L'associazione delle orge gay promuove l'educazione sessuale nelle scuole

Proteste dei Generazione Famiglia contro Anddos, l'associazione finita nella bufera per le orge nei circoli gay finanziati dall'Unar

Orge gay, casi di prostituzione, finanziamenti da Palazzo Chigi e, infine, i corsi nelle scuole. Si allarga sempre più lo scandalo che ha investito l'Unar e l'Anddos dopo il servizio realizzato dalle Iene che ha portato alle dimissioni di Francesco Spano, direttore dell'Ufficio nazionale anti-discriminazioni razziali.

Già, perché se l'Italia è rimasta sgomenta per quanto visto nei filmati (in passato mostrati anche da ilGiornale, che ha rimediato una querela), ora le associazioni cattoliche lanciano un ulteriore allarme: l'Anddos, l'associazione cui facevano riferimento i circoli incriminati, sponsorizzerebbe corsi di eduzione sessuale a scuola. E fa sorridere il fatto che ad insegnare all'affettività nelle classi italiane possa essere chi "rivendica con orgoglio" le attività dei suoi circoli con dark room, glory hole e via dicendo. Niente di illegale, per carità. Ma forse ora qualcuno capirà le ragioni di quei genitori che da tempo protestano contro la "colonizzazione Lgbt nelle scuole".

Anddos "parlami d'amore"

In prima linea c'è Generazione Famiglia, il movimento organizzatore del Family Day a Roma. "Lo scandalo dei finanziamenti Unar- dice il portavoce Filippo Savarese - assume caratteri ancor più raccapriccianti se si considera che le stesse associazioni sono proprio quelle che entrano nelle scuole italiane di ogni ordine e grado per rieducare i nostri figli e nipoti sui temi delicatissimi della sessualità e dell’affettività". Per fare un esempio basta guardare ad una delle ultime iniziative lanciate sul sito dell'Anddos, dal titolo accattivante "Parlami d'Amore". Il 16 dicembre scorso si è svolto un incontro "nell’ambito del progetto Sessualità e Differenze" con l'obiettivo di produrre una "nuova proposta sull’educazione sessuale e di genere nelle scuole". Cosa significa? Basta andare sul sito: "Sessualità e differenze" promuove il "monitoraggio delle Infezioni Sessualmente Trasmesse", vorrebbe la distribuzione di preservativi nelle classi scolastiche, chiede "nuovi incentivi per le cattedre universitarie sugli studi di genere" e sponsorizza libri scolastici con "una lingua sessuata che riconosca le professioni al femminile". Per la gioia della Boldrini.

La rivolta dei cattolici

Ma non è tutto. Ciò che preoccupa molti è che con la scusa dell'educazione sessuale certe associazioni possano fare propaganda gender e promuovere la mastrubazione. "Il progetto di Anddos - spiega Savarese - mira a diffondere negli ambienti scolastici il 'diritto all’informazione sessuale' secondo quanto disposto dagli Standard sull’Educazione Sessuale in Europa diffusi nel 2010 col patrocinio dell’Oms. Un documento dal valore pedagogico contestatissimo che raccomanda, tra il resto, di rivolgere informazioni sulla 'masturbazione infantile precoce' ai bambini nella fascia d’età 0-6 anni". E infatti nel progetto si legge che ai bambini bisognerebbe dare informazioni sulla loro anatomia "attraverso una esplorazione di sé e dell’altro e dell’altra da sé". Toccandosi a scuola?

"Ci pare assurdo - conclude Savarese - immaginare che abbia titolo per affrontare questo discorso chi organizza nelle proprie sedi occasioni di assoluta promiscuità che sono sempre state indicate da tutte le autorità sanitarie come le prime cause di moltiplicazione dei fattori di rischio infettivo". Un lecito dubbio.

Commenti

grazia2202

Mar, 21/02/2017 - 16:10

CHE SCHIFO. ma le cose normali non vanno più di moda o si è troppo incapaci di virilità. che schifo

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mar, 21/02/2017 - 16:16

Le associazioni lgbt nel tentativo di indottrinare i bambini, che sono più vulnerabili, vogliono far passare per naturali le deviazioni contro natura. Maledetti schifosi.

Libertà75

Mar, 21/02/2017 - 16:34

aspettiamo il tesserato Totonno58 a difendere i procacciatori di talenti per le dark room all'interno degli istituti scolastici

Fjr

Mar, 21/02/2017 - 16:39

Una bella interrogazione parlamentare in cui si chieda conto al ministro per l'istruzione anche di questo non la facciamo?oppure spostiamo i responsabili e insabbiamo come al solito , tipico dei cattocomunisti?

Giorgio5819

Mar, 21/02/2017 - 16:39

L'associazione di pagliacci che li autorizza è ancora peggio, comunisti dilettanti sfascisti e minorati mentali.

carpa1

Mar, 21/02/2017 - 16:39

Rivolta dei cattolici! Qui non si tratta solo di religione, si tratta di un ignobile degrado di tutta la società; lo vogliamo capire o no? Questi maiali, malati di mente, stanno prendendo il sopravvento a causa di comportamenti "politically correct" da parte di tanta gente che non si rende conto della china che questa società corrotta ha imboccato.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 21/02/2017 - 17:33

É l´Italia che é marcia

Blueray

Mar, 21/02/2017 - 17:51

Siamo di fronte ad un progetto perverso mirato a corroborare lo sfaldamento sociale e famigliare dell'occidente, mediato da organizzazioni di cui si comincia finalmente a sapere di più, che si basa su erogazioni pubbliche e pone mano ad argomenti delicatissimi tra cui la sconcertante scelta dell'identità di genere, il tutto abilmente mascherato con nomi accattivanti e buonisti che richiamano l'amore. Lo sfaldamento sociale e famigliare è operazione fondamentale per il predominio e il governo agevole di qualunque comunità che debba essere annientata o che si voglia pervenga all'auto annientamento.

Una-mattina-mi-...

Mar, 21/02/2017 - 18:12

INSOMMA FACEVANO PROSELITISMO CERCANDO CARNE FRESCA

nova

Mar, 21/02/2017 - 18:13

Tanta dissolutezza fu registrata anche nella Berlino dei primi anni '30. I burattinai dietro le quinte ? Sempre gli stessi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 22/02/2017 - 00:02

Sinistri! E' questo che volete per i vostri figli? Oppure dovete ingoiare il rospo, in religioso silenzio, per non contraddire il vostro partito?

Gianni11

Mer, 22/02/2017 - 02:42

Lo schifo della sinistra non ha fondo. Vogliamo mandarli all'inferno e salvare i nostri figli e la nostra patria?

Rinascita_nazionale

Mer, 22/02/2017 - 06:41

Siamo purtroppo arrivati ad un livello di degrado a dir poco sconcertante. E quello che mi fa piu' rabbia e' che pretendono con forza di indottrinare i nostril figli nelle scuole. Dobbiamo fare sentire forte la nostra voce e lottare con tutte le forze per evitare che questa "cultura" pervada tutta la societa' civile.

Ritratto di pulicit

pulicit

Mer, 22/02/2017 - 07:33

Uno schifo assuloto.Regards

adal46

Mer, 22/02/2017 - 08:25

Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi: alla faccia degli scalfarotto, cirinnà & c. Ora pure, come suo compito istituzionale ben noto, li divide.... Gente ricordiamo tutto alle prossime elezioni! E passiamo tutto questo minestrone col frullino finchè non si notino più i pezzi.

Fjr

Mer, 22/02/2017 - 09:04

Blueray,per questo è importante leggere e commentare,per non lasciarci sopraffare dallo schifo più totale ,fortunatamente in Italia qualcuno ancora ragiona ,facciamo in modo di non fare la fine dei nativi americani ,nelle riserve

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mer, 22/02/2017 - 09:57

L'aspetto più agghiacciante è la constatazione che questi individui rivendichino riconoscimenti e diritti, offrendo alla società solo depravazione sessuale e devianza mentale (i famosi figli comprati all'estero), ma ribadendo sempre la loro normalità.

Dante Cruciani

Mer, 22/02/2017 - 10:04

Il liberalismo americano dell'amministrazione Obama ha favorito la lobby LGTB, la quale ha una dimensione globale, trasversale, finanziaria e commerciale. Il Vaticano, per convenienza, ha fatto buon gioco. In Italia ci hanno imposto Napolitano, Renzi e quindi Boschi e seguire una schiera di politici di razza: Cirinnà, Vendola, Vladimiro ecc. Tranquilli ci salverà la Sharia, proprio come sta avvenendo in Germania. Ps. in questi giorni distribuiscono i bonus Rai (TV e Radio) alla faccia del bilancio in passivo pur con un incremento del canone. Mediate gente, meditate.

Aleramo

Mer, 22/02/2017 - 10:40

Questi argomenti devono essere insegnati dai genitori, non dalle maestre. E' scandaloso e preoccupante che lo Stato avochi a sè tramite la scuola pubblica il diritto di educare i bambini piccoli su temi così delicati.

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Mer, 22/02/2017 - 12:38

Sarà ora di dare una sonora e dolorosa lezione a questi schifosi? Se li trovo a scuola dei miei nipoti faccio un casino!

titina

Mer, 22/02/2017 - 17:05

E' sufficiente educare i ragazzi a rispettare le persone senza distinzione di razza, di religione e di sesso, come dice la Costituzione. E rispettare GLI ALTRI significa non uccidere, non deridere e non usaRe violenza fisica o psicologica verso gli altri. Questo dovrebbe essere insegnato in famiglia con l'esempio e senza prediche, ma pochè spesso non succede la scuola dovrebbe farlo( e lo fa).