Quel libro che svela l'origine del governo

Dal governo «con le palle» a quello degli «utili idioti» temo che il confine sia minimo

L'Europa ha ufficialmente aperto la procedura di infrazione contro l'Italia, colpevole di non aver rispettato i patti e sforato il deficit senza giustificato motivo. Ora il governo ha soltanto due strade davanti a sé. La prima è fare mea culpa e correre ai ripari con una manovra finanziaria dura che ovviamente escluderebbe gli sconti fiscali e le altre agevolazioni di cui parlano i due leader di maggioranza. La seconda strada, ammesso e non concesso che il presidente Mattarella lo permetta, è di mandare a quel paese l'Europa con tutto quello che ne consegue in termini di credibilità internazionale, mercati finanziari e investimenti nel nostro Paese.

Prepariamoci dunque a una guerra di parole e di cifre ma inevitabilmente il bivio si avvicina e la scelta da che parte andare non è più rinviabile. Ho il sospetto che non si sia arrivati a questo punto per caso o semplice imperizia. Strappare con l'Europa resta il sogno, confessato a intermittenza, dei due partiti di governo, Lega e Cinque Stelle, e arrivarci per tappe successive più che una speranza forse è un progetto architettato per tempo e non tutto farina del loro sacco.

Per trovare un indizio in tal senso bisogna fare un passo indietro, ai giorni successivi alle ultime elezioni politiche. E leggere un libro, edito da Rizzoli e fresco di stampa: Assedio, fuoco su Trump, scritto da Michael Wolff, noto giornalista americano già autore del bestseller Fuoco e furia dentro la Casa Bianca. Trascrivo un passaggio che ha come oggetto Steve Bannon, già capo della strategia elettorale di Trump e leader di Alt Right (alternativa di destra) il movimento politico ultra conservatore, antiliberista e sovranista che coniò il motto First America, Prima l'America: «Nella primavera del 2018 Bannon aveva operato dietro le quinte anche in Italia dove la certezza, all'atto pratico, era una sola: la composizione dell'elettorato, frammentato e di parte, finiva sempre per regalare la vittoria a qualche inefficace e abborracciata coalizione di centro. Bannon si era fatto amico però Matteo Salvini, il leader della Lega, passata su posizioni di destra di orientamento nazionalista. Usciti i risultati delle elezioni di marzo, da cui come prevedibile non era emersa alcuna maggioranza, Bannon prese il primo aereo per la Penisola dove contribuì a negoziare un accordo tra la Lega e il movimento Cinque Stelle, un partito populista di sinistra con alcune forti tendenze di destra. Bannon sconsigliò a Salvini e a Luigi Di Maio di puntare all'incarico di presidente del Consiglio: conveniva mettersi d'accordo su un premier di facciata. Detto fatto! Bannon aveva realizzato la perfetta fusione dell'estrema destra con l'estrema sinistra».

Il racconto su come andò in Italia è inserito nel capitolo che racconta la strategia di Trump all'estero e la domanda che sorge spontanea è quale fosse l'interesse di Trump e dei suoi uomini ad intromettersi così a fondo nelle vicende di un Paese amico: rafforzare l'alleanza o dico io più verosimilmente iniziare a scardinare l'Europa per meglio comandare nel mondo?

Se guardiamo a quello che succede proprio in queste ore a Londra, dove è in corso la visita del presidente degli Stati Uniti, troviamo una conferma alla seconda ipotesi. «Lasciate l'Europa senza esitazione e non pagate il conto» è l'invito che Trump ha ripetuto ai suoi interlocutori inglesi garantendo loro che l'America è pronta a farsi carico dei possibili danni economici e commerciali che la hard Brexit comporterebbe.

Tutto questo per dire che indebolire l'Europa è l'obiettivo di Trump e che la sua amministrazione è decisa a sostenere chiunque dia una mano in tal senso. In concorrenza con Putin e con i cinesi che, non è un mistero, perseguono con altri mezzi e battendo altre strade lo stesso progetto: spacchettare l'Europa e papparsi i singoli Paesi come facili bocconi.

Fantapolitica? Non credo, tutto sembra convergere verso questa direzione, compresa l'ostinazione a tenere in piedi con le buone o con le cattive e oltre ogni logica questo governo disastroso per gli italiani di qualsiasi orientamento politico, ma prezioso per i sovranisti americani. Dal governo «con le palle» a quello degli «utili idioti» temo che il confine sia minimo. E se questa volta rompiamo davvero con l'Unione Europea penso che a quel punto lo supereremo.

Commenti

glasnost

Gio, 06/06/2019 - 15:52

Penso che ormai sia chiaro che l'Italia non può più andare avanti seguendo le politiche europee. E' da quando è nata l'Europa che peggioriamo la nostra economia. Spero davvero che QUALCUNO ci aiuti a liberarci da questa schiavitù e mi auguro siano gli Americani che lo hanno già fatto per liberarci dal nazismo tedesco.

gigi0000

Gio, 06/06/2019 - 16:54

Il Direttore, come sempre, vede ben oltre ciò che altri vanagloriosi vedono. Un'idea simile a quella espressa me la sono fatta anch'io: tagliando le gambe all'Europa, gli USA riusciranno ancora per un po' a svolgere una politica economica egemone. Ma per poco, per fortuna. In quanto ai giullari utili idioti, stendiamo uno spesso velo pietoso, mentre ai loro sostenitori, tutti contro la UE, poverelli, faccio notare come ad es. Spagna e Portogallo, conciati peggio di noi, rispettando le regole, siano risorti benissimo. Sarà quindi colpa della UE, oppure degli incapaci che si susseguono ai governi, quest'ultimo più d'altri?

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 06/06/2019 - 16:56

Direttore, l'interesse di Trump non è scardinare la UE ma scardinare l'asse Franco Tedesco e sopratutto la Germania e quindi è assolutamente anche nel nostro interesse arginare lo strapotere tedesco. Basta guardare al fallito accordo Fiat-Renault di ieri notte. Capisco che dia fastidio che il governo abbia un potente alleato come Trump e gli USA ma se non fosse cosi in Libia saremmo già stati mandati via come ENI da un pezzo.

ilrompiballe

Gio, 06/06/2019 - 16:58

Caro Direttore, ma di cosa stiamo parlando quando ci riferiamo all'Europa? Perché allo stato attuale parliamo di un insieme di nazioni che tirano, ognuna,l'acqua al proprio mulino, senza curarsi dei bisogni degli altri (Grecia docet), senza un proprio governo, politica estera,esercito e quant'altro. Abbiamo una moneta comune ma non una Banca Centrale con tutti gli attributi necessari. Parliamo insomma di un bel castello di carte che crollerà al primo colpo di vento internazionale avverso. E non ci sarà bisogno di manovre sottobanco.

antenore1954

Gio, 06/06/2019 - 17:02

Aridatece er piano Marshall!!!

rino biricchino

Gio, 06/06/2019 - 17:02

Che spettacolo Sallusti diventato europeista e pure complottista!

Zizzigo

Gio, 06/06/2019 - 17:04

Egregio Direttore, temere di spezzare il guinzaglio europeo mi sembra una infantile (o senile) baggianata... è l'ossessione di convinte vittime masochistiche quella di continuare a farsi sodom... dolorosamente da chi persegue la disgregazione del nostro Paese.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Gio, 06/06/2019 - 17:07

Penso che al peggio ci dobbiamo preparare; gli indicatori economici lo stanno a dimostrare e soltanto un cieco non lo vede. Forza Italia e shalòm.

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 06/06/2019 - 17:10

Scommettiamo che sarà la terza tra le due da Lei proposte? In particolare ci sarà un aggiustamento da entrambe le parti tanto per dare l'impressione di essersi venuti incontro, mi sembra ovvio...così come mi sembrano ovvie le coreografiche proteste delle opposizioni. È già tutto previsto.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 06/06/2019 - 17:11

possibilissimo! salvini voleva creare un gruppo extra con orban, marine le pen, farage, ecc.... ma non è andata come speravano! resta però il rischio!

glasnost

Gio, 06/06/2019 - 17:14

Ma qualcuno, tifoserie a parte, riesce a rendersi conto dell'andamento dell'economia nel nostro paese dal '93 ad oggi? Con tutti i governi che si sono succeduti, dalla fondazione dell'UE in poi sono aumentate la miseria, la disoccupazione ed anche il debito pubblico. Non è il caso di dire BASTA!

INGVDI

Gio, 06/06/2019 - 17:15

Che questo governo sia prezioso per i sovranisti americani, può essere, certo è che è disastroso per tutti gli italiani (a parte i parassiti che votano M5s). Comunque, fintantoché non c'è una presa di coscienza degli estimatori di Salvini sui danni che sta facendo, non ci sarà speranza per il paese.

fisis

Gio, 06/06/2019 - 20:10

Questa deriva antiamericana di Sallusti è davvero sorprendente! Trump vuole distruggere questa ue sovietica e antidemocratica? Magari! Abbiamo tutto da guadagnarci. In quanto alla favola che finiremmo nelle fauci dei "cattivi" Usa o della Cina, rifletta sul caso della Svizzera, paese piccolissimo ma avanzato e ricco, oppure del Giappone che pur con un debito altissimo è uno de paesi più sviluppati del pianeta.

nunavut

Gio, 06/06/2019 - 20:38

@ fisis 20:10 il Giappone non subisce le volatili previsioni e innalzamenti di uno Spread avendo contratto il debito nazionale con i loro stessi cittadini,dunque non sono sottomessi ad alcun diktat di qualsiasi rating straniero. Se ciò fosse in Italia il nostro debito in confronto al patrimonio nazionale e privato non sarebbe così catastrofico,perché gli interessi sul debito rimarebbero nelle tasche delgi italiani e non degli strozzini internazionali.mI attendo una raffica d'insulti...

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 06/06/2019 - 21:11

DM e Salvini sono sempre stati ostici vs l'Europa dove ci trattano da debitori zotici ed ignoranti. L'Europa non ci perdona, noi perseveriamo, l'Europa ci farà la multa, noi non la pagheremo e loro ci cacceranno (e si rafforzeranno, cari States). DM e Salvini sono un deterrente per l'Europa dove i conti li fanno e non sopportano il nostro debito pubblico oceanico e risparmio privato galattico. La situazione socio politica nel paese è da terzo mondo e tali ci considerano gli europei. Se restiamo contiamo quanto il Marocco, se ci cacceranno faremo le vittime e per il duo sarà facile continuare a non governare un paese ingovernabile. La speranza che Putin e States ci diano una mano per il duo diventa indispensabile ma anche vana.

palandrana

Gio, 06/06/2019 - 22:49

E`giunto il momento per l`Italia di lasciare l`euro che é stata imposta agli italiani senza chiedere il loro parere.Se chiediamo all`uomo della strada cosa pensa dell`euro,nove volte su dieci la risposta bé che si stava meglio con la lira. La moneta unica é un sistema per dominare l`economia di una Nazione e spero che gli italiani se ne rendano conto.L`Italia s`é desta?

ex d.c.

Ven, 07/06/2019 - 00:15

Può essere una teoria giusta. Dobbiamo comunque capire che interesse ha l'Europa a tenere in piedi questo Governo

Carlo36

Ven, 07/06/2019 - 07:13

Caro Sallusti, l'ho sempre apprezzata, ma questa volta no. Il motivo? Questa Europa non è quella voluta e proposta dai Fondatori, ma quella trasformata, in primis, da Prodi, dalla Merkel e dall'utile idiota presidente di turno in Francia, in una moderna URSS comandata da una oligarchia centralizzata e dittatoriale che ha concesso alla Germania di vincere la terza guerra (senza carri armati), dopo averne perse due mondiali, schiavizzando i restanti popoli europei. La Merkel stessa è una ex Stasi e questo la dice lunga sui governi di coalizione CDU-SPD (alias cristianocomunisti) Ci pensi bene. Mi auguro solo che l'Europa cambi radicalmente oppure imploda con l'aiuto di chi (Stati Uniti e Russia) ha capito tutto da un pezzo.

Carlo36

Ven, 07/06/2019 - 07:22

glasnost, hai perfettante ragione. Salvini sta facendo il possibile per bloccare la sinistra italiana che ha distrutto il paese con l'importazione voluta di centinaia di migliaia di africani in vacanza pagata dal contribuente italiano. Ed hanno importato solo i peggiori, ben istruiti sia alla partenza che all'arrivo dalle ong criminali d'accordo con gli scafisti che lo fanno in combutta solo per lucro. Elementare, Watson!

Ritratto di gian td5

gian td5

Ven, 07/06/2019 - 11:23

Mi pare un po' fantascienza, il vero problema di tutti i Presidenti USA è perché mai 330 milioni di cittadini americani debbano tassarsi per proteggere 500 milioni di europei da 150 milioni di russi.

Ritratto di deep purple

deep purple

Ven, 07/06/2019 - 11:27

A tutti i lega bananas convinti che andare via dall'euro e dalla ue sia la nostra salvezza, voglio avvisare che l'Italia non è l'Inghilterra. Non abbiamo materie prime, non abbiamo un ex impero coloniale con cui effettuare scambi commerciali e non abbiamo un rapporto storico e privilegiato con gli Stati Uniti. Già, gli americani mica ci vogliono bene, ci stanno solo usando per indebolire Francia e Germania, ma una volta ottenuto questo, ci abbandoneranno a noi stessi che diventeremo una dittatura autarchica. Un paese senza materie prime come l'Italia, in autarchia muore. Se davvero volete questo, beh, dovete farvi vedere da uno bravo.

Carlo36

Ven, 07/06/2019 - 12:03

deep purple, vedo che hai poche ma molto confuse idee. L'Italia non ha materie prime? verissimo, ma un paese manifatturiero ha solo bisogno di tecnologie molto avanzate, perchè le materie prime sono in vendita ovunque. Ti faccio un esempio: il Venezuela è ricchissimo di materie prime, il paese più ricco dal Canada alla Terra del Fuoco: Ferro, alluminio, oro, coltan, petrolio leggero (poco), petrolio viscoso molto scadente (tantissimo) e difficilissimo da raffinare, diamanti, terreni vasti e fertili per riso, frutti tropicali, mais, aree turistiche nei Tepui, sul mare dei Caraibi ecc. ecc. Era una democrazia ed una nazione felice. Arriva la sinistra al potere e distrugge tutta l'impresa privata, la piccola, la media, la grande, la multinazionale. (segue)

Carlo36

Ven, 07/06/2019 - 12:12

deep purple, segue deep purple, La svalutazione al 380.000%. La pensione sociale di 40000 Bolivares paga per un pacco di uova da 36 unità 28000 Bolivares restano 12000 bolivares per tutte le altre necessità. Un uovo al giorno e due alla domenica. Non si trovano medicine nè in farmcia, nè negli ospedali. Tira tu le conclusioni. Non è autarchia ma intelligenza e gli Usa ci hanno sempre aiutato sia nella prima che nella seconda guerra mondiale e hanno perfettamente ragione nel biasimare la demenziale politica della UE. L'Italia imiti gli Usa ed il Giappone, compri il proprio debito e si goda la propria sovranità.

Ritratto di bimbo

bimbo

Ven, 07/06/2019 - 12:20

Non capisco se l'Europa vuol diventare comunista, socialista o democratica, forse i vari presidenti dovrebbero riunirsi e chiedere alla commissione europea che futuro vogliono per loro e per i giovani.

Ritratto di bimbo

bimbo

Ven, 07/06/2019 - 12:26

Oramai siamo arrivati al punto della massima deresponsabilizzazione da parte delle onorevoli persone che pensano solo a magna' cristianamente, fottendosene assolutamente del prossimo.

Carlo36

Ven, 07/06/2019 - 12:40

deep purple, dimenticavo: sono appena tornato dal Venezuela e dagli Usa. Parlo, scrivo e leggo sia l'inglese che il castigliano. Decine di migliaia di cubani controllano esercito e telecomunicazioni. Negli Usa disoccupazione inesistente e tre nipoti che studiano all'univerità e lavorano. Meglio che sia tu a farti vedere dallo specialista.

dagoleo

Ven, 07/06/2019 - 13:51

l'Italia nella sua storia recente ha avuto sempre più dagli USA che dai suoi para amici europei, che in ogni occasione hanno sempre cercato di fregarci appena voltavamo le spalle. per cui io non avrei alcun dubbio da che parte stare. ma proprio nessuno.

Carlo36

Ven, 07/06/2019 - 14:46

Dragoleo, pensa che per sconfiggere la pirateria nel Mediterraneo di cui gli europei avevano tanta paura dovette arrivare una nave da guerra dagli Usa piena di "Marines" per sconfiggere a Tripoli il capo ed organizzatore della pirateria. Da cui l'inno dei Marines che dice "From the Palast Montezuma to the shore of Tripoli..."

corivorivo

Ven, 07/06/2019 - 20:32

le minacce europee sono barzellette tristi già sentite e risentite. ben gentile Direttore, stupisco nel risentirla suonare questo disco rotto! spero non sia farina del suo sacco ma della saccoccia del Berlusca...che dovrebbe ben conoscere tutta la manfrina di accuse trita e ritrita! tirare la corda bisogna. tirare la corda più forte di loro! sarà l'europa sciupona, mantenuta e bagascia, la prima a temere che si rompa! andiamo a vedere il loro bluff!

Trinky

Ven, 07/06/2019 - 21:49

Detto da uno dei tanti falliti di Forza Idioti questo non ha rilevanza........

Santippe

Ven, 07/06/2019 - 23:54

Se non si tratta di un sogno, ma di un progetto, possibile che l'EU non ne sia a conoscenza? Perché, se lo fosse, sarebbe ben strano il suo frenetico affaccendarsi a fare di tutto per spingere i protagonisti a realizzarlo.

faman

Sab, 08/06/2019 - 00:36

senza l'UE saremo dilaniati, ma come fate a non capirlo?

INGVDI

Sab, 08/06/2019 - 10:40

L'ostinato atteggiamento di Salvini nel voler proseguire la disastrosa esperienza con i 5s è dovuto alla stupidità di quel 34% che vota lega e alla furbizia (tante prebende ai parassiti) di quel 17% rimasti a votare 5s. Tutto sommato è giusto che Salvini vada avanti, come ha promesso, e si prenda tutte le le responsabilità per questa decisione, comprese quelle dei risultati. Per quanto riguarda i suoi estimatori (si è arrivati al culto della persona), hanno e avranno quello che si meritano.