Maltempo in Calabria, morta una donna con i suoi due bambini

Nubifragi, temporali ed esondazioni in Calabria. Situazione particolarmente grave a Lamezia Terme

Una violenza ondata di maltempo ha colpito la Calabria. "Stiamo valutando di dichiarare lo stato di emergenza - dice il presidente della Regione, Mario Oliverio -. La situazione è molto critica in particolare nella zona jonica, nel Vibonese e nel Lametino. Ci sono numerose strade interrotte per frane e allagamenti. La protezione civile è al lavoro senza sosta e nel pomeriggio sono previste ulteriori piogge forti".

A Lamezia Terme i corpi di una donna (Stefania Signore) e di suoi figlio di 7 anni sono stati trovati nel letto di un torrente. Si cerca il secondo bambino della donna, di due anni, ancora disperso. L'auto su cui viaggiavano, una Mito, era stata trovata con le frecce accese vicino ad un cavalcavia che collega San Pietro Lametino a San Pietro Maida. A lanciare l'allarme è stato il marito, che non ha visto rientrare a casa i suoi familiari. La donna lavorava in un call center. Uscita dal lavoro, era stata dalla madre per prendere i due bambini. Probabilmente è stata sorpresa dalla furia delle acque mentre rientrava a casa.

Un volo Easyjet proveniente da Milano Malpensa e diretto a Lamezia Terme è stato fatto atterrare a Bari per il nubifragio che ha spazzato lo scalo calabrese. Pesanti disagi per le 153 persone a bordo, rimasti per ore in attesa di informazioni. Per raggiungere la destinazione sono stati predisposti dei bus, partiti stamattina. I voli sono ripresi regolarmente alle 6,30, grazie ad un miglioramento della situazione.

A Palmi (Reggio Calabria) un albero è caduto su un'auto causando il ferimento di una persona. L'Anas comunica che sono state chiuse al traffico alcune strade statali della Regione, nelle province di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria.

Nel Catanzarese sedici persone sono state tratte in salvo da una squadra dei Vigili del Fuoco. Si tratta di due operai che erano rimasti bloccati in alcuni capannoni della zona industriale, di alcuni abitanti di Acconia di Curinga che si erano rifugiati sul tetto delle abitazioni ed altri che erano rimasti bloccati nelle autovetture.

Visto il peggioramento delle previsioni metereo il sindaco di Crotone, Ugo Pugliese, ha disposto l’immediata chiusura di tutte le attività commerciali e degli uffici pubblici sia in città che nella zona industriale e invita tutti i cittadini residenti in zone limitrofi a fiumi torrenti e canali a prestare la massima attenzione e a salire ai piani superiori.

Si fa la conta dei danni a Catania il giorno dopo il nubifragio che ieri ha messo in ginocchio la città: pezzi di asfalto e pietre per strade e commercianti che ancora puliscono negozi allagati, un quartiere, quello di Santa Maria Goretti (dove si trova l’aeroporto Fontanarossa) interamente isolato.

Commenti
Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Ven, 05/10/2018 - 11:00

In un modo o nell'altro anche questa volta daranno la colpa a Salvini!

Ritratto di francefin

francefin

Ven, 05/10/2018 - 11:22

facciamo feste tribali in Calabria, combiniamo matrimoni con vecchi e disabili a fin di bene, sostituiamo la popolazione con i migranti e spendiamo a man bassa tutti i denari che si possono spendere, che grande lungimiranza e intetresse per il benessere dei calabresi. chi se ne importa di fiumi, valli e torrenti, quando c'è l'amore per il prossimo... altrui

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 05/10/2018 - 11:27

Io non capisco perchè la gente si debba muovere con simili nubifragi.

baio57

Ven, 05/10/2018 - 11:30

Azzzz...che tragedia ,mi viene il magone.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Ven, 05/10/2018 - 11:34

C’è un paese in evidente declino che, tra le tante cose che non funzionano, è costretto spesso anche a dovere accettare passivamente tragedie, per certi versi evitabili, come queste. Dall’altra parte ci sono minoranze minorate che, fregandosene di quello che accade in Italia, pretendono che si vada a ‘salvare’ quelli che si avventurano in mare partendo dalle coste libiche. E’ evidente a chiunque, tranne agli stolti, che far coesistere positivamente le due cose è materialmente impossibile e moralmente molto discutibile specialmente quando non esistono più gli alti punti di riferimento che guidano una società nel solco rassicurante e necessario di una sorta di ‘rettitudine pragmatica’ fondata su rigidi schemi di priorità.

blues188

Ven, 05/10/2018 - 11:57

Poveri piccoli. Ma dico anche Mano al portafoglio, ragazzi, perché come sempre ci tocca pagare per le stupidaggini altrui

Ritratto di navajo

navajo

Ven, 05/10/2018 - 12:04

Concordo pienamente con Alsikar. I migranti economici albanesi nel 1997, governo Prodi, con Napolitano all'interno, vennero respinti con un blocco navale. Perché allora fu giustificato e ora no? I denari (miliardi di euro) utilizzati per "accogliere", non chi fugge dalla guerra, che sono pochissimi, ma tutti gli altri, dovrebbero essere usati per risanare l'Italia che è veramente a pezzi.

Ritratto di giordano

giordano

Ven, 05/10/2018 - 12:09

Auto ferma con le 4 frecce, cavalcavia. Strano.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Ven, 05/10/2018 - 12:54

@GIORDANO hai ragione, più che strano, dà adito a sospetti.

Magosirian

Ven, 05/10/2018 - 15:42

riposa in pace tu e i tuoi angeli. Mia figlia appena l'ha saputo mi ha detto: Eravamo nella stessa cameretta di ospedale quando partorimmo!