L'era delle casalinghe è finita. (Ma lavorano più degli occupati)

Istat fotografa la situazione delle casalinghe. Sempre meno, ma quanto lavoro!

Sono ormai poco più di 7 milioni le donne italiane che scelgono di non lavorare (almeno fuori di casa) e una vita da casalinghe. È l'Istat a fotografare l'immagine di una categoria che non è in crescita e anzi, rispetto a dieci anni fa, è scesa di 518 mila unità.

Hanno in media 60 anni, oltre tre milioni più d 65 e vivono prevalentemente al Centro-Sud (63,8%). Il 74,5% del totale ha soltanto una licenza di scuola media inferiore, a volte nemmeno quella.

Il 42,1% delle casalinghe vive in una coppia con figli, un quarto in coppia senza figli e il 19,8% da sola. Sono più di mezzo milione le casalinghe di origini straniere e poco più della metà del totale non ha mai svolto una mansione retribuita in vita sua. 600 mila pensano che non sarebbero in grado di trovare un'occupazione.

Lavorare in casa non significa però fare meno. E se il numero complessivo delle casalinghe tende a scendere nettamente, chi fatica per la famglia fatica anche di più. 49, secondo l'Istat, le ore settimanali di lavoro per chi si occupa di casa e figli più di molti dipendenti.

Commenti

aredo

Lun, 10/07/2017 - 13:42

Ennesima vaccata della sinistra '68ina mafiosa filo-islamica che fa il lavaggio del cervello da anni alla popolazione drogata! Casalinghe? Ma che vuol dire? Ma perchè chi lavora non fa pulizie in casa? A parte i super ricchi che hanno domestici 24/7 tutti fanno pulizie in casa, tutti cucinano.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 10/07/2017 - 13:54

pensate mica di fare la casalinga liberamente. Dovete conseguire una laurea fra poco.

Luigi Farinelli

Lun, 10/07/2017 - 18:02

Dovrebbero dare loro uno stipendio, soprattutto se la famiglia ha figli a carico. Ma le loro più violente nemiche sono le femministe antagoniste che in qualche nazione (in Olanda, per esempio) hanno cercato addirittura di multare le donne che vogliono dedicarsi alla cura della famiglia assalendole con i loro slogan tipici: "la maternità è un handicap della natura per le donne che così non possono fare carriera" e (per dare addosso alla famiglia) "l'assassino ti dorme accanto" speculando in maniera truffaldina con le cifre sulla violenza in famiglia, sparate in maniera vergognosa e lontane dalla realtà.

chebarba

Mar, 11/07/2017 - 08:52

ancora sta storia! le donne sono come tutti gli esseri umani e scelgono il proprio destino.sono una donna e non un panda non credo di dover essere sotto tutela di alcuno neanche dello stato. cosa c'è dietro a queste stupidaggini e all'uso materiale che si fa dell'immagine della donna dipinta sempre come sciocca e sculettante?? vorrei anche sapere se le casalinghe lavorano più di tutti, cosa lavora una donna normale che oltre il lavoro in casa, figli, genitori ecc, si sobbarca anche quello fuori casa, una maga? Per non parlare di quegli uomini che lavorano e fanno molto anche in casa, giardino,riparazioni, lavoretti bricollage vari che fanno risparmiare molto.E vi assicuro che le casalinghe che conosco non hanno maggiore cura dei figli,non li seguono in alcuna attività creativa, del marito o della casa..

chebarba

Mar, 11/07/2017 - 08:55

Luigi Farinelli lo stipendio se crede dovrebbe darglielo il marito che è colui, nella sua ottica capo famiglia/azienda, che beneficia della prestazione, non di certo la collettività per la quale la casalionga non produce alcun servizio o contributo, le faccio poi notare che prendersi cura di chi si ama è un dovere di ognuno, maschio, femmina, giovane o anziano, è nella natura delle cose e lo facciamo tutti chi più chi meno, chi meglio chi peggio dipende dal carattere, la fotografia dell'istat poi, se lei ha letto, è ben triste poichè la maggioranza delle casalinghe sono, purtroppo, persone che non sono in grado (per limiti propri o imposti)di avere un'occupazione fuori casa.

chebarba

Mar, 11/07/2017 - 09:02

LUCIO DI MARZO NON SEI FERRATO IN MATEMATICA FAI UN'ADDIZIONE: MINIMO ORE DI LAVORO SETT FUORI CASA 38 + 49 ORE DI AVORO IN CASA O GENERALMENTE PER LA FAMIGLIA(?) = QUANTO LAVORA UNA DONNA NORMALE. IN CASA MIA NON MI TROVI IN VESTAGLIA (tanto i figli a scuola li porta e prende mio marito che esce per andare a lavoro e magari tornando fa anche la spesa) I PIATTI SPORCHI NELL'ACQUAIO, I LETTI ALL'ARIA, I BAGNI SUDICI E FIGLI A BIVACCARE DAVANTI ALLA TV CHE MANGIANO SCHIFEZZE, NON LI TROVI ANCHE SE LAVORO, LE MIE CONOSCENTI CASALINGHE SONO IN QUESTE CONDIZIONI...

celuk

Mar, 11/07/2017 - 12:43

ancora credete alle statistiche? e poi quelle dell'ISTAT! Tanto nessuno può controllare....