Luigi e Virginia maestri di gaffe: più comici loro del capo Grillo

Il sindaco di Roma confonde siti di smaltimento rifiuti. E il leader sbaglia ponte e spara cifre a caso sul Morandi

Ora è tutto chiaro. Lo hanno battuto. I grillini hanno battuto Grillo. Sono più comici di lui. Ormai da anni gli spettacoli di Beppe Grillo non fanno più il tutto esaurito. Logico: perché devo pagare un costoso biglietto per vedere uno spettacolo che va in onda costantemente, tutti i giorni, su tutte le reti, tutti i giornali e tutti i siti? Il grillismo è la politica prestata ai comici. Comici a loro insaputa, purtroppo per loro. Comici che governano, purtroppo per noi. Ne abbiamo avuto una mediatica e mastodontica rappresentazione nel corso delle ultime 48 ore. Il vicepremier Luigi Di Maio e la sindaca di Roma Virginia Raggi hanno superato loro stessi, inanellando una serie di gaffe che sembrano uscite dalla penna di un esilarante umorista.

Partiamo con ordine: sabato l'ineffabile Di Maio pubblica un video sul ponte Morandi. Senza un motivo ben preciso, così, giusto per dare un po' addosso ai Benetton. Uno sproloquio di tre minuti su Facebook, prontamente condiviso dal ministro dei Trasporti Danilo Toninelli. E qui doveva suonare un campanello d'allarme. La condivisione di Toninelli sta a una gaffe come la denominazione di origine controllata sta al vino. Praticamente è la garanzia di una bufala. Infatti Di Maio parte subito male, affermando che Autostrade per l'Italia ha annunciato di corrispondere alla comunità genovese 500mila euro. Un piccolo errore: c'è solo uno scarto di 499,5 milioni di euro. Perché 500 sono milioni di euro e non «mila». In un'azienda privata uno che fa un errore così come minimo riceve una lettera di richiamo. Ma è solo l'inizio: poco dopo indica l'immagine di un pilone danneggiato. Ma sbaglia ponte. Non è il Morandi di Genova ma un ponte a Ripafratta, nel Pisano. Epic fail, direbbero in rete. Ma i grillini tra di loro sono molto solidali e volete che non sia subito arrivato qualcuno a fare compagnia all'improvvido ministro? Certo che sì, ci ha pensato Virginia Raggi, che ne ha combinate due da far sembrare Di Maio (quello che è riuscito a sbagliare tre congiuntivi di fila in un post, a dire che siamo fatti per il 90 per cento di acqua e a spostare Pinochet in Venezuela) uno scolaretto - ovviamente ripetente - di gaffe.

Avviso: tutto quello che state per leggere è vero e, ahinoi, non è opera di fantasia. Roma, lo sappiamo, è invasa dai rifiuti e la sindaca sabato pubblica un video per scaricare la colpa su Zingaretti. «Eccoci i cancelli sono chiusi, l'impianto è fermo - denuncia impavida come una iena -. Zingaretti ha preso in giro tutti i romani. Noi dovevamo venire qui a scaricare i nostri rifiuti. Questa è la verità». Invece no. Non è la verità, Virginia. Di Maio ha sbagliato ponte e lei ha sbagliato impianto: i cancelli alle sue spalle non sono quelli di Rida Ambiente, ad Aprilia, ma quelli di Eco Aprilia. Un impianto che non rientra nell'elenco di quelli previsti dal piano rifiuti regionale, quindi Zingaretti questa volta non c'entra un accidenti. Ma lei non ci sta. E ci riprova. Altro video, altro impianto, altri cancelli, altra gaffe. Torna ad Aprilia il giorno dopo e stavolta ce la fa, becca gli impianti giusti e riattacca con la filippica: «Buongiorno anche oggi gli impianti di smaltimento rifiuti di Rida sono chiusi e i camion non possono scaricare. Lo ripeto: l'ordinanza regionale di Zingaretti non funziona». Niente da fare. È più forte di lei. L'impianto è chiuso perché apre lunedì, come è scritto nero su bianco nella ordinanza da lei citata. Un altro errore da bocciatura. Meglio di uno spettacolo di Grillo, no? Peccato che il biglietto lo paghino tutti gli italiani, anche quelli che non vorrebbero vederlo.

Commenti

Balollo

Lun, 08/07/2019 - 09:45

Ora ve ne racconto una che sembra incredibile ma credetemi è vera: c'era una volta il paese di Tristalia che aveva un presidente del consiglio impelagato con mafia, corruzione e quant'altro. agli incontri internazionali veniva sbeffegiato dagli altri capi di stato, ed era solito andare con prostitute( si narra che una volta per nascondere la tresca con una africana disse che era la nipote di un capo di stato, solo che sbagliò lo stato). e i suoi sudditi, detti bananas, lo osannarono finchè non cadde in disgrazia, e allora cominciarono a prendere le parti di un altro capo, in stile Orwelliano, solo che questo capo raccolse milioni di consensi facendo finta di bloccare i flussi migratori, ma quelli continuarono più spediti che mai. che ci crediate o no...

bernardo47

Lun, 08/07/2019 - 09:48

Grillini solo poveri sciocchi incapaci e pericolosi!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 08/07/2019 - 10:44

@ Balollo, non ci crediamo , infatti i flussi migratori sono diminuiti del 90% . Leggi meno favole ed informati prima di scrivere.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Lun, 08/07/2019 - 11:08

Sono dei pressappochisti, vittime della loro stessa arroganza e impreparazione. Pensano di fare scacco matto ma non sanno nemmeno come si muovono le singole pedine su una scacchiera. La gaffe della Raggi è plateale, era talmente impegnata a dimostrare che altri non sanno lavorare che lei stessa ha dimostrato che lei in quel campo è imbattibile. Idem per Di Maio, finché si circondano da amici incompetenti questi sono i risultati. Avanti tutta, che presto arrivate al 10 per cento.

Balollo

Lun, 08/07/2019 - 11:43

AH AH AH, DIMINUITI? I FLUSSI CONTINUANO NON Più SULLE ONG A PARTE QUALCHE CASO, MA SU IMBARCAZIONI PICCOLE, 30 SOLO IERI A LAMPEDUSA. O SU STRADA STIVATI NEI CAMION. Perché SIETE COSì CREDULONI?

Ritratto di mavalala

mavalala

Lun, 08/07/2019 - 15:17

Raggi : abbattute la case abusive dei Casamonica, l'ordinanza giaceva da anni e nessuna amministrazione ha avuto il coraggio di applicarla, liberato il litorale di Ostia dalle mafie e restituito le spiagge ai cittadini, risanamento del debito di Roma Capitale (e la strada è ancora lunga)....E' ovvio che i poteri forti gli facciano la guerra con strade (distrutte da anni di incuria), immondizia (siti di stoccaggio chiusi ed incendi di cassonetti), trasporti (pullman fatiscenti con depositi inoperosi da anni)...ma Lei tiene duro e 5 Stelle non solo la difendono ma la sostengono. Di Maio: decreto dignità, reddito di cittadinanza, legeg spazzacorrotti,abolizione vitalizi con riduzione al contributivo per gli esistenti etc etc. Questo giornale continua imperterrito nelle accuse basate su fesserie senza tener conto dell'immenso coraggio dimostrato da questa donna in un mondo di politici codardi e delle battaglie che deve sostenere un ministro che vuole eliminare i privilegi della casta.

Hd21

Lun, 08/07/2019 - 15:47

Ma una domanda: .......quelli che voi dite esperti dove hanno portato l Italia? Talmente esperti che hanno rubato pure quello che nn c era....il futuro dei giovani.....

cgf

Mar, 09/07/2019 - 08:07

@Balollo parla di quel personaggio che ha creato decine di migliaia di posti di lavoro rischiando solo del proprio, senza sovvenzioni e/o finanziamenti pubblici? Sempre quel personaggio che davanti alla gioiosa macchina da guerra scese in campo, da allora perseguitato dalla magistratura e le sue aziende rivoltate più volte come neanche si fa ai calzini, eppure... cosa hanno trovato? Hanno spiato anche le feste private, costruito teoremi che...[non posso andare oltre e lei non faccia finta di non sapere perché] Quel rappresentante dell'Italia che parlò in una seduta plenaria del Congresso USA e ricevette standing ovation e complimenti da entrambi gli schieramenti? Quel signore che ha visto passare tutti DIETRO di se, e non solo quelli italiani? Quello che invita a casa sua il presidente della più grande nazione al mondo? Allora felice di essere bananas e lei continui ad essere ciruelas di quelle pasas che nemmeno le bananas vogliono più.

cgf

Mar, 09/07/2019 - 08:13

@mavalala come mai allora ha aspettato anche Virginia? già aspettato che fosse Salvini il ministro dell'interno. Ma lei vive aRRoma? NONE! che mi dice della spazzatura? poi tralasci il reddito di cittadinanza, crea debito per le generazioni future e disincentiva il lavoro, oppure il dignità, tante persone che già lavoravano non sono già state riconfermate e tante altre non lo saranno. BUS acquisiti in pompa magna, con tanti euri, e tenerli fermi nei depositi, se la raccolta funzionasse la gente non sarebbe esasperata, anche dai topi, e darebbe fuoco ai cassonetti. Lei parla per sentito dire, non è mai stato aRRoma