L'esodo degli italiani all'estero

Circa cinque milioni gli iscritti all'anagrafe dei residenti all'estero. Boom di arrivi a Malta (+30%), "la Panama d'Europa"

Prosegue senza sosta la fuga degli italiani all'estero stremati dalla pressione fiscale del nostro Paese provano a far respirare le tasche altrove. Lo scorso anno sono aumentati del 30 per cento i cittadini italiani che hanno deciso di spostare la propria residenza a Malta. Ma l'esodo non si ferma qui. Tra i Paesi più ambiti c'è ad esempio il Portogallo che fatto registrare un +17 per cento di residenze da parte degli italiani, a seguire ci sono anche Irlanda, Albania e Qatar. A fornire i dati, come riporta Italia Oggi, è l'Aire, l'Anagrafe italiana residenti all'estero.

Tra i motivi del cambio di residenza ci sono prblemi professionali, ma anche una pianificazione fiscale diversa. I controlli dell'Agenzia delle Entrate comunque non si fermeranno e qualche settimana fa proprio il Fisco ha annunciato una stretta nelle verifiche sulle posizioni fiscali per chi ha una residenza all'estero. La meta più gettonata per la fuga è comunque Malta che viene definita spesso come la Panama d'Europa. Ma per trasferirsi a Malta servono requisiti chiari. Infatti le norme nel tempo sono diventate più stringenti per evitare che questi trasferimenti possano diventare vere e proprie fughe dal fisco italiano. E così ad esempio chi si trasferisce in Paesi della black list viene comunque considerato residente in Italia. In questo quadro non perde terreno nemmeno Panama che ha fatto registrare un +14 per cento di presenze italiane. È probabile però che presto questo flusso possa invertirsi. La manovra prevede un regime di favore per i cosiddetti residenti non domiciliati, italiani e stranieri che residenti all’estero decidono di spostare gli affari in Italia. Verrà riconosciuta un’imposta fissa sui redditi dall'estero di 100 mila euro. Infine in quest fuga all'estero non vanno dimenticati tutti quei pensionati, circa 500mila, che cercano riparo in altri Paesi. Stati in cui, come ha ricordato più volte ilGiornale, la pensione di fatto vale doppio. In tanti infatti hanno deciso di spostarsi in Spagna, Portogallo, Malta, Bulgaria. Ma anche ad esempio Australia e Nuova Zelanda, Filippine e Thailandia.

Commenti
Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 21/05/2017 - 21:58

La patria della mafia e del fascismo nel mondo é stata sempre e continuerá ad esserlo un paese di morti di fame.

cgf

Dom, 21/05/2017 - 22:42

Iscriversi all'Aire, è un'arma a doppio taglio, vero che senza non arriverà la [SEMPRE+MISERA] pensione, ma arrivano anche le cartelle di Equitalia, meditate gente, meditate e fate due conti, se andate via è perché questo Paese ha sempre meno da dare ma continuerà a volere sempre di più.

Mari0722

Dom, 21/05/2017 - 23:02

Articolo interessante, però lo rilegga e valuti il suo italiano. Potrebbe riscriverlo meglio?

magnum357

Dom, 21/05/2017 - 23:11

La gente se ne andrà via dall'Italia in misura sempre maggiore nei prossimi anni !!! I sinistri pdioti governanti non hanno capacità alcuna di creare le condizioni per attrarre investimenti e occupazione !!!!!

Tarantasio

Lun, 22/05/2017 - 00:54

la gente non ''va via'' dall' italia, ne viene cacciata ...

curatola

Lun, 22/05/2017 - 05:30

avrei gradito unn resoconto delle loro ragioni più articolato e senza commenti e statistiche.grazie

Ernestinho

Lun, 22/05/2017 - 07:09

E' una logica conseguenza di come vengono tratti gli Italiani in italia! E sarà sempre peggio!

Ernestinho

Lun, 22/05/2017 - 07:09

E' una conseguenza logica per come vengono trattati gli Italiani in Italia. Ed andrà sempre peggio!

pisopepe

Lun, 22/05/2017 - 08:00

VIVO IN FRANCIA DA 16 ANNI GRANDE FUERTO DEL'(INPS 11 MILA EURO DI TASSE IRPEF ITALIANE NONOSTANTE ESISTA UN ACCORDO CON LA FRANCIA SULLA NON DOPPIA TASSAZIONE UN VERO FURTO LEGALIZZATO POVERA ITALIA DI DISONESTI

rudyger

Lun, 22/05/2017 - 08:04

Vota e fai votare PD (partito degli idioti).

pisopepe

Lun, 22/05/2017 - 08:06

VIVO IN FRANCIA DA 16 ANNI NON PER SCAPPARE ALLE TASSE INFATTI NONOSTANTE L'ACCORDO FRANCIA ITALIA SULLA NON DOPPIA TASSAZIONE PER IL 2016 MI SON VISTO TRATTENERE 11000 DI IRPEF????? UN VERO FURTO PENSATE CHE LE IMPOSTE FRANCESI MI DICONO CHE DOVREI PAGARE LE TASSE IN FRANCIA I%%AGINATE LA BEFFA!!!! ALTRO CHE COLPIRE I PENSIONATI ALL'ESTERO INPS ISTITUTO DI FURBASTRI

gneo58

Lun, 22/05/2017 - 09:31

senza considerare tutti quelli che vorrebbero ma, per vari motivi, non possono, sottoscritto incluso.

LP

Lun, 22/05/2017 - 09:33

Dovreste anche fare uno studio sui paesi dell'Est Europa. , Rep. Ceca, Slovacchia, Polonia... La Lettonia applica una imposta 9% sulle microimprese fino a 100.000 EUR, il presidente ha uno stipendio da 7000 EUR, servizi informatici all'avanguardia. Il clima e' freddino, ma gli Italiani produttivi dovrebbero scrollarsi di dosso un Stato incapace, pasticcione, spendaccione, corrotto, pieno di statali nullafacenti e arroganti. Lasciateli nel loro brodo e rifatevi un vita altrove. Ve lo meritate. Non lasciate i vostri figli in balia del meticciato nelle Penisola (una volta Belpaese, ora non piu')

Ritratto di nordest

nordest

Lun, 22/05/2017 - 09:53

Quanto invidio queste persone che hanno il coraggio di allontanarsi da questo cesso di nazione.

jaguar

Lun, 22/05/2017 - 10:26

Non penso proprio che il flusso possa invertirsi, in Italia dovrebbero avvenire cambiamenti epocali per far si che qualche italiano ritorni in patria.

ennio78

Lun, 22/05/2017 - 10:45

L'evasione adesso si chiama "pianificazione fiscale"

Ritratto di falso96

falso96

Lun, 22/05/2017 - 11:48

Prima ci impoveriscono e ci fanno emigrare così possono "regalare le casa lasciate ai forestieri, poi chiuderanno i rubinetti a chi è emigrato non essendo più cittadino italiano, e il ricavato lo daranno come sussidio ai forestieri. Ma dimenticano una cosa FONDAMENTALE ..... lascio la sorpresa a chi vivrà.

soldellavvenire

Lun, 22/05/2017 - 12:00

bravi, fate spazio ai nuovi italiani del futuro, tanto vedo che qualcuno ha già dimenticato la lingua madre o forse non l'ha mai conosciuta

yale12

Lun, 22/05/2017 - 12:01

Gli italiani vanno all'estero perché qui non v'è un c...! I ragazzi vanno a studiare in Inghilterra od Usa, gli altri vanno a lavorare. I pensionati emigrano in paesi dove il costo della vita è accessibile! Per quanto riguarda le pensioni: dovete sapere che vi sono tre tipi di pensioni: pubblica, privata e sociale; la bene la prima all'estero è quanto l'italia, la seconda è al lordo, la terza se la tua permanenza va oltre i 30 giorni non hai diritto a percepirla; conclusione la seconda dovere essere quella migliore perché è priva di tassazione, sempre a condizione che si risieda per 181 giorni all'estero. Poi volete sapere dove non vi è alcuna differenza fra privata e pubblica, in base dei trattati firmati dall'Italia: Tunisia, Marocco, Senegal ed Australia, pensione priva di tassazione, sempre 181 di residenza. Inoltre un'altra scappatoia avere la doppia cittadinanza e sei fortunato!!!!!!!