L'ora delle leggi speciali

Nella lotta al terrorismo islamico, l'anello debole non sono i nostri uomini in divisa ma i nostri legislatori e una magistratura che sul tema resta molto ambigua

Il capo della polizia, Franco Gabrielli, è stato chiaro. Nell'intervista che abbiamo pubblicato ieri ha ammesso che l'Italia è stata vicina a subire un attentato islamista e che, prima o poi, nonostante tutti gli sforzi nella prevenzione, toccherà anche a noi.

Aggiungiamo: se finora l'abbiamo scampata è in parte per una scelta strategica delle centrali del terrore, ma anche perché le nostre forze di polizia e i nostri servizi segreti sono tra i migliori al mondo. Apparentemente sgangherati, sicuramente sottopagati e male equipaggiati, i nostri uomini hanno però un'invidiabile esperienza sul campo. Abbiamo combattuto e vinto un terrorismo politico senza eguali in Occidente per diffusione e ferocia, controlliamo e combattiamo ogni giorno tre delle più pericolose organizzazioni criminali del mondo, mafia, 'ndrangheta e camorra.

Non è insomma facile farcela sotto il naso, ma ciò nonostante corriamo due rischi. Il primo è di pagare, essendo il terrorismo islamico transnazionale, errori e sottovalutazioni di polizie di altri Paesi, come stava accadendo nel caso di Amri, l'uomo della strage di Berlino che ha finito casualmente la sua fuga solitaria alle porte di Milano. Il secondo rischio è che tanta capacità e tanto impegno investigativo naufraghino su una legislazione ordinaria inadeguata a fronteggiare una simile emergenza.

Del resto il nostro codice penale ipergarantista non avrebbe permesso di sconfiggere il terrorismo e neppure di arginare le mafie. Situazioni straordinarie impongono leggi straordinarie e la sospensione di alcuni diritti per le persone sospettate di avere a che fare con l'estremismo islamico. A chi ruba una macchina faccio un esempio banale per consegnarla a chi la trasformerà in un'autobomba non può essere applicata la stessa tenue legge che punisce il furto di vettura. Affrontare questo problema è compito della politica che, impaurita o forse solo distratta dalle solite beghe di partito, è invece lontana anni luce. Nella lotta al terrorismo islamico, l'anello debole non sono i nostri uomini in divisa ma i nostri legislatori e una magistratura che sul tema resta molto ambigua. Più che munizioni, servono regole di ingaggio col nemico molto più efficaci, senza le quali la profezia funesta di Gabrielli si realizzerà con più facilità.

Commenti

VittorioMar

Dom, 08/01/2017 - 16:27

...DORMI..DORMI .Ministro ORLANDO..DORMI TRANQUILLO E ASCIUTTO...!!!non svegliatelo Bruscamente ..potrebbe subire un ..TRAUMA..!!!

Cheyenne

Dom, 08/01/2017 - 16:35

ATTENZIONE ALLE LEGGI SPECIALI E' COMINCIATA COSI' LA DITTATURA DELLA MAGISTRATURA CHE HA DISTRUTTO L'ITALIA SOCIALMENTE, ECONOMICAMENTE E MORALMENTE.

VittorioMar

Dom, 08/01/2017 - 16:38

...e nella speranza che non rimangano solo buone intenzioni :UN PLAUSO AI MINISTRI MINNITI E PINOTTI!!

Raoul Pontalti

Dom, 08/01/2017 - 17:06

Sommo Direttore questa volta hai cannato nella sostanza e nella forma. Tanto per cominciare il nostro codice ipergarantista è ancora quello fascista pur rimaneggiato (semmai si dovrebbe rivolgere l'attenzione al codice di procedura penale che invece non è più quello fascista) e stai pure certo che il ladro che ruba un'auto per fini di terrorismo non risponde semplicemente del reato p.e p. dall'art. 624 cp, bensì dei reati contemplati negli artt. 270 bis e 270 sexies cp e in altri ancora (422 cp ad es. per strage). Non servono leggi speciali ma volontà di adempiere il dovere da parte di chi riceve pubblico stipendio specie se in divisa.

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 08/01/2017 - 18:13

le brigate rosse hanno rovinato l'Italia non con le armi ma con le leggi speciali che come si usa da noi dovrebbero avere il tempo contato ma funziona così i Italia non c'è niente di più stabile de provvisorio

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 08/01/2017 - 18:19

Il Direttore Sallusti non poteva non infilare la magistratura nella sua inslata mista della demenica... Forse che ignora che la magistratura applica le leggi fatte dai politici? E ci dica, il Pregiudicato sul cui libro paga compare, che leggi ha fatto in questo senso nei dieci anni di regno? Come dice? Era troppo impegnato a far legiferare le sue maggioranze bulgare su temi relativi ai propri affari, ed ha quindi tralasciato le cose utili per i cittadini? Lo sapevo gia`, grazie, ma lieto che lo ammetta.

killkoms

Dom, 08/01/2017 - 18:28

la preoccupazione di orlando è la legge sulla tortura!

Ritratto di woman

woman

Dom, 08/01/2017 - 18:36

Ai compagni ministri Minniti e Pinotti ora è concesso di esprimere opinioni che a noi benpensanti è stato proibito di dire quando ancora questa invasione poteva essere arginata.

Ritratto di combirio

combirio

Dom, 08/01/2017 - 18:45

Prima di varare le leggi ci vorrebbe un Governo speciale! E non c'è lo vedo. Questo è il Guaio! Per cui rimaniamo nell' improvvisazione e nella fortuna che Dio ci assista. I cittadini se ne sono accorti già da tempo che le nostre istituzioni non aggiscono per il verso giusto. Purttroppo gli ultimi a capire sono i nostri politici di governo. Allora i tanti cittadini che dicevano “ Guardate state sbagliando “ AVEVANO RAGIONE !!!!! Sarebbe stato meglio aver lasciato il reato di glandestinità e poter identificare chi potesse entrare. Invece cominciano a capirlo adesso, complice anche la Chiesa. Hanno la responsabilità morale di migliaia di annegamenti, aumentata povertà per gli Italiani, e aumento del debito per l' Italia!

mariod6

Dom, 08/01/2017 - 19:03

Per avere una legge speciale serviranno almeno altri 30 anni tra i vari distinguo di tutti i partiti del parlamento. Non sia mai che un partito appoggi la proposta di un altro senza volerla cambiare almeno un poco. E nel frattempo la magistratura continuerà a mettere fuori qualsiasi caprone accusato di terrorismo. Poverini !! Vogliono solo esprimere le loro opinioni ma non conoscono la lingua, ed allora usano la violenza. Se alla Polizia fosse permesso tirare al volo su questi criminali ce ne sarebbero di meno in giro.

m.nanni

Dom, 08/01/2017 - 19:08

sarebbe una follia consentire a questa sinistra arrivata al potere rocambolescamente di approvare leggi speciali per combattere l'invasione clandestina dell'Italia. perchè prevederebbero l'arresto di coloro che si oppongono all'invasione o di chi, su questi temi sensibili, sfotte la Boldrini o Alfano. la penso come Cheyenne sul potere speciale alle procure che hanno distrutto la democrazia italiana che non si riesce a metterla in sesto. ci vuole una legge ordinaria che attribuisca all'autorità di pubblica sicurezza l'onere delle espulsioni e che nel contempo preveda il licenziamento in tronco di quei magistrati che andassero contro i predetti provvedimenti. non ci dimentichiamo cosa fecero i magistrati contro i nostri servizi segreti di Pollari. distrutti e poi riabilitati. e quel magistrato se non sbaglio è stato pure promosso!

Ritratto di salrandazzo

salrandazzo

Dom, 08/01/2017 - 19:26

E quindi? Cosa consiglia l'illustre Sallusti?

venco

Dom, 08/01/2017 - 19:31

Sbagliato trattare gli immigrati con le stesse leggi fatte per i cittadini, come se avessero tutti i nostri diritti e anche più perché non pagano niente.

fraved

Dom, 08/01/2017 - 19:33

quando sento parlare di leggi speciali mi vengono i brividi. Ci manca solo che torniamo ai tristi momenti della nostra storia e siamo a posto.

Biagiotrotta

Dom, 08/01/2017 - 19:36

ma quali leggi speciali, è tanto difficile mettere quelle quattro navi che ci sono rimaste e bloccare gli arrivi dalle coste tunisine e libiche e che non si vuol fare un bel niente , dopo che è andato via capra-alfano al ministero dell interno si rendono conto del vero pericolo. E dello stato islamico che oramai è già in Albania lo dobbiamo apprendere dal Giornale. Vergogna soltanto vergogna e i respinsabili hanno nome e cognome oramai

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Dom, 08/01/2017 - 19:47

Per la criminalità comune, locale, comunitaria od extracomunitaria che sia, il problema è duplice: la presenza di leggi troppo permissive e la mancanza di certezza della pena. I criminali provenienti dall'est europeo, rubano nelle abitazioni, all'interno delle imprese, svuotano i bancomat e qualt'altro, con la certezza di non finire mai in galera. L'Italia è divantata, per questi criminali, il paese di cuccagna e i politici, purtroppo, restano insensibili alle grida di rabbia che si levano dalla gente in balìa della criminalità comune.

steacanessa

Dom, 08/01/2017 - 19:52

Il nostro ordine giudiziario è profondamente inquinato da prime donne ed individui politicizzati. Se non lo si riforma e se il presidente del csm non si decide ad intervenire, come fece a suo tempo Cossiga, siamo belli che fatti.

edo1969

Dom, 08/01/2017 - 19:53

Braaaaaavo salustio vraaaaaaavo

bobots1

Dom, 08/01/2017 - 20:03

Oggi abbiamo già una dittatura della magistratura...per non parlare delle sentenze illogiche agli occhi del popolo (anche se sicuramente corrette dal lato giuridico) Potrebbe essere peggio? Dubito ! Comunque tempi speciali abbisognano di leggi speciali ! E nessuno può negare che i tempi siano particolarmente speciali !

nordest

Dom, 08/01/2017 - 20:05

Ho dei dubbi che i Pm siano coretti .

bobots1

Dom, 08/01/2017 - 20:06

@VittorioMar. Aspetterei di applaudire. La Pinotti c'è già da tre anni e fino ad ora cosa ha fatto o soprattutto cosa ha detto? Non mi illudo...pero spero anch'io!

wrights

Dom, 08/01/2017 - 20:11

Chi ha sottovalutato Amri, mi dispiace dirlo, siamo stati proprio noi italiani, visto che era stato in carcere in Italia, era con decreto di espulsione e non siamo riusciti a rimandarlo in Tunisia e nemmeno lo controllavamo, di casuale c'è stato solo la sua uccisione.

Keplero17

Dom, 08/01/2017 - 20:18

Non sono d'accordo per niente, non si può banalizzare il problema a livello di Azzeccagarbugli. C'è una impostazione dottrinale di fondo sbagliata della sinistra che equipara lo straniero all'italiano, che è troppo tesa al rispetto dei cosiddetti diritti civili assoluti solo sulla carta, pr cui è sufficiente dire che per la sanità non ci sono abbastanza soldi il problema è risolto, senza pensare che un mare di denaro viene riservato ai migranti che dirottato in altri settori ci renderebbe la vita più semplice, ma come sappiamo la sinistra dice che sono due problemi distinti e che pesano allo stesso modo. Quindi il problema è prima di tutto politico, la legislazione si adeguerà di conseguenza.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 08/01/2017 - 20:28

Aspettiamo a vedere i risultati. perchè a parole sono tutti fenomeni, nei fatti un pò meno.

MgK457

Dom, 08/01/2017 - 21:40

L'unica vera soluzione è l'espulsione di tutti i musulmani e il divieto di proselitismo islamico, il resto è fuffa.

Ritratto di karmine56

karmine56

Dom, 08/01/2017 - 22:08

Campa cavallo.

maricap

Dom, 08/01/2017 - 23:49

La situazione si risolve solo con una decina di anni di totale dittatura del popolo, fatta tramite le Forze Armate nazionali. Morte ai traditori degli italiani.

Ritratto di gangelini

gangelini

Lun, 09/01/2017 - 01:43

Come si fa in Italia a combattere il terrorismo e la delinquenza politico/religiosa quando tale iniziativa rappresenta un rischio ed una delegittimazione politica della sinistra e delle feroci lotte fatte in piazza con bastoni, bombe e pistole? Perché in Italia i cattivi sono rappresentati da imprenditori, borghesi e forze dell'ordine, i buoni sono invece i terroristi, i delinquenti ed i sinistri assassini politici (i famosi bravi ragazzi che sbagliano).

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 09/01/2017 - 03:46

Nel 1975 venne promulgata la legge n.152. Era una legge speciale studiata appositamente contro il terrorismo rosso. Alla sinistra non piacque. Venne criticata perché, a loro modo di vedere, limitava le libertá dei cittadini. Vabbé erano e sono sempre i ''bastian contrari''. Nulla va bene secondo loro. Peró serví. I kompagni che sbagliano vennero sconfitti.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 09/01/2017 - 03:54

Pontalti hai ragione. Ma la volontá di adempiere il proprio dovere nn deve riguardare solo l'uomo in divisa, bensí e sopratutto deve riguaradare anche chi é demandato ad amministrare la giustizia. Il che a volte, anzi spesso, l'amministra non applicando le leggi che il legislatore ha dato bensí interpretandole ad usum delphini. E non mi dire che non é vero. Di episodi ne ho avuti ad abbundantiam.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Lun, 09/01/2017 - 08:36

Dott. Sallusti condivido! Mi tolga però una curiosità, chi dovrebbe emanare queste leggi? Lo stesso parlamento che ha sostenuto e sostiene i ladri predatori di banche di sinistra? Lo stesso parlamento che ha intitolato una sua aula al tentato omicida il giuliani dopo aver consentito di erigergli una statua e che si schiera apertamente per l'apologia di reato? Lo stesso parlamento che sostiene l'invasione di clandestini al solo scopo di favorire pd e alfaniani nel furto di pubbliche risorse spacciate per aiuti umanitari fregandosene COMPLETAMENTE della sicurezza degli Italiani? Perché se la risposta è si conosce il detto " chi vive sperando..."

epc

Lun, 09/01/2017 - 10:15

Non capisco cosa si intenda con "leggi speciali".... Il nostro codice penale non è affatto ipergarantista. Anzi! Il problema sono i magistrati che lo applicano arbitrariamente e con paraocchi ideologici e politici, nonostante certi maggiordomi della magistratura come Pravda99 si affannino a proclamare il contrario!

Ocram59

Lun, 09/01/2017 - 10:43

Le leggi speciali sono ciò che gli attuali politici vogliono per ammanettarci tutti! Si applichino le attuali e si sospenda Mare Nostrum o Fronte o Triton o come cavolo si chiama! Smettiamo di andare a prendere i clandestini sulle spiagge libiche. Le coop e la caritas possono continuare ad arricchirsi con quelli che già ci sono e che nessuno manderà via. Azzeriamo tutto, chi ha avuto continuerà ad avere chi ha dato continuerà a dare per i 200, 300 o 500 mila che già ci sono. E non parliamo degli altri settori del paese e dello stato che mangiano gratis!

idleproc

Lun, 09/01/2017 - 11:24

Concordo coi "dissidenti". Abbiamo già tutto quello che serve, tranne la strategia che in Italia è sempre la stessa anche se la "raccontano" diversa per scarsa presa della propaganda a pieno regime. Le "leggi speciali" servono a chi si è svenduto la baracca perché temono il Pollo Sovrano, non il "terrorismo", spesso con teleguida del quale hanno contribuito a creare le condizioni di esistenza a livello geopolitico. E' un problema politico e di strategia. Con questi non si va da nessuna parte, si va a fondo.

01Claude45

Lun, 09/01/2017 - 11:35

Per coloro che arrivano in Italia "senza documenti" NESSUN DIRITTO MA RIMPATRIO IMMEDIATO su mezzi della sua nazione. Impariamo dall'Arabia Saudita, dall'Australia, dall'Ungheria. È meglio per tutti. I soldi MALSPESI nella PELOSA FINTA ACCOGLIENZA spendiamoli per gli ITALIANI. NOTIZIA DI STAMANE: distrutto il centro di CONA. CHI PAGA? Giusto posizionare i militari, impedire ai CLANDESTINI L'USCITA fino a riparazione effettuata. Poi RIMPATRIO, a costo di paracadutarli nel sud Sahara.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 09/01/2017 - 11:54

"A chi ruba una macchina faccio un esempio banale per consegnarla a chi la trasformerà in un'autobomba non può essere applicata la stessa tenue legge che punisce il furto di vettura." ... Infatti non si applica solo quella ... Quanto alle "Regole di ingaggio più efficaci" vorrei capire di cosa stiamo parlando dal momento che ad un sospettato di terrorismo su cui penda un mandato di arresto internazionale non viene mica offerto un caffè se viene individuato. La realtà dei fatti e che nonostante il tanto sbandierato "lassismo" ad oggi non siamo stati vittime di attentati, contrariamente a quanto avvenuto in paesi meno lassisti

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 09/01/2017 - 12:09

Sallusti dixit : "l'anello debole non sono i nostri uomini in divisa ma i nostri legislatori e una magistratura che sul tema resta molto ambigua - - - Infatti, trattasi dell'usuale "Avanti Tutta, Quasi Indietro". Proprio non capisco perché bisogni sempre arzigogolare tanto. Sembra che vogliano rendere più snella e veloce la procedura sugli appelli in tribunale riducendo la quantità di ricorsi. Ma che cacchio di appelli/ricorsi !!! Se uno viene dichiarato dalle autorità preposte "Persona Non Grata", non c'è un cacchio di ricorso che tenga, va espulso (fisicamente); Timbro, Firma e Via". Se qualche magistrato ha da ridire, gli si risponda di prodigarsi piuttosto sui troppi dossier in attesa oppure di protestare alla Corte dei Miracoli di Strasburgo. Idem per tutta la masnada di ONLUS più o meno onlus. – Veramente non capisco questo iper-garantismo. Se un'Ambasciata rifiuta il visto a qualcuno (e senza dare spiegazioni) questo qualcuno può forse fare ricorsi in Tribunale ?

DuralexItalia

Lun, 09/01/2017 - 12:13

Dura lex sed lex ('Legge dura, ma legge')... Ovvio.

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 09/01/2017 - 12:19

Rif. Raoul Pontalti 17:06 – Etttepppareva se non ci farciva dentro i pelandroni in divisa (come li apostrofa solitamente).

soldellavvenire

Lun, 09/01/2017 - 12:37

se diversamente da francia, germania, israele, SUdA, ecc. ecc. ecc. proprio noi riuscissimo a sfornare leggi abbastanza "speciali" da evitare di venire colpiti da terroristi allora varrebbe la pena di conquistare il mondo: ne avremmo il merito

fisis

Lun, 09/01/2017 - 12:43

L'Italia è un paese ormai allo sfascio, ridotto così da governi e giustizia cattocomunisti, che hanno favorito un'invasione sempre più massiccia e proterva. Si potrà risollevare solo con un governo di centrodestra o destra estrema che faccia rabula rasa. Certo non con il pd o le cinquestelle rosse e incompetenti.

wotan58

Lun, 09/01/2017 - 12:45

Per generale informazione il compito della Magistratura è esclusivamente quello di applicare le leggi, e chi tra i magistrati lo fa di norma viene punito. Il problema è chi le leggi le fa, ovverossia la classe politica più impreparata del mondo (eufemismo), che da un lato tende istintivamente a proteggere chi delinque, (a partire dagli stessi politici), e poi promulga leggi scritte con i piedi che si prestano a mille "stranezze" interpretative. Senza dimenticare che in questo paese la Magistratura è controllata dalla politica, di fatto e di diritto (leggi CSM). Non servono leggi speciali, avremmo bisogno di leggi ordinarie. Ben fatte. E garantiste, ma solo per gli onesti.

squalotigre

Lun, 09/01/2017 - 12:59

Raoul Pontalti - coloro che vestono la divisa il loro dovere lo fanno eccome, anche se sottopagati ed a rischio della vita propria e dei familiari. Quelli che vestono la toga, al contrario, sono superpagati, godono di immunità pressoché totale per i loro errori, vengono giudicati disciplinarmente da un organismo composto dai colleghi e l'unico rischio che corrono è quello che cada loro il mouse che molti di loro usano per giocare, vista la loro produttività e la durata dei processi. E forse è meglio così viste le sentenze allucinanti che emettono mandando in galera senza prove e mandando liberi in attesa di processo individui pericolosissimi

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Lun, 09/01/2017 - 13:37

E vero la situazione e tragica e, con questo tragicomico governo impaurita da tal magistratura, la situazione non potrà che peggiorare. Non abbiamo speranza: "da un momento all’altro potremmo finire nel baratro. Ma non è una cosa negativa. Per alcuni secondi ci sembrerà di volare." (Fragmentarius)

AndreaEffe

Lun, 09/01/2017 - 15:07

Serve che i cittadini onesti e tecnicamente capaci possano portare armi a tutela della loro incolumità e di quella del prossimo. NESSUNA forza di polizia, per quanto addestrata ed equipaggiata, può difendere contemporaneamente tutti i cosiddetti "soft target", ovvero noi cittadini.

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 09/01/2017 - 16:20

squalo tigre 12:59 scrive : "… viste le sentenze allucinanti che emettono mandando in galera senza prove e mandando liberi in attesa di processo individui pericolosissimi" - - - Mi permetto di riprendere la sua frase correggendola leggermente ma significativamente nel finale : "e mandando liberi individui pericolosissimi finanche già processati e già condannati, perché l'ennesimo togato in 10 (dieci) e passa mesi non ha motivato la sentenza" (ovvio, sono troppo e perennemente oberati).

settemillo

Lun, 09/01/2017 - 17:06

un GOVERNICCHIO come l'attuale potrebbe gestire solo un MANICOMIO; tutto il resto e' solamente FUFFA! Evidentemente ce la meritiamo.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Lun, 09/01/2017 - 17:07

Allora? Mandano i Nostri uomini migliori alla morte e lo abbiamo constatato in Afganistan con Nassirya e con i Lince; non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. Se fosse vero i Nostri Politici pensano soltanto alla pensione e, se eccezioni ci sono, sono al lumicino e tutte le Forza Politiche sono all'acqua di roswe; la meno peggio è Forza Italia ma Noi non andiamo più a votare e che faremo dopo? Shalòm.

Pinozzo

Lun, 09/01/2017 - 17:10

Leggi speciali.. Ahahahah! Zio Ale, ma ti sei rimbambito? Invecchiando ti vien nostalgia di un ventennio che purtroppo ti sei perso? Le leggi che abbiamo gia' vanno benissimo.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Lun, 09/01/2017 - 17:23

Sono diventati tutti bravi al Governo? L'impressione che fanno i terremotati lasciati in balia del niente, della presenza di tanta manovalanza ben pagata chiamata Protezione Civile che scarrozza in lungo e in largo per farsi la fama, se fosse vero, contadini lasciati con le vacche a dimagrire insieme a loro e in condizioni disperate. Si, siamo alle comiche e alle tragicomiche di una Popolazione allo stremo e dicono che forse a Pasqua, udite udite, Pasqua, avranno dei moduli; non è che li abbiano ordinati alla Nasa (moduli lunari); LEM? Shalòm.

Ritratto di mario bonelli

mario bonelli

Mar, 10/01/2017 - 05:29

#WOTAN58 - Temo che, purtroppo, sia vero il contrario. E' infatti la magistratura, a partire da Mani Pulite, che tiene la politica sotto schiaffo.E' infinito l'elenco dei politici, di tutti gli schieramenti, ma prevalentemente di dx, che hanno visto azzerata la loro carriera politica con l'arrivo di un semplice avviso di garanzia, che magari con il tempo finirà archiviato. Inoltre capita che il magistrato, non contento di esagerare nel suo "libero convincimento" nell'interpretazione della Legge (formulazione assolutamente ambigua), si permetta di rifiutarsi di applicarla, senza che il CSM abbia nullka da eccepire. Cane non mangia cane.

Ritratto di Svevus

Svevus

Mar, 10/01/2017 - 08:54

Concordo parola per parola con il Direttore !

Tommaso_ve

Mar, 10/01/2017 - 09:30

Caro direttore, più di leggi speciali ci sarebbe bisogno di magistrati che pensino meno alla carriera (politica) e più alla legge. In questa Italia del politicamente corretto, dell'Islam buono e moderato, non è pensabile che un magistrato iscritto a MD possa ledere i diritti di un mussulmano. Vede: il ladro dell'auto, potrebbe essere accusato "associazione con finalità di terrorismo" e beccarsi da 7 a 15 anni (art.270 bis cp), sempre che l'auto sia esplosa senza fare danni alle persone. Ma quale magistrato si prenderebbe la briga di invischiarsi in una cosa simile. Poi magari arriva l'articolessa del "moral chic" di turno ed addio carriera... Se la ricorda il magistrato che mise in libertà due terroristi definendoli "partigiani"?

Algenor

Mar, 10/01/2017 - 10:11

L'onnipotente casta giudiziaria applica arbitrario ed ideologico le leggi, spesso a favore dei criminali e quando le leggi non le piacciono se le fa abrogare dalla corte costituzionale, nel frattempo perseguendo le divise se ricorrono alle armi contro i criminali: questo é il principale problema. Problema che non viene risolto in quanto la maggioranza degli italiani continua a votare progressisti e moderati che di modificare la costituzione per far applicare le leggi non ne hanno voglia e nemmeno di blindare i confini e chiudere le porte all'immigrazione. Quanto al fatto che l'Italia non abbia subito attentati é semplicemente dovuto al fatto che siamo il paese di transito della manovalanza che sbarca qui e poi si dirige nel resto d'Europa.