L'appello dei docenti italiani: così boicottano Israele

Gli accademici italiani si schierano contro Israele: "Chiediamo l'interruzione di ogni forma di cooperazione accademica e culturale"

259 accademici e accademiche provenienti da più di 50 università e istituti di ricerca italiani hanno firmato un appello nel quale si impegnano a boicottare le istituzioni accademiche israeliane. L’appello è stato lanciato in solidarietà con la campagna della società civile palestinese per il Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS)

Nell'appello, presente sul sito www.stoptechnionitalia.wordpress.com, viene spiegato il motivo del boicottaggio: "Le università israeliane collaborano alla ricerca militare e allo sviluppo delle armi usate dall’esercito israeliano contro la popolazione palestinese, fornendo un indiscutibile sostegno all’occupazione militare e alla colonizzazione della Palestina. Il Technion è coinvolto più di ogni altra università nel complesso militare-industriale israeliano", si legge sul sito. Gli accademici alzano le barricate e battono i piedi, per loro ogni forma di collaborazione con l'istituto deve cessare: "Chiediamo pertanto ai nostri colleghi docenti e ricercatori/trici di porre fine a ogni forma di complicità con il complesso militare-industriale israeliano e chiediamo l’interruzione di ogni forma di cooperazione accademica e culturale, di collaborazione o di progetti congiunti con il Technion".

Come fa sapere il professore Angelo D'Orsi, dell'Università di Torino, l'inizitiva ha avuto origine in Gran Bretagna, a cui poi hanno aderito anche i colleghi nostrani. "Vorrei far sapere a tutti che è partita la campagna di boicottaggio di TECHNION la più importante istituzione universitaria israeliana, direttamente impegnata nell'azione di sostegno al governo, produttrice tra l'altro dei micidiali bulldozer che stanno distruggendo sistematicamente gli insediamenti palestinesi, nel silenzio complice del mondo. TECHNION collabora con le principali industrie di armi, anche quelle particolarmente sofisticate, per aumentare la capacità distruttrice dell'esercito occupante israeliano, contro le persone, le dimore, le coltivazioni, i beni dei Palestinesi", ha detto il prof. D'Orsi.

All'iniziativa dei professori si è poi unito un gruppo di studenti, che fanno parte del collettivo “Progetto Palestina” e che ha iniziato un volantinaggio all'Università di Torino per chiedere agli altri professori di aderire all’appello al boicottaggio. Nello striscione appeso nel cortile del campus si legge la scritta "Il sapere è fatto per prendere posizione”, citazione del filosofo Foucault. Vista la posizione intransigente e di chiusura degli studenti, sembra che la ricerca del sapere non sia il loro interesse primario. Eppure non gli si può fare una colpa, visto e considerato il (cattivo) esempio che ricevono da coloro che, in barba all'etica, si schierano apertamente, e invece dovrebbero condurli e spronarli nella suddetta ricerca.

Tuttavia, non tutti sostengono acriticamente la protesta dei professori e degli studenti, infatti tra i commenti al post nella pagina Facebook del collettivo ne spicca uno in particolare: "Oggi gli ebrei d'Europa scappano ancora a migliaia ogni anno, dalla Francia soprattutto, e nessuno che dica nulla... Ma nessuno dice niente, perché nulla è cambiato da allora, l'antisemitismo è sempre presente", ha detto Emile Khorsai.

Annunci
Commenti

fr4nk18

Gio, 04/02/2016 - 12:02

accademici antisemiti da mettere all'indice questo si

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 04/02/2016 - 12:05

Classico e stantìo titolo acchiappaclick: si stravolge il contenuto dell'articolo per renderlo appetibile ai lettori. In realtà si evince dall'articolo stesso che non si tratta di boicottaggio "contro Israele" ma si chiede semplicemente di non collaborare con TECHNION in quanto impegnata direttamente nel progetto e nella costruzione di armi poi utilizzate nei territori occupati.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 04/02/2016 - 12:07

L'elenco dei Prof. e deficiente delle materie d'insegnamento. Per esempio: "Coreografia", "Scienze della calzoleria", "Storia della Pizza", "Scienze della Gastronomia", "Culinaria della politica di sinistra"...

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 04/02/2016 - 12:12

4 gatti chiedono alle proprie ditte di non fare affari con qualcuno. andrebbero licenziati perché vogliono bloccare possibili sviluppi.

billyserrano

Gio, 04/02/2016 - 12:20

Giusto. Ora però chiediamo agli usa, e agli altri stati di tutto il mondo, di smettere di costruire armi letali da usare per la guerra.

Trifus

Gio, 04/02/2016 - 12:21

Questa è la conferma, siamo nella Eurabia.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 04/02/2016 - 12:25

E già. Quei poveri palestinesi che si possono permettere solo coltelli e petardoni kassam per la distruzione di Israele. Più soldi ai santi martiri.

Ritratto di IRON

IRON

Gio, 04/02/2016 - 12:41

Il giorno della "memoria" serve solo come sinistra strumentalizzazione . Il resto e' ripugnante antisemitismo di sempre. Gianfranco Robe : ottimo il commento !

Cheyenne

Gio, 04/02/2016 - 12:43

Conosciamo di che pasta sono fatti i docenti universitari italiani tutti in cattedra per motivi politici (leggi raccomandazione del PCI e/o ma molto di meno degli altri partiti). Ricordiamoci l'adesione praticamente al 100% al Fascismo, per poi nel 1945 diventare tutti comunisti. Si boicotta l'unico Paese democratico del Medio Oriente che ha il solo torto di difendersi da barbari aggressori. In una parola FANNO SCHIFO, l'università italiana è ridotta a una fabbrica di lauree regalate, specie in medicina, con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti. CIALTRONI E CRIMINALI

franco-a-trier-D

Gio, 04/02/2016 - 12:44

sono d 'accordo con i professori italiani.Sto leggendo cosa scrivono gli ebrei-sionisti

franco-a-trier-D

Gio, 04/02/2016 - 12:44

sono d 'accordo con i professori italiani.Sto leggendo cosa scrivono gli ebrei-sionisti..

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 04/02/2016 - 12:55

mariosirio: premesso che non si tratta di dipendenti di alcuna ditta ma di docenti presso università ed istituti di ricerca, ti pongo un quesito: se tu possedessi un'azienda e qualcuno, per assurdo, ti chiedesse di studiare per loro una nuova arma, capace di liquefare in meno di un minuto, e fra atroci sofferenze, la popolazione inferiore ai 5 anni di vita in un'area di 10 chilometri quadrati... tu accetteresti per non bloccare possibili sviluppi???

cecco61

Gio, 04/02/2016 - 12:56

Dreamer 66: sempre ad arrampicarti sui vetri. E perché non boicottare contemporaneamente tutti coloro che aiutano, finanziano e producono le armi usate dai palestinesi contro Israele? O tutte le aziende produttrici di armi, anche se il poliziotto armato ci fa comodo quando siamo vittime di qualche aggressione? Coerenza per favore, non pagliacciate. Ad ogno modo chi è causa del suo mal, pianga sé stesso. Tutte le comunità ebraiche italiane, per il loro tornaconto immediato, stanno con la sinistra e con questi presunti intellettuali che vogliono cancellare Israele dalle carte geografiche (si vedano le lamentele contro Fiamma Nirenstein ambasciatrice perché di destra). Quindi, chi se ne frega.

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 04/02/2016 - 12:56

Perchè non boicottare anche l'America, la Russia e la Cina per lo stesso motivo?.

franco-a-trier-D

Gio, 04/02/2016 - 13:01

sono d 'accordo con i professori italiani.Sto leggendo cosa scrivono gli ebrei-sionisti,

Fire_3

Gio, 04/02/2016 - 13:03

I sionisti ebrei hanno portato progresso, democrazia, emancipazione in Palestina, e se ne sono avvantaggiati sopratutto gli arabi israeliani,che vivono in condizioni di vita enormenente migliori dei loro confratelli reclusi e vessati nell'enclave di Gaza o i poveri profughi deportati nei diversi Paesi Arabi... Boicottare Israele con la campagna BDS a cui aderiscono anche molti sinistri italiani risponde al progetto postnazista di eliminare l'ebraismo e ridurre in schiavitù i semiti arabi.. Buona vessazione Fire

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Gio, 04/02/2016 - 13:04

@Dreamer_66....mentre lei è la solita minestra riscaldata

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Gio, 04/02/2016 - 13:07

Come al solito tutta l´erba un fascio! ci appellano antisemiti quando invece siamo antisionisti; la differenza esiste tra israeliti ebrei e sionisti ebrei, come tra italioti di sinistra e italioti di destra gli uni pseudo-comunisti gli altri fascio comunisti, in fin dei conti quello che conta sono i propri interessi politici e finanziari. Il bene e il male a secondo il punto di vista. Io so solo che dove c´´e da sopprimere per arricchirsi i sionisti sono sempre primi

gpquerce

Gio, 04/02/2016 - 13:11

Purtroppo è così, il politicamente corretto vive di queste idiozie. Crei una vittima e i suoi presunti diritti, il nemico e i suoi presunti soprusi senza andare a fondo. Il tutto per avere uno sporco consenso dal popolino ignorante. Parlano dei diritti dei palestinesi e mai loro soprusi e diritti di Israele. Parlano dei diritti dei gay e mai dei diritti dei bambini loro affidati. Diritto di opinione ma sei fascista se non la pensi come loro... La storia non cambia...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 04/02/2016 - 13:15

Dimenticavo, tra le materie professate dai professori che firmano contro gli Ebrei, ci deve essere la "Educazione sessuale"... specialmente delle professoresse PDote.

alberto_his

Gio, 04/02/2016 - 13:16

Prescindendo dal caso specifico, il boicottaggio è strumento legittimo, potente, efficace e difficilmente contingentabile, e per questo è assai temuto. Ognuno può liberamente scegliere se opporsi o supportare una causa per qualsivoglia ragione. Nel caso in esame, come correttamente riporta Dreamer_66 (che pare l'unico in grado di comprendere un testo scritto), la campagna di boicottaggio è contro Technion, non contro Israele del quale, per altro e senza contraddizione, si possono apprezzare e sostenere altre iniziative/politiche/associazioni/ricerche/ecc..

marygio

Gio, 04/02/2016 - 13:17

accademici? solo dei piccoli idioti rossi. pidocchi

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 04/02/2016 - 13:28

cecco61: quali armi... i sassi e i coltelli? Quali sono questi istituti tecnologici con i quali gli stessi accademici collaborano al fine di creare armi contro Israele??? Chi sono questi intellettuali che vogliono cancellare Israele dalla cartina geografica? Facile esprimersi con i "bla bla": coraggio, fai i nomi e riporta i dati.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 04/02/2016 - 13:40

forse Israele e l'internazionale sionista non boicotta chi loro considerano un nemico?

Maura S.

Gio, 04/02/2016 - 13:48

mi chiedo, perché questi professori non bruciano anche la bandiera del daesh...... perché non se la prendono con ci vendono armi alla Turchia = isis...... i soliti sinistroidi chic...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 04/02/2016 - 13:49

Giusto boicottare chi in Israele lavora all'occupazione e sottrazione di terra palestinese. Peraltro molti ebrei sono contrari a questo abominio, anche ebrei ortodossi

i-taglianibravagente

Gio, 04/02/2016 - 13:55

Altra categoria zeppa di zecche rosse, fancazzisti di professione come in magistratura. Vere e proprie piaghe sociali.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Gio, 04/02/2016 - 13:56

E che cos' è’ l’antisionismo? E' negare al popolo ebraico un diritto fondamentale che rivendichiamo giustamente per la gente dell'Africa e accordiamo senza riserve alle altre nazioni del globo. E' una discriminazione nei confronti degli ebrei per il fatto che sono ebrei, amico mio. In poche parole, è antisemitismo… Lascia che le mie parole echeggino nel profondo della tua anima: quando qualcuno attacca il sionismo, intende gli ebrei, puoi starne certo. (Martin Luther King)

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 04/02/2016 - 13:59

Vorrei tanto che Israele e Palestina si riappacificassero. Se però devo scegliere uno dei due scelgo Israele 1000 volte. In Palestina la democrazia non sanno ancora da parte stia, come i nostri cari docenti italiani.

Renee59

Gio, 04/02/2016 - 14:09

Tutta gente messa lì dal partito...è chiaro che sono contro israele e pro islam come tutta la gente di sinistra, che non sa minimamente il danno che si stanno facendo e che stanno facendo a tutta l'Italia.

blackbird

Gio, 04/02/2016 - 14:13

Quando Mussolini promulgò le leggi anti-semite, non mi risulta che nelle università italiane ci sia stata una assordante protesta a favore dei colleghi ebrei. Mai, come in questo periodo, si stanno ripetendo fenomeni che la storia ci ha insegnato.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 04/02/2016 - 14:14

serramana1964: uellà... mezza riga di "brillante" commento. Chissà quanta fatica ti sarà costata...

Ritratto di SAXO

SAXO

Gio, 04/02/2016 - 14:21

Chi e senza peccato, scagli la prima pietra!Onestamente della PALESTINA e della diatriba tra loro sionisti e non ,palestinesi ed ebrei, per i miei gusti ha raggiunto il limite assoluto.Il mondo occidentale e stanco da 3000 anni di queste faide senza fine.Che si fott......

krgferr

Gio, 04/02/2016 - 14:30

A volte, purtroppo, ritornano. Saluti. Piero

polonio210

Gio, 04/02/2016 - 14:41

Dreamer66:non avrei nessuno scrupolo a costruirla e sperimentarla,al limite amplierei la casistica dei colpiti portandola ad evaporare tutti gli islamici in una area più vasta,senza differenziazione di sesso ed età,ma che poi lasci le infrastrutture quasi intatte.Ma poi,una volta risolto quel problema,la tarerei per liquefare gli imbecilli.A proposito una bomba simile esiste già e si chiama bomba a neutroni:uccide non in 10 Km quadrati ma in meno però preserva la maggior parte delle infrastrutture..Non sarebbe ora di usarla davvero?...P.S.allo stato attuale non funzione contro gli imbecilli,ma ci sto studiando.CIAO

frabelli1

Gio, 04/02/2016 - 14:46

Conoscere i nomi dei docenti e dove insegnano, in modo da non mandare i nostri figli d loro. Pessimi educatori.

Carboni oreste

Gio, 04/02/2016 - 14:51

259 accademici!!! ohibo' Facendo un semplice paragone vissuto. Ho operato x 13 anni nel Dipartimento di Conservazione e Storia dell'Architettura al Politecnico di Milano,ora assorbito da altro dipartimento,il piu' piccolo dei 4 allora esistenti.35 accademiciDocenti. Si,i numeri dei protestanti sono sicuramente bulgari(a voi le opportune percentualiSEGUE

moshe

Gio, 04/02/2016 - 14:54

259 accademici komunisti di m...a, TUTTI DA LICENZIARE !!!!! e processare per antisemitismo.

cecco61

Gio, 04/02/2016 - 14:56

@ Dreamer: i razzi Kassam sono sassi? Probabilmente tu sei convinto di questo e ciò basta per qualificare la validità dei tuoi contenuti: zero assoluto. Bye, bye

valentinomiciomiao

Gio, 04/02/2016 - 14:57

alla sinistra sono sempre piaciuti i terroristi ovviamente quelli di sinistra.

Carboni oreste

Gio, 04/02/2016 - 14:57

Come al solito,le minoranze pretendono di avere il consenso ed il pensiero delle maggioranze. PS.dreamer,ormai sappiamo quale sia il suo distorto pensiero. A botteghe oscure,facolta' di tuttologia,ti hanno insegnato a mettere parole su parole,magari di poco uso(in realta' si evince etc etc etc)per cercare di essere credibili,ma come liberopensiero che enuncia dati dettati dalla esimia facolta'. Siete schiavi dei manipolatori comunisti. Un sardo da Hong Kong(vero libero pensiero)

Carboni oreste

Gio, 04/02/2016 - 15:00

E non insistete comunisti travestiti(in tutti i sensi)da radical chic(and wing)

giovanni PERINCIOLO

Gio, 04/02/2016 - 15:09

Io invece propongo il boicottaggio di tutti questi "accademici" che invece di occuparsi del sapere dei loro allievi stanno trasformandosi sempre più in "micidiali bulldozer accademici che stanno distruggendo sistematicamente i cervelli dei loro discepoli"!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 04/02/2016 - 15:14

Dreamer, ma gli intellettuali sanno leggere lo statuto di Hamas e interpretarlo?

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Gio, 04/02/2016 - 15:24

Dreamer_66, l'arma assoluta la possiedono i palestinesi. Si chiama corano e innesca i dementi shahid per la gloria di allah e per l'arrivo del settimo imam ( quello che si è nascosto un cinquecento anni fa) e salterà fuori a premiare gli hazbollah quando l'ultimo ebreo sarà ucciso. Alla facciaccia dei nostri CADREGATTICI ROSSI. Ben vengano le superarmi se servono a educare al raziocinio i fanatici religiosi.

Libertà75

Gio, 04/02/2016 - 15:26

l'antisemitismo è sempre stato un cavallo di battaglia della sinistra europea, che poi lo si chiami antisionismo poco cambia... anche hitler lo chiamava in tal modo, ma la realtà la conosciamo bene

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 04/02/2016 - 15:35

IO SONO CONTRARIO AD OGNI BOICOTAGGIO CONTRO ISRAELE; PERCHE QUESTO POPOLO HA GIA SUBBITO TROPPE ANGHERIE DA NOI EUROPEI; É IO NON SARÓ MAI UNO STRUMENTO PER I PROFESSORI CHE USANO IL GENOCIDIO DEGLI ISRAELIANI NELLA II GUERRA MONDIALE PER IL PARTITO KOMUNISTA ITALIANO;É POI VOGLIONO BOICOTTARE UN POPOLO CHE LOTTA PER SOPRAVIVERE CONTRO 1 MILIARDO DI MUSULMANI! É LA MIA COMPLETA SOLIDARIETA VÁ AL POPOLO DI ISRAELE SHALOM!!!.

Koch

Gio, 04/02/2016 - 15:36

I compagni intellettuali dalle lacrime di coccodrillo si sono già dimenticati dell'Olocausto e del giorno della memoria. Lo torneranno a rispolverare, fingendo per l'ennesima volta di commuoversi, ogni volta che sarà necessario nascondere e dimenticare i crimini del comunismo, rievocando, ma solo in modo strumentale, quelli del nazisti.

Carboni oreste

Gio, 04/02/2016 - 15:36

EC.radical chic(en and wing) Tradotto per dreamer il comunista come liberopensiero indottrinato a botteghe oscure(con quale coraggio si firma tale?povero idiota)et similiaNB comunisoidi.Anche Noi possiamo usare termini di poco uso per far colpo sul popolino idiota ignorante bue.

agosvac

Gio, 04/02/2016 - 15:39

Ma questi professori sono così deficienti come sembrano o lo sono ancora di più??? Anche un ragazzino delle elementari sa ormai benissimo che non è Israele a non volere la pace ma sono i terroristi palestinesi che vogliono la distruzione d'Israele!!! Il motivo è semplice: gli israeliani lavorano e producono e vorrebbero la pace. I palestinesi si mantengono solo con le sovvenzioni date a loro ma di lavorare e produrre non ne vogliono sapere niente!!! E' sempre la stessa storia: prima che ci "ritornassero" ( infatti quello degli israeliani è stato un ritorno) gli ebrei la Palestina era un deserto improduttivo. Oggi è una regione fiorente che esporta prodotti agricoli ovunque. Se ci ritornassero gli islamici la renderebbero di nuovo una regione desertica ed improduttiva.

Tergestinus.

Gio, 04/02/2016 - 15:41

I palestinesi hanno dichiarato guerra a Israele fin dal 1948, poi ci sono state altre quattro guerre, tutte dichiarate dagli stati arabi confinanti e tutte immancabilmente vinte, anzi stravinte, da Israele. Israele occupa i territori della Cisgiordania per diritto di conquista, e può farne quel che vuole. Gli arabi dovrebbero casomai ringraziare Israele perché pur potendolo fare non ha mai attuato la soluzione finale contro i palestinesi. Oppure il diritto di conquista vale solo per Stalin (Prussia e Polonia orientali) e per Tito (Istria), mentre per Israele no?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 04/02/2016 - 15:51

polonio210: e infatti rispondevo a mariosirio il quale, probabilmente, non aveva considerato alcuni aspetti che invalidavano il suo commento alquanto semplicistico. Era poi scontato che altri come te avessero avuto modo di commentare sulla base delle loro più truci fantasie da bar. Anzi... ti sei limitato agli imbecilli; con un po' di fantasia avresti potuto citare anche gay e comunisti. Comunque scatenare verbalmente la propria rabbia repressa non crea danno e rappresenta un antidoto contro l'ulcera. Quindi continua pure se ti fa piacere.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 04/02/2016 - 16:03

cecco61: i razzi Qassam? Quelli che gli israeliani definiscono ironicamente "un incrocio tra un proiettile di artiglieria e un fuoco artificiale"? Quelli senza alcun meccanismoo di controllo e che finiscono sovente sulle case dei palestinesi? Quelli che dal 2000 al 2007 hanno causato la bellezza di 10 (dieci) morti pur essendone stati lanciati circa 8000? Se le nostre università hanno collaborato con i produttori di questi ordigni stiamo messi davvero male...

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 04/02/2016 - 16:46

Mario Galaverna: evidentemente agli "intellettuali" dello statuto di Hamas non può fregare di meno. Quello serve a te per convincerti delle tue posizioni così come lo stupratore ghanese ti serve per convincerti che gli immigrati sono brutti e cattivi. In realtà il budldozer che distrugge le case dei palestinesi e le armi che uccidono i loro abitanti ad Hamas non fa un baffo.

Trifus

Gio, 04/02/2016 - 17:46

I qassam sono una specie di mortaio sparato da poca distanza del confine Israeliano che non hanno quasi fatto vittime in quanto Israele ha studiato un sistema antimissile detto Iron Dome che li intercetta. E ha salvato migliaia di vite palestinesi si ho detto palestinesi, infatti quando Israele individua un obbiettivo sensibile prima di bombardare avvisa la popolazione di allontanarsi. Cosa che non si è mai visto nelle storia delle guerre. Se non avesse avuto l’Iron Dome secondo voi sotto il bombardamento di quei razzi cosa avrebbe fatto Israele? Li avrebbe bombardati senza preavviso fino all’annientamento delle rampe di lancio e dei depositi provocando centinaia di vittime. A questo punto toccava mettere le cuffie per isolarsi dai lamenti dei piagnoni occidentali filoarabi. Comunque vedo che andate d’accordo con Hitler, anche lui era per l’annientamento degli ebrei- sionisti- giudei- Israele.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 04/02/2016 - 18:37

Carboni oreste: Caspita... un sardo da Hong Kong; niente di meno! E dico... da Hong Kong, mica un siciliano dalla Polinesia. Allora sarai sicuramente credibile!!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 04/02/2016 - 19:30

Trifus: non sapevo nulla di Iron Dome e sono andato a documentarmi. "E' uno dei più grandi bluff mai visti", a detta di Moti Shefer, ingegnere israeliano e vincitore di premi internazionali per la difesa militare. "E' tutto un inganno... il tempo di volo di un razzo Qassam fino a Sderot è di 14 secondi, mentre il radar e il controllo di tiro di Cupola di Ferro necessitano di 15 secondi per identificare un bersaglio e tracciare la sua traiettoria" questo secondo il prof. Reuven Pedatzur, analista militare dell'Università di Tel Aviv. Tra l'altro i costi per il mantenimento di questo sistema pare siano proibitivi.

Trifus

Ven, 05/02/2016 - 09:00

Dreamer_66 Giuro ero convinto facessi lo gnorri, scusami credevo lo conoscessi. L’Iron Dome a quanto mi risulta in effetti è molto costoso infatti calcola il punto di caduta del qassam e se questo è diretto in un posto disabitato viene lasciato andare per risparmiare. Queste sono le mie informazioni. Funziona non funziona? In effetti il tempo per intercettare è veramente breve, però 8000 qassam e 10 morti come hai scritto tu, a me fa pensare che funzioni, poi ognuno fa le proprie congetture. Ti saluto.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 05/02/2016 - 12:29

Trifus: No no... ero proprio ignorante sull'argomento. Il dato relativo ai lanci di ordigni (8000), da me reperito in rete, è compreso nel periodo tra il 2000 ed il 2007, mentre il sistema Iron Dome (riguardo al quale mi risulta che le tue informazioni siano giuste) è operativo dal 2011. Essendo i Qassam dei razzi rudimentali, a basso costo e senza possibilità di controllo, è più logico credere che finiscano per esplodere un po' dove capita, causando fortunatamente pochi danni e vittime in quanto l'area su cui vengono lanciati non è densamente popolata. Ciao.

Trifus

Sab, 06/02/2016 - 10:18

Caro Dreamer_66 sono andato a memoria e non sono andato a documentarmi, però credo ai tuoi dati. Mi fa specie che un paese perennemente in guerra come Israele e dove la ricerca militare è molto sviluppata, butti i suoi soldi per sviluppare un sistema antimissili così costoso per intercettare dei razzi se questi sono praticamente innocui. Detto questo, ammetto, non sono in collegamento con la difesa militare israeliana, quindi può essere tutto, magari il sistema Iron Dome serve a qualcos’altro. L’importante che i qassam non facciano vittime così non si scatena la risposta israeliana e non ci sono altre vittime. Mi sono divertito a discutere con te, sei una persona che si documenta e sa il fatto suo. Ci sarebbe molto da dire, ma lo spazio è poco, e va bene così. Mi riservo di “contraddirti” in futuro su altri argomenti ove non fossimo d’accordo, il che, dato le nostre idee, mi sembra molto probabile. Ti saluto.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Dom, 07/02/2016 - 12:50

Trifus: non sono molte le persone con le quali è possibile sostenere una pacata e costruttiva discussione, meglio ancora se in contraddizione. E' stato un piacere anche per me. A presto.