociale nel territorio e per le comunità locali, in antitesi alla logica delle multinazionali e della finanza.

rocky999

Mer, 07/12/2016 - 12:39

Dubito che nell'ANPI ci siano ancora veramente dei partigiani, a quest'ora ne saranno rimasti in vita una decina sui 90-100 anni e invece io vedo nella foto degli arzilli sessantenni che non hanno mai fatto i partigiani in vita loro e odiano l'Italia. L'ANPI non ha più senso di esistere, anzi non ce l'ha mai avuto visto che questi signori sono colpevoli dei più efferati delitti, durante la seconda guerra mondiale, commessi sul suolo italiano e non sarebbero stati in grado nemmeno di liberare il pianerottolo di casa loro senza l'aiuto degli alleati.

steacanessa

Mer, 07/12/2016 - 12:50

Riprovo. I veri partigiani sono morti. Questi sono parassiti che ci succhiano soldi.

46gianni

Mer, 07/12/2016 - 13:14

Associazione Nazionale Poveri Ignoranti nulla da aspettarsi

GiovannixGiornale

Mer, 07/12/2016 - 13:42

A parte la volgarità del gesto, chiedo per quale motivo si danno i soldi a questi e non alla ANGI - Associazione Nazionale Garibaldini Italiani, dato che non ci sono più né partigiani, né garibaldini.

Malacappa

Mer, 07/12/2016 - 13:51

L'inno di Mameli non si tocca,e' fratelli d'italia e basta perche' l'Italia e' stata fatta dagli italiani quelli veri no i traditori di adesso,e sti mantenuti non sono miei fratelli CHIARO.ANPI vergognatevi.

Ritratto di Farusman

Farusman

Mer, 07/12/2016 - 13:52

$pensaepoiagisci$ : mi sbaglio o nel suo impeto nazionalista ha fatto un pò di confusione tra "inno di Mameli" e "la Canzone del Piave" di EA Mario ed ove effettivamente si canta " non passa lo straniero! zan zan" Zan Zan era la chiusura che aggiungevamo noi, giovani studenti, al termine della cantata.

Ritratto di scoglionato

scoglionato

Mer, 07/12/2016 - 14:05

Riprovo: La guerra è finita da 71 anni,come mai marciano persone quarantenni e cinquantenni,saranno highlanders ? Ma finiamola con queste buffonate,ancora con il fascismo? Il pericolo vero è a sinistra e sa sempre.

mifra77

Mer, 07/12/2016 - 14:33

Anch'io ho aggiunto una"I" alla loro sigla; ANPII: associazione nazionale parassiti in Italia.