Mafia, sei boss palermitani scarcerati in anticipo

Scarcerati dalla corte d’appello che ha ricalcolato la pena inflitta escludendo la recidiva: una rideterminazione, imposta dalla Cassazione

Porte del carcere spalancate per sei boss palermitani, scarcerati in anticipo dalla corte d’appello che ha ricalcolato la pena inflitta escludendo la recidiva. Il tutto è frutto di una rideterminazione, imposta dalla Cassazione.

Hanno lasciato il carcere Salvatore Gioeli, Nunzio Milano, Settimo Mineo, Rosario Inzerillo, Emanuele Lipari e Gaetano Badagliacca. Ma la stessa sorte potrebbe toccare, a breve, ad altri imputati del processo Gotha. Si tratta di personaggi di spicco dei clan del capoluogo condannati a pene pesantissime - superiori a 10 anni - nel processo Gotha, l’atto d’accusa contro i padrini delle famiglie palermitane nato da mesi di intercettazioni nel box in cui Nino Rotolo, padrino all’epoca ai domiciliari, riceveva gli uomini d’onore.

Il primo a impugnare la condanna è stato Salvatore Gioeli, condannato nel 2010 a 15 anni di carcere per mafia. La pena definitiva era il cumulo dei dieci anni inflittigli per l’associazione più cinque per la recidiva. Un calcolo contestato dai suoi avvocati che hanno citato una sentenza della stessa Cassazione secondo la quale "la recidiva è circostanza a effetto speciale quando comporta un aumento di pena superiore a un terzo e, pertanto, soggiace, in caso di concorso di circostanze aggravanti dello stesso tipo, alla regola dell’applicazione della pena prevista per la circostanza più grave". Ragionamento che in questo caso prevede l’esclusione dell’aumento di pena per la recidiva e quindi condanne meno pesanti. I sei scarcerati sono tutti fedelissimi del boss Nino Rotolo.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 26/08/2013 - 18:10

PER FAR POSTO A BERLUSCONI????? HAHAHA che paese di PAGLICCI VESTITI DA GIUDICI!!!! Saludos Italianos.

paolodb

Lun, 26/08/2013 - 18:16

Blah blah blah ... Altri delinquenti irrecuperabili che tornano in giro. La conclusione è sempre quella.

paolonardi

Lun, 26/08/2013 - 18:18

Tutti buoni salvo Berlusconi. Chi uccide investendo ubriaco e pieno di droga e scappa viene rimesso in libertà; il pedofilo che a Perugia ha seviziato, violentato e ucciso un bambino sta per essere liberato. Questa magistratura va rimessa nei binari che una società civile merita.

Roberto Casnati

Lun, 26/08/2013 - 18:48

Ma bene! Ma bravi! 7+! Così tra un po' altri bravi Carabinieri dovranno rischiare la vita per riacciuffare questi delinquenti!

Felice48

Lun, 26/08/2013 - 19:29

Bravi, bene. E' così che si fa. Mica hanno fatto un presunto falso in bilancio. Cosa sono assassinii, estorsioni, spaccio di droga, furti, ecc. in confronto a ciò che ha presumibilmente fatto il cavaliere?

lamwolf

Lun, 26/08/2013 - 19:37

Si non c'è problema tanto la giustizia è arrivata a condannare Berlusconi ora qualsiasi cosa è ininfluente!!!! Che VERGOGNA!!!!!

franco@Trier -DE

Lun, 26/08/2013 - 20:02

che belle leggi che avete in Italia ora sapete perchè tutti gli extra vogliono venire in Italia? Viva la culona Cancellieri.

moshe

Lun, 26/08/2013 - 20:14

Viva l'Italia, Viva la magistratura! ... se aggiungessi quello che vorrei veramente dire, verrei incarcerato senza passare da un processo

vince50

Lun, 26/08/2013 - 20:39

Se fossimo una nazione degna se volessimo "realmente"debellare fenomeni che infangano a dignità di tutti,chi è in odore di mafia DEVE essere condannato a vita oppure un 9x21 alla nuca.Però purtroppo ogni categoria difende i propri accoliti.

olgettino

Lun, 26/08/2013 - 21:37

Bene! Finalmente abbiamo trovato alcuni giudici non comunisti!

Triatec

Lun, 26/08/2013 - 23:18

I magistrati li avrebbero voluti dentro ma la Cassazione, indubbiamente in mano a Berlusconi, li fa scarcerare.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 27/08/2013 - 01:03

A volte di fronte a certi errori che comportano la liberazione di boss della mafia, della camorra, della drangheta o della sacra corona unita, viene il sospetto che sotto sotto non siano dei veri e propri errori. CHI CI ASSICURA CHE NON SI TRATTI DI MANOVRE CONDOTTE CON MOLTA ASTUZIA DA PERSONE MOLTO ASTUTE? Ci ricordiamo di un tale che dopo anni non aveva evaso una importante pratica?

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Mar, 27/08/2013 - 06:55

E GIA...... AI BOSS DELLA MAFIA LA CORTE D'APPELLO RIDUCE GL'ANNI DI GALERA........DEL RESTO POVERINI SONO SOLO MAFIOSI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

il corsaro nero

Mar, 27/08/2013 - 08:31

Ma si, giochiamo a tana libera tutti, così facciamo contenti i radicali e le varie associazioni sinistronze tipo "nessuno tocchi Caino"! Ma ad Abele chi ci pensa?

egi

Mar, 27/08/2013 - 08:38

E' sempre più chiaro come la giustizia sia in mano ad interessi politico mafiosi.

cgf

Mar, 27/08/2013 - 12:59

La loro 'fortuna' è stata la dissociazione da Forza Italia ed a Dell'Utri, funziona cosi, dici che odi Berlusconi e sei fuori, se lavori per lui resti in galera a prescindere. Vero o Falso?