L'offerta di lavoro da 40 mila euro che tutti rifiutano: "Siamo disperati"

A Muck, un'isola dell'arcipelago scozzese, stanno ricercando assolutamente un insegnante per sette bambini. Ma nessuno si candida

"Cerchiamo urgentemente un insegnante per la scuola elementare di Muck, il salario è di 40mila euro l'anno": una frase sancisce il lavoro della vita, peccato però che nessun candidato si sia ancora presentato al colloquio.

In un'isola sperduta della Scozia, più precisamente nell'arcipelago delle Ebridi, stanno cercando disperatamente un insegnate per sette bambini. Le condizioni lavorative non sono delle più impegnative, il salario non è male, ma c'è qualcosa che blocca tutti i possibili candidati: la posizione di questo piccolo paese/isola.

Muck, infatti, è un'isola di solo 6 chilometri quadrati abitata da 40 anime. Anche se sono poche, quaranta persone ci sono e hanno bisogno dei servizi fondamentali per vivere. Per questo motivo, il governo scozzese ha lanciato un appello per cercare un insegnante che possa dare un'istruzione ai bambini dell'isola.

Gli annunci di questo lavoro si trovano d'appertutto, su Facebook è addirittura stata creata una pagina per cercare di velocizzare le cose. Ma nonostante la proprosta sia assolutamente allettante, la capacità di addattamento alle condizioni di Muck sta davvero bloccando tutti i possibili futuri maestri.

La piccola isola dispersa in mezzo al mare, infatti, ha pochissimi collegamenti con la terra ferma e quando le tempeste si abbattono sull'arcipelago delle Ebridi la situazione è davvero critica: solo le persone con un forte spirito di adattamento riescono a superare le intemperie. E a quanto pare, al mondo, ce ne sono davvero poche.

Ora, la comunità di Muck si dice disperata e su Facebook continua a lanciare la proposta di lavoro nella speranza che qualcuno si incuriosisca talmente tanto da decidere di rivoluzionare la sua vita.