Lucarelli sul capitano dell'Inter: "Icardi è un coatto. Non è colpa sua"

Nel lungo post pubblicato su facebook Selvaggia Lucarelli spiega perchè sta dalla parte di Icardi ma insulta la società e la curva

Se il caso Icardi sembra essersi chiuso con una multa e la ristampa della sua autobiografia, oggi a tornare sull'argomento è Selvaggia Lucarelli che, per difendere il giocatore argentino, si mette contro la curva e la società dell'Inter. Se non bastasse, non risparmia neanche su Wanda Nara, moglie e manager del giocatore.

"Icardi è uno che ha grossi problemi con le curve, e questo l'abbiamo capito. Che siano quelle bionde della Wanda o quelle nerazzurre allo stadio, 'sto ragazzetto, con tutto quello che non va dritto, ha un karma sinistro. Chiarito questo, vorrei premettere che in tutta questa buffonata di vicenda sulla sua autobiografia e l'isteria della curva io sto con Icardi, con qualche dovuta premessa. Icardi è un coatto. Non credo gli se ne possa fare una colpa", inizia così il lungo post pubblicato su facebook.

Dopo aver ricordato l'episodio che ha messo in discussione la relazione tra Icardi e i tifosi, la Lucarelli svela qual è il vero problema, cioè la curva: "Stiamo parlando di gente che nell'incitazione alla violenza ci sguazza e ora piagnucola perché Icardi li ha fatti passare da cattivoni che strappano le maglie dalle mani dei bambini. Ma poveri. In effetti mi tocca difenderli. Quando sono stata a vedere Inter-Juve un mese fa, al bambino juventino che avevo davanti all'uscita non hanno strappato la maglia bianconera. Si sono limitati a urlargli "Pezzo di merda", oltre che a me "puttana". (sì, lo so che non lo fanno solo gli interisti, ma oggi qui si parla di loro). Riguardo la veridicità o meno dell'episodio è la loro parola contro quella di Icardi e non vedo perché una società dovrebbe credere a un branco di trogloditi anziché al suo capitano che in fondo ha raccontato un aneddoto da cui usciva ben peggio della curva e per cui ha chiesto pure scusa".

E poi arriva l'affondo alla dirigenza interista: "Le società sono schiave degli ultras e se gli ultras decidono che Icardi è un pezzo di merda e che da domani sulla maglia dell'Inter va scritto "Andiamo a comandare" anziché Pirelli, la società annuisce ed esegue. Roba che se Icardi è il maggiordomo di Wanda, Thohir è il cane da riporto della curva. Deve essere brutto dover abbassare la testa di fronte a gente così, lo capisco, ma è ancora più triste vedere tanti colletti bianchi fare pippa, come si dice a Roma, di fronte alla tracotanza di qualche buzzurro con la sciarpa legata in testa. (soldatino Zanetti in testa)".

E infine la stoccata a Il Giornale: "Fatemi capire. È un paese in cui esce il Mein Kampf allegato al giornale e si ritira dal mercato il libro di Icardi per non urtare la sensibilità di gente che lancia motorini dalle gradinate. Favoloso".

Commenti

Trinky

Mar, 18/10/2016 - 18:45

E lei come si definirebbe? Si possono scrivere parolacce qua?

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 18/10/2016 - 19:40

Questa tizia, pur di mettersi in nostra e ricordarci che esiste, prende spunto da tutto, mette lingua dappertutto, ed è convinta di essere...di essere...insomma, di essere qualcosa (ma è meglio non approfondire). Questa ragazza una volta scriveva su Libero. Sapete perché si riconoscevano subito i suoi articoli? Perché non c’era, come si usa, la foto relativa all’argomento, il fatto, il personaggio, di cui parlava l’articolo. No, c’era sempre la sua foto, quella che vedete qui, con quella strana espressione ed il sorrisetto più ambiguo di quello della Gioconda; è l'unica sua espressione. Se trovate in rete una foto con un'espressione diversa tenetela cara; è più rara e preziosa del Feroce Saladino. La cosa strana è che già diverse volte le hanno dato spazio su questo quotidiano. Non sarà che stanno preparando la piazza per assumerla al Giornale? No, eh, non facciamo scherzi. Piuttosto continuate pure a pubblicare le foto di Belen: pazienza.

cgf

Mar, 18/10/2016 - 19:46

Non è colpa sua? Indubbiamente ha fatto tutto da solo, sin dai tempi dello spogliatoio ligure. Come al solito la Lucarelli è pigra e s'informa poco. Poi uno a 23 sente il bisogno di scrivere un libro della sua vita? Con tutta l'umiltà, per usare un eufemismo, che ci ha messo dentro. Era meglio l'albero che usare quella carta.

sdicesare

Mer, 19/10/2016 - 08:23

Lucarelli ha ragione, e lo dico da interista. Gli esagitati della curva dell'inter sono una vergogna per lo sport e per l'inter. E che la società dia retta a questi esseri, e' altrettanto vergognoso. E da qui si capisce la confusione che regna nella testa dei dirigenti inter, i risultati degli ultimi 3 anni lo dimostrano. Mi dispiace Zanetti, hai toppato, sei stato un grande giocatore, ma da dirigente hai mostrato i tuoi limiti. Questi fanatici andavano isolati, senza piu' soldi (li foraggiate vero?), fuori dallo stadio. Sono gli stessi, come dice icardi, che quando l'inter perde fischiano, le altre tifoserie non lo fanno con le loro squadre. E' stato sempre cosi', che vi piaccia o no, il vero tifo degli interisti e' un'altra cosa...

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 19/10/2016 - 10:11

Il nulla con le tette grosse.