Lettera aperta al Papa per un partito dei cattolici

Per fare sana politica in materia morale nel nostro Paese (ormai nel mondo globale) credo sia necessario ben più di un partito cattolico, sia pur animato dalle migliori intenzioni e da uomini degni. Sarebbe necessario una specie di Editto di Costantino (o di Teodosio) per il XXI secolo tra Chiesa cattolica e mondo globale, attraverso il quale la massima Autorità morale convince la massima Autorità politica dell'importanza dei valori cattolici vissuti (le opere) nel mondo globalizzato, riconoscendo conseguentemente l'indispensabilità di preservare i valori della cultura cattolica sottostante per il bene del mondo intero.

Certo va spiegato e, per riuscirci, è necessario il prestigio e la credibilità della massima Autorità morale. In gioco oggi c'è lo stesso concetto di umanità, di civiltà. Le ricerche, gli investimenti e lo sfruttamento industriale in biotecnologie legate a proposte quali l'utero in affitto, possono essere un modello economico di spinta all'economia mondiale, come lo fu negli anni Settanta lo scudo stellare (e le varie guerre), per la creazione della Silicon Valley. Benedetto XVI lo aveva ben capito e spiegato in Caritas in Veritate e Giovanni Paolo II (in Sollecitudo Rei Socialis) lo aveva persino profetizzato. Oggi le leggi morali vengono solo ratificate nei singoli Paesi. La decisione di imporle nasce altrove. Forse non lo abbiamo ancora ben capito. Diritti civili e altro sono solo scuse, «confezioni» di un prodotto ben più complesso. Credo poi che prima di costruire un nuovo partito cattolico vadano ricostruiti i cuori dei cattolici, la loro visione di che fare, vanno ricomposte le rotture interne (ben superiori a quelle esterne) e, conseguentemente, aiutare la riforma della Chiesa, per l'amore che i cattolici devo avere per essa. Poiché però il cattolicesimo è una religione assolutista dove il Pontefice ha autorità assoluta, gerarchica, legislativa, giudiziaria, grazie a questa autocrazia spirituale e al dogma dell'infallibilità, chiave per l'unità della Chiesa, solo il Papa potrebbe promuovere questo rapporto con il potere secolare e convincere per la realizzazione di questo Editto per il XXI secolo.

I criteri di convincimento stanno nel saper spiegare che un mondo globale ha bisogno di norme morali che abbiano un solo vero riferimento: la dignità unica della creatura umana, non la tutela gnostica dell'ambiente che prescinde dalla tutela della creatura. Se ciò non avvenisse, le leggi morali nel mondo intero si adatteranno alle peggiori (e opportunistiche), grazie a un'esibizione populistica di tolleranza sulle false libertà, le cui conseguenze dovrebbero essere ben note a chi si occupa di morale. Certo non sottovalutiamo lo sforzo necessario per fronteggiare le false ideologie antropologiche post moderne che hanno imposto come progresso e vera civiltà aberrazioni contro la stessa vita. Certo non sottovalutiamo la dimensione di un potere politico mondiale impregnato di relativismo gnostico che vorrebbe imporre un nuovo ordine morale mondiale. Ma, proprio per questo, ci rivolgiamo e confidiamo nella massima autorità morale ispirata e guidata dallo Spirito Santo.

Se anche lei ci crede, come certo è, non dovrebbe esser difficile realizzarlo. Se è vero che la politica è lo strumento con cui la società raggiunge il bene comune, degno della dignità della creatura, l'autorità morale ha il diritto-dovere di intervenire a difesa del valore morale degli atti umani, soprattutto quando si tratta di obiettivi comuni alla Chiesa e allo Stato (nascite, matrimonio, famiglia, educazione). Se oggi un partito cattolico scendesse in campo senza i presupposti citati, si produrrebbe lo stesso meccanismo che è così comune ormai nelle competizioni elettorali ovunque. Anziché votare per sostenere un progetto si voterebbe contro i progetti di altri. E, nel nostro caso, si voterebbe, anche, contro un neopartito che non rispecchia il pensiero dell'Autorità Morale massima. Ma ci sentiamo veramente di farlo?

Commenti

Totonno58

Dom, 20/03/2016 - 15:54

Dio ce ne scansi...Francesco, restituisci al mittente!

Cheyenne

Dom, 20/03/2016 - 16:04

con un papa islamico si può fare un partito islamico

@ollel63

Dom, 20/03/2016 - 16:12

cacciate questo francesco d'argentina prima che sia troppo tardi: ma forse già lo è. Straparla, ci affoga di mussulmani, regala loro persino le chiese e ci incita a portar loro da mangiare, vuole pure un partito che dipenda da lui .... ma dove ci vuole portare? CACCIATELO SUBITO.

venco

Dom, 20/03/2016 - 16:22

UN partito dei cattolici si, ma non in mano al papa e al clero vaticano, Dio ce ne scampi.

Una-mattina-mi-...

Dom, 20/03/2016 - 16:49

Deve essere una sorta di DISTURBO BIPOLARE. Un giorno dicono una cosa, un'altro un'altra. Poi ne fanno una terza, che nessuno, forse nemmeno loro, si aspettavano di fare.

dubbio

Dom, 20/03/2016 - 16:51

NON SAPETE DI COS ASTATE PARLANO. NE I MISERI COMMENTETORI NE L'ESTENSORE DELL'ARTICOLO, OCCUPATEVI D'ALTRO.

Ritratto di Nonnina

Nonnina

Dom, 20/03/2016 - 17:13

Già uno che scrive utero "in affitto" anzichè non utero SCHIAVISMO (Art 600 C.P.) io non lo voterei

ziobeppe1951

Dom, 20/03/2016 - 17:19

Dubbio....forse non hai capito che qui, quello che non capisce un ca.zo sei proprio tu, sparisci, idiota

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Dom, 20/03/2016 - 17:51

Il Papa il partito ce l'ha già e ne è il leader indiscusso: il partito populcomunista.

Blasius

Dom, 20/03/2016 - 18:10

Chi ha visto i telegiornali con il servizio sulle primarie di Milano si sarà accorto della suora in fila per votare alle primarie del P. D.ad appena pochi giorni dall'approvazione in Senato della legge Cirinnà. Oramai la chiesa(una, santa, cattolica, apostolica e democristiana)si e' irrimediabilmente incamminata verso la deriva Cattocomunista!!!

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Dom, 20/03/2016 - 18:36

Gotti Tedeschi, qualunque partito religioso è incompatibile con la DEMOCRAZIA. Nel 1967 ,chiesi ad un prete,come mai la chiesa non si impegnasse in politica, la risposta fu, "noi abbiamo la verità, non possiamo discuterla ogni volta con un socialdemocratico , un comunista o un fascista in nome della democrazia!" Alla stressa conclusione sono arrivati dei supergeni come Zagrebelski e Floris d'Arcais. Quindi cosa va a proporre ,la "dittatura di Cristo?" Ma mi faccia il piacere,si figuri se dopo una legislatura andata male dovremmo trovarci a votare per la dittatura dell'Islam o del Buddismo , che sarebbero l'opposizione! Lascia perdere, oltre tutto non avete neanche i titoli,il vostro Stato è una "Monarchia Assoluta" quindi se la tenga. Saluti

Ritratto di liusstrale

liusstrale

Dom, 20/03/2016 - 18:55

Le problematiche relative al partito cristiano al potere ha impegnato la riflessione di importanti esponenti del mondo laico e religioso per tutto il ‘9oo. In un Paese dove i fondamenti della democrazia sono descritti dalla carta costituzionale il popolo è l’espressione delle leggi che lo governano. Le leggi sono espressione della maggioranza e se la minoranza ha la convinzione di avere ragione deve sottostare alle regole che la Carta ha disegnato. Se un partito si definisce cristiano ammettendo per assurdo che i suoi componenti vivano veramente il cristianesimo pur avendo il diritto di proporre leggi ispirate al cristianesimo non ha facoltà di intervenire sulle coscienze delle persone. Questo è un compito dei missionari perché bisogna dare a Dio solo che interessa a Dio.

asalvadore@gmail.com

Dom, 20/03/2016 - 18:57

Credevo che l'illuminismo ci avesse liberato dall'incesto chiesa con politica. Evidentemente c`´e gente smarrita, probabilmente ignorante, che non capiasce che ogni religione ha i suoi valori assoluti e che la chiesa cattolica ne vanta una montagna coi suoi dogmi eterni e irrazionali. Un partito cattolico solo puo imtare l'Islam. Bella prospettiva. Mutantur tempora et nos mutamur in illis.

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 20/03/2016 - 19:09

Abbiamo DUE "PAPI" DEGENERI...uno è l'argentino, l'altro è Mattarella!! si salvi chi può..

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 20/03/2016 - 19:11

dubbio, occupati dell'incalzare islamico, non vedi che il "maligno" permea la TUA chiesa?? SVEGLIATI COLLABORAZIONISTA!! non VEDI, non VUOI VEDERE!! hanno venduto la "tua" chiesa..IDIOTA!!! sbagli bersaglio!!

opinione-critica

Dom, 20/03/2016 - 19:25

Bergoglio non ha alcuna autorità morale per fare alcunché. Non è neppure capace, oppure non né ha alcuna voglia, di trovare una soluzione per i cristiani perseguitati aiutandoli a scappare o a difendersi. Di certo non manca denaro nelle casse dello IOR per organizzare una nave che vada a prendere i cristiani perseguitati.

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 20/03/2016 - 21:28

Per ricostruire il popolo ci vuole un papà come Pio xii Paolo vi è non dico che mangiare carne al venerdì o non bere niente da mezzanotte siano da tenere ma vedere che persone per quanto pie maneggiano l'eucarestia quanti preti comunisti e senza un segno di riconoscimento la divisa fa il corpo di appartenenza se le sottane non vanno bene si studi una diversa ma uguale per tutti gente(chiamarli fedeli mi sembra troppo) che fanno la comunione senza passare dal confessore ameno dicessero un atto di dolore corale nemmeno quello è poi buon ultimo gli scandali sessuali ed economici che dimostrano che al paradiso non ci credono proprio quelli preposti e mi fermo per non infierire di più

Tuthankamon

Dom, 20/03/2016 - 22:02

Se un partito dei Cattolici potesse avere intorno al 20% sarei d'accordo. E se i suoi eletti non esibissero comportamenti tipo i catto-adulti del PD e di altri, lo sarei ancora di più. Ma so che sarebbe assai difficile. Un comportamento lineare sui temi più importanti da parte di tutti gli eletti cattolici mi basterebbe. Per intenderci, quello che i "Cattolici" hanno mostrato in riferimento al ddl Cirinnà è stato una vergogna assoluta!

Ritratto di liusstrale

liusstrale

Dom, 20/03/2016 - 23:18

Non credo sia corretto dire che la chiesa si è incamminata verso la deriva cattocomunista.Credo che sia più corretto dire che l’Istituzione creata dai preti, che non è la Chiesa di cui il Capo è Gesù Cristo,ma che fa comunque parte della Chiesa ha molte suggestioni di carattere populistico.

Ritratto di alejob

alejob

Lun, 21/03/2016 - 17:28

Ammiro la persona che ha scritto questa lettera, ma le vorrei ricordare : Ci sono ancora Cattolici in Italia?. Con la bocca forse lo potranno dire ma con le AZIONI NO. Tra non molto saremo TUTTI MUSULMANI. Se il GRULLO Fiorentino vuole la Turchia in Europa, l'invasione Musulmana sarà come le ZANZARE D'ESTATE.