L'opuscolo viene distribuito a tutti i dipendenti

Nell'opuscolo messo a punto dai servizi medici Eni ci sono tutti i consigli di protezione e promozione della salute

La realizzazione di programmi specifici di promozione della salute può avere un impatto positivo sulla prestazione, il benessere e la produttività del lavoratore, secondo il principio che il lavoratore sano è più attivo e propositivo nel benessere di sé stesso e di chi lo circonda. Datori di lavoro e dipendenti hanno entrambi un ruolo primario nel garantire la tutela della salute sul luogo di lavoro e nell'offrire il proprio contributo in tal senso all'interno delle comunità in cui operano.

Nella guida ci sono consigli pratici sulle malattie cardiovascolari, su come si riconosce e si combatte l'ipertensione e soprattutto come nutrirsi. Si va dai concetti di base fino al legame tra alimentazione e obesità. Di particolare utilità sono i consigli su come combattere lo stress, sia a tavola che sul luogo di lavoro e infine a casa.

Nella parte finale è disponibile un divertente test sull'alimentazione, che comprende una serie di affermazioni alle quali rispondere vero o falso. Per esempio: «È stato stimato che il 30% di tutti i casi di cancro è riconducibile ad abitudini alimentari errate».

«È impegno di Eni contribuire fattivamente alla promozione della qualità della vita e allo sviluppo socio-economico delle comunità in cui la società opera. Sono tenuti in particolare considerazione il riconoscimento e la salvaguardia della dignità, della libertà e dell'uguaglianza degli esseri umani, la tutela del lavoro e delle libertà sindacali, della salute, della sicurezza, dell'ambiente e della biodiversità, nonché il sistema di valori e principi in materia di trasparenza, efficienza energetica e sviluppo sostenibile. Le Persone di Eni, nell'ambito delle proprie mansioni, partecipano attivamente al processo di prevenzione dei rischi, di salvaguardia dell'ambiente e dell'incolumità pubblica e di tutela della salute e della sicurezza nei confronti di sé stessi, dei colleghi e dei terzi».

Le pagine che compongono la guida Eni alla salute distribuita alle migliaia di dipendenti di Eni nel mondo