L'infermiera di Stephen Hawking radiata dall'albo: non ha fornito le cure

È stata radiata dall'albo degli infermieri perché, secondo l'Ordine, non ha fornito le cure adeguate al genio della fisica. Nei guai l'ex infermiera di Stephen Hawking

L'Ordine degli Infermieri britannici ha radiato dall'albo Patricia Dowdy, l'ex infermiera di Stephen Hawking, rea di non aver fornito le cure necessarie al genio della fisica. Non potrà più operare in ambito sanitario.

L'Ordine al quale apparteneva dalla morte dello scienziato ha aperto un'indagine per capire se le cure a Stephen Hawking fossero state somministrate in maniera corretta.

"Patricia Dowdy non ha fornito le cure professionali che il professor Hawking meritava e che noi ci aspettavamo", il commento del Consiglio dell'Ordine degli Infermieri riportato dai media britannici. È stata la sua infermiera di fiducia che lo ha assistito nella maggior parte della sua vita. Infatti, è entrata in servizio al fianco del genio della fisica nel lontano 1994 operando fino al 2004. Poi richiamata dal 2013 al 2016, quando è stata sospesa perché sospettata di non aver seguito in maniera scrupolosa le cure assegnate a Stephen Hawking ma soprattutto per aver agito in maniera scorretta andando a falsificare alcune note finanziarie.

L'indagine condotta dall'ordine è stata seguita passo dopo passo anche dai familiari di Hawking, tanto che lo stesso Consiglio li ha ringraziati per aver messo loro a disposizione tutta la documentazione necessaria per il caso: "Siamo rimasti a stretto contatto con la famiglia del professore e siamo grati per averci fornito tutto il materiale necessario all'indagine. Sono stato personalmente molto vicino a tutti nel momento terribile che ha portato alla perdita di una delle menti più brillanti che l'umanità abbia mai conosciuto", il commento di Matthew McClelland direttore del Consiglio dell'Ordine degli infermieri britannici che ha presieduto l'indagine.

Lo scienziato era malato di sla, sclerosi laterale amiotrofica ed era stato alle cure dalla 61enne Patricia Dowdy per moltissimo tempo della sua vita. La sua esperienza con la malattia ha sbalordito il mondo perché generalmente questa tipologia di malattia progredisce molto in fretta mentre Hawking è stato "graziato" sopravvivendo fino alla "veneranda" età di 76 anni.

Commenti

GPTalamo

Ven, 15/03/2019 - 13:03

Mah, potrei sbagliarmi, ma la cosa puzza parecchio. Non mi stupirei che ci fosse una famiglia dietro assetata di soldi per una lawsuit e che riversa la propria rabbia per la malattia del loro parente su una infermiera. Negli Usa, e' uno scenario frequente. Le mie simpatie vanno piuttosto all'infermiera, che per uno stipendio sicuramente inferiore a quello dello scienziato famoso, avra' dovuto sopportare la fatica fisica e psicologica di prendersi cura di lui per tanto tempo.