Latina, pesta la moglie per farla abortire: arrestato bengalese

Le violenze nei confronti della donna andavano avanti da oltre un anno, cioè da quando i due avevano deciso di convivere. La furia dell'uomo si è scatenata maggiormente dopo la notizia di un bambino in arrivo: il bengalese era intenzionato a far abortire la donna

È finito finalmente in manette un cittadino straniero residente a Latina che per oltre un anno ha commesso violenze nei confronti della propria compagna connazionale. La vittima, maltrattata e pestata per ogni futile ragione, ha infine deciso di rivolgersi alle forze dell'ordine locali per mettere in salvo se stessa ed il bambino che porta in grembo.

Stando al racconto della donna, tutto è cominciato circa un anno fa quando, nel mese di settembre, era andata a vivere insieme all'uomo, appena uscito dal carcere. I maltrattamenti e le percosse erano cominciati quasi subito. Picchiata e costantemente vessata da quello che nel frattempo era anche diventato suo marito, la donna si è trovata a vivere un vero e proprio incubo, specie dopo aver confessato al consorte di aspettare un bambino. Alla notizia della gravidanza, ricevuta lo scorso mese di giugno, lo straniero si è fatto ancora più violento nei confronti della moglie, presa ripetutamente a schiaffi ed a pugni. Deciso a farla abortire ad ogni costo, lo scorso 26 agosto l'uomo è arrivato addirittura a colpirla con un bastone. Ricoperta di ferite e con un trauma cranico, la donna era dovuta ricorrere alle cure del pronto soccorso.

Le violenze sono proseguite fino ad alcuni giorni fa, quando la vittima è riuscita a sottrarsi alla furia del marito, a correre in strada ed a contattare finalmente le forze dell'ordine. Gli agenti della questura di Latina hanno immediatamente soccorso la donna, poi portata per accertamenti medici all'ospedale Santa Maria Goretti. Dopo avere raccolto la sua denuncia, gli inquirenti hanno subito dato avvio alle indagini, coordinate dalla procura della Repubblica. Incastrato dalle numerose prove a suo carico, il 34enne bengalese, fra l'altro risultato clandestino nel nostro Paese, è finito dietro le sbarre del carcere come disposto dal gip del tribunale di Latina, che ha riconosciuto l'elevata pericolosità del soggetto. Si attende ora il processo.

Commenti

venco

Gio, 12/09/2019 - 16:05

Normale cultura degli immigrati islamici, la loro cultura sarà la nostra secondo quanto detto da certi sinistri.

cgf

Gio, 12/09/2019 - 16:17

Altra usanza da assimilare, proprio vero che intelligenti non è sinonimo di sapienti, anzi spesso chi si vanta della propria intelligenza è un ignorante intelligente.

Geegrobot

Gio, 12/09/2019 - 17:05

Ma io mi chiedo, ma le femministe attiviste sempre così solerti a manifestare,non hanno mai detto nulla contro questi muslin chen vogliono, diffondersi la cultura dei ceffoni a,più non posso?

lappola

Gio, 12/09/2019 - 18:02

E' normale, è tutto normale, al loro paese si usa così perciò deve diventare normale anche qua. Ci dobbiamo o non ci dobbiamo integrare? PD rispondi !!!

baronemanfredri...

Gio, 12/09/2019 - 18:36

LE FEMEM BOLDRINI DON CICCIO NON SAPETE NULLA? ALLORA VI AVVISO IO SE NON CHIEDETE LA CONDANNA E L'ESPULSIONE SIETE COMPLICI.

ziobeppe1951

Gio, 12/09/2019 - 18:51

Va bene così..giù botte alla sottomessa

Reip

Gio, 12/09/2019 - 19:20

Presto saranno le donne italiane a venire pestate a sangue con il bastone!

Reip

Gio, 12/09/2019 - 19:20

Alle donne italiane la notizia non interessa!! Non ci sono piu’ femministe in Italia!!! Ma piu’ che femministe non ci sono persone intelligenti! Le donne di oggi sono l’emblema di una Nazione fallita, finta, superficiale, materialista e culturalmente povera. Basta imbellettarsi il viso, indossare due tacchi, la scarpina firmata, la borsetta, dipingersi le dita delle mani e dei piedi ed ecco a voi gli esseri umani piu’ felici del mondo: le donne italiane! Le cerebrolese non si rendono conto che quei quattro diritti che hanno acquisito dopo millenni di oppressione, se la cultura islamica integralista si espandesse in Europa, cosa che di fatto sta succedendo, loro torneranno a essere le schiave semi analfabete che sono state per migliaia di anni, e che sono tutt’ora nei Paesi fondamentalisti Islamici! Coperte, rassegnate, mute e sottomesse a prendere mazzate dalla mattina alla sera! Bel futuro vi attende! Sarete vittime della vostra strafottenza e ignoranza!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 12/09/2019 - 19:32

Cribbio se continuano così gli immigrati si estingueranno dal sacro suolo italiota.

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Gio, 12/09/2019 - 19:57

Una delle risorse boldriniane, alla quale gli italiani devono adeguarsi alle sue usanze. Prima se ne occupava madam "pompa di biciclette", ora sto qua ha trovato un metodo più semplice.

Ritratto di akamai66

akamai66

Gio, 12/09/2019 - 20:02

Questi sono il futuro degli Italiani, ditelo a quel rimba del gaucho e al pisquano della Val Trebbia.

SpellStone

Gio, 12/09/2019 - 20:03

Il nuovo Governo che opinione ha al riguardo?

Ritratto di tox-23

tox-23

Ven, 13/09/2019 - 01:25

Cosa vuoi che dica il governo ? Un deplorevole effetto collaterale dell'accoglienza, che certo non si può fermare per un episodio isolato come questo. Siamo spiacenti per le vittime. Amen.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Ven, 13/09/2019 - 08:27

beh, credo che siano proprio i loro "costumi e le loro abitudini"..... ma una domanda, il bastone di cosa era fatto ??? Legno,Ferro,Acciaio.... eh, no....se era di acciaio non andava bene !!!!

DUOMODIMILANO

Ven, 13/09/2019 - 09:50

Dispiace ma come al solito se le cercano col mirino queste situazioni folli!!! Sta donna è andata a convivere con uno appena uscito di galera, questo inizia a picchiarla subito e lei cosa fa...lo sposa, e dopo un anno di botte quando gli dice di essere incinta questo la massacra col bastone. Lasciarlo prima no ??????