Mano morbida con i rom I veri razzisti? I giudici

A Brescia liberati gli aguzzini di una tredicenne Come a Lecco i due che rapirono un’altra bimba

Forse i veri razzisti sono quelli che li giustificano in nome della loro cultura: come se la cultura rom obbligasse a delinquere, non lasciasse alternative. Invece ci sono un sacco di rom onesti. Ma con quelli che onesti non sono, spesso la giustizia si mostra comprensiva. Il caso di questi giorni a Roma è eclatante: Serif Seferovic scippa una cinese che per inseguirlo finisce sotto un treno. Chiunque altro sarebbe stato incriminato anche per omicidio, «morte come conseguenza di un altro reato». Invece il pm romano incrimina Seferovic solo per scippo, lo scarcera e lo lascia così libero di andare tre mesi dopo a bruciare vive tre giovani nomadi in un accampamento rivale. Non è un caso isolato. Le cronache di questi anni sono piene, purtroppo, di storie in cui la magistratura usa più la carota che il bastone nei confronti dei crimini dei rom. Il caso più eclatante è forse quello di Brescia, dove il tribunale del Riesame scarcerò due rom che avevano costretto una bambina di tredici anni a fidanzarsi e a andare a letto con un uomo scelto dalla famiglia: la cerimonia, scrissero i giudici, era avvenuta «secondo la tradizione propria del Paese d'origine», dunque perché indignarsi?

A Verona dovette intervenire il ministro della Giustizia per indagare sul giudice preliminare che aveva annullato gli arresti di quattro rom che mandavano i propri figli a rubare: anche lì, in nome della diversità di culture. In precedenza, il ministero si era mosso anche sul giudice di Lecco che aveva condannato assai blandamente - otto mesi di carcere - due nomadi che avevano cercato di rapire una bambina. È cultura, no? Come nella storiaccia romana di questi giorni, può accadere che il rom frettolosamente liberato commetta delitti ancora più gravi, che si sarebbero evitati tenendolo in carcere: è il caso dell’uccisione di Emanuele Adani, commerciante teramano, massacrato da tre rom ubriachi. Uno dei tre, si scopre poco dopo, era stato arrestato un anno prima con l’accusa di avere venduto quaranta chili di droga, ma era già libero. A Torino due anni fa desta scandalo la notizia di una ragazzina rom picchiata brutalmente perché rifiutava di adeguarsi alla cultura del clan e voleva addirittura trovarsi un lavoro: ma nel giro di pochi giorni lo liberano, come se la ragazza si fosse inventata tutto.

A Milano il 9 giugno 2011 il signor Pietro Mazzara viene ucciso da una Bmw con tre nomadi e un africano che scappano dalia polizia dopo una spaccata in una gioielleria. li catturano, uno dei nomadi viene condannato a otto anni ma dopo meno di un anno è fuori per decorrenza termini, pronto a derubare una vecchietta col trucco dello specchietto. A Torino un giudice assolve dall’accusa di violenza privata una madre rom che per impietosire i passanti teneva in pieno inverno la figlia neonata a un incrocio, la condanna solo per «impiego di minori nell’accattonaggio» e le concede le attenuanti generiche «in relazione alla cultura dell'appartenenza etnica». Sullo stesso tema, a Bergamo un giudice va ancora più in là, e assolve un padre rom che lasciava la figlia di sette anni da sola agli incroci: «i bambini stessi sono abituati a queste situazioni e conoscono perfettamente lo stile di vita nel quale sono destinati a crescere». A Bologna un meccanico di 72 anni, Quinto Orsi, scopre un giovane rom che sta rubando un auto davanti alla sua officina, quello lo schiaccia contro il muro e lo ammazza: condannato a sedici anni in primo grado, in appello gli dimezzano la pena E si potrebbe andare avanti, in una ridda di decisioni dove si affollano sociologismi da bar e indulgenze senza capo nè coda: e di cui alla fine le vere vittime sono anche i rom onesti, che si vedono riapparire nei loro campi i criminali dopo una manciata di giorni dall’arresto, pronti a riprendere a spadroneggiare; e pronti a insegnare ai ragazzini che in Italia rispettare la legge è da scemi.

Commenti

Happy1937

Sab, 03/06/2017 - 19:32

Questi , piu' che magistrati, sono disgraziati che facilitano la delinquenza.

Ritratto di hernando45

Anonimo (non verificato)

baronemanfredri...

Sab, 03/06/2017 - 19:38

PERO' QUANDO UNO CHIAMA E GLI MOSTRA QUELLO CHE FANNO ALLORA GRIDANO CHE LI ARRESTANO E LI CONDANNANO IN MODO ESEMPLARE. QUESTA E' LA POLITICA DELLA SCUOLA DEL 6 POLITICO. PARTECIPANO ALLE CxxxxxE DELLA SINISTRA SI FANNO INFINOCCHIARE SI DIPLOMANO SI LAUREANO ENTRANO IN MAGISTRATURA MA ANCORA HANNO LA DISTRUZIONE DELLA SOCIETA' NELLA TESTA. DOBBIAMO BUTTARLI FUORI A CALCI IN CULO

Marcello.508

Sab, 03/06/2017 - 19:41

La colpa, in ultima analisi non risale ai giudici, bensì al legislatore che lascia troppo spazio interpretativo, se del caso, a chi deve applicare la legge. E certa magistratura lo fa in molte circostanze applicando certi giudizi in base a personali convinzioni. il legislatore dovrebbe comprimere al massimo quello spazio di autonomia per evitare che certe sentenze suscitino scalpore.

ziobeppe1951

Sab, 03/06/2017 - 19:45

BASTARDI!!!...PAGHERETE TUTTO!!!!!!

giovanni951

Sab, 03/06/2017 - 19:45

la nostra magistratura é tra le peggiori del mondo per qualitá dietro a zimbanwe e paesi simili. C'é solo da vergognarsi.

Ritratto di orione1950

orione1950

Sab, 03/06/2017 - 19:49

I giudici sono già pronti ad assolvere i clandestini per poligamia; tanto é un'usanza mussulmana. La colpa é di chi scrive le leggi; debbono essere poche e chiare senza dare alcuna possibilità di interpretazione da parte del giudice.

taxidriver63

Sab, 03/06/2017 - 19:56

Forse perchè non si mettono mai i nomi dei giudici nelle notizie. Fino a quando nessuno sa chi sono, queste persone andranno avanti a fare come gli pare, tanto l'anonimato li aiuta. Anche voi giornalisti dovreste cercare di mettere nelle notizie i nomi dei giudici, prima o poi qualcosa si dovrebbe ottenere.

Maura S.

Sab, 03/06/2017 - 19:56

Semplicemente che sono questi giudici che spingono gli italiano a farsi giustizia. Che poi non si lamentino quando succederà.

Daniele Milan

Sab, 03/06/2017 - 20:02

Lo sostengo e lo ribadisco da vent'anni che la magistratura è una associazione di criminali, un tumore inestirpabile all'interno dello stato, più delinquenti dei delinquenti.

Doktorfaust

Sab, 03/06/2017 - 20:03

Certa magistratura è un vero cancro del nostro paese. Possiamo solo augurare loro di essere vittime dei criminali lasciati impuniti.

il sorpasso

Sab, 03/06/2017 - 20:04

Una cosa vergognosa...non capisco lo scopo!

Fjr

Sab, 03/06/2017 - 20:05

Questi giudici non sono molto diversi da quelli che si comprano la patente di guida, stare seduto e far camminare una 4 ruote non significa necessariamente saper guidare,

cecco61

Sab, 03/06/2017 - 20:11

Il vero razzismo è dei sinistri e dei loro compagni di merende. Sono forti avento gran parte della magistratura dalla loro e in nome del buonismo violano quotidianamente la Costituzione in quanto, l'art. 3, dice chiaramente che il relativismo, sia esso culturale, religioso o altro, non è ammesso. Posso solo augurarmi che si scopra, da qualche parte, una tribù di cannibali e questi radical-chic si offrano volontari per garantire il rispetto della loro cultura gastronomica.

rasna

Sab, 03/06/2017 - 20:12

Il concetto di base è abbastanza semplice. Basterebbe indagare su quali accordi sottobanco vi siano fra qualcuno e il clan rom interessato, al fine di esentare dalla visita domiciliare degli stessi proprio coloro che dovrebbero giudicare. Sarebbe buona cosa fare anche un controllo sul circolo degli avvocati che si occupano dei rom. Scommetto che potremmo trovare dalle strane anomalie e sospette sinergie. Sono troppo vago ? Forse sì, ma non posso fare diversamente.

pino marino

Sab, 03/06/2017 - 20:15

Con loro è facile prendersela . Sinistra e Destra sono perfettamente d’accordo. Sono una piccolissima minoranza considerata da quasi tutti il male assoluto.Quello che ha scippato la cinese non la voleva certo uccidere. E’ stata una disgrazia se è andata a finire sotto un treno per inseguirlo, correndo sui binari. Se non fosse stato un zingaro e fosse stato un africano sarebbe, sicuramente sarebbe stato difeso dalla Boldrini e company, Gli zingari no. Nessuno li difende. Con loro è consentito tutto, pure la tortura. Io mi preoccupo dell’invasione di questi pseudo migranti che dobbiamo accogliere e mantenere a spese nostre , accontentarli togliendo i crocefissi e dar loro la precedenza su tutto, sugli asili nido sulle scuole , sulla sanità. Con loro si sono schierati tutti i poteri forti, il papa , la sinistra le ong.

Magicoilgiornale

Sab, 03/06/2017 - 20:23

Prima o poi capitera anche a loro

dakia

Sab, 03/06/2017 - 20:34

Certamente, in fondo si scopre che l'assassino hitler era un maniaco, e si potrebbe come lei dice proseguire a lungo ma a questo punto meglio di no!

angelo1951

Sab, 03/06/2017 - 20:40

E il coccolamento di illegali, clandestini, criminali di ogni etnia (esclusa l'itagliona) da parte degli strapagati, improduttivi e mai responsabili dipendenti del ministero della cosiddetta giustizia: sarebbe una notizia?

Una-mattina-mi-...

Sab, 03/06/2017 - 21:17

IN QUESTO PAESAZZO DEL TUBO L'ISTIGAZIONE A DELINQUERE E' ANCORA UN REATO, O ANCHE QUESTO E' STATO DEPENALIZZATO IN BARBA AL SENSO COMUNE DELLE COSE?

giosafat

Sab, 03/06/2017 - 21:19

I giudici scherzano col fuoco perchè il giorno che la misura sarà colma e qualche genitore deciderà di farsi giustizia da solo non è detto che si fermi solo all'autore del misfatto...e avrebbe tutta la mia comprensione.

angelovf

Sab, 03/06/2017 - 21:23

Anche questa categoria ha bisogno di una buona strigliata, perché stanno facendo cose contro il popolo è contro la legge, dove vive il CSM oppure il ministro orlando? Possibile che tutti sono complici di questi giudici interpretano la legge a seconda della giornata? Stata esasperando l'Italia perché andate contro legge verrà il giorno che neanche le forze dell'ordine li protegeranno.

vince50

Sab, 03/06/2017 - 21:29

Del resto da ex 68ini cosa ci può aspettare se non di essere dalle parte dei farabutti.

19gig50

Sab, 03/06/2017 - 21:37

Questi giudici devono sparire. Vogliamo un'Italia pulita.

momomomo

Sab, 03/06/2017 - 21:44

Tranquilli, KARMA esiste e come....

Gius1

Sab, 03/06/2017 - 21:46

Secondo me, i giudici vengono ricattati. Non me lo posso spiegare altrimenti. E allucinante Come sfaciatamente non vengono puniti. Al loro posto invece gli italiani......

seccatissimo

Dom, 04/06/2017 - 02:11

I magistrati hanno moltissime colpe e sono imperdonabili, ma il fatto è che a monte ci sono dei legislatori da sempre incredibilmente imbecilli, incapaci, malavitosi e corrotti!

Ritratto di luigin54

luigin54

Dom, 04/06/2017 - 04:54

Pena di morte x i giudici che non applicano la legge come deve essere applicata.

Manlio

Dom, 04/06/2017 - 07:29

Leggo continuamente messaggi di forte disapprovazione del lavoro dei giudici ed in genere della inesistente "giustizia giusta" in Italia. Si tratta di sfoghi, motivati dall'esasperazione di tutti, ma sono sfoghi inutili perchè non c'è nessun reale meccanismo che possa generare una modifica a questo "andazzo tipicamente italiano". Ricordiamoci, vi prego ricordiamoci, che l'unico breve momento di potere del cittadino; momento che vola subito via, avvolto da promesse mai mantenute, è il voto.

lento

Dom, 04/06/2017 - 08:43

Giudici, politici , buonisti e benpensanti fomentano il razzismo verso gli italiani.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 04/06/2017 - 09:09

Quando i dirigenti dello stato covano in parlamento diverse sette mafiose, cosa dobbiamo aspettarci dai rapresentanti della giustizia??? SVEGLIA GENTE!!!

giusto1910

Dom, 04/06/2017 - 09:15

«secondo la tradizione propria del Paese d'origine» e «in relazione alla cultura dell'appartenenza etnica» sono concetti antitetici all'integrazione. Ma questi giudici perché non possono essere perseguiti legalmente per le sentenze che decidono? Almeno quelle che determinano gravi conseguenze.

uberalles

Dom, 04/06/2017 - 09:21

Di questo passo, l'Italia sarà una repubblica fondata sul niente, amministrata da personaggi come la boldrinoskaja e, qualora sia possibile, anche peggiori. Invidieremo le repubbliche centrafricane e sudamericane ed andremo in pellegrinaggio alla tomba di fidel castro, per chiedere la grazia. I campi rom resteranno come monumento alla cultura, ma saranno disabitati; i rom, invece, troveranno alloggio a montecitorio, se non altro per riconoscenza a chi li ha accolti e vista anche l'inutile dannosità che ne veniva fatta in precedenza.

VittorioMar

Dom, 04/06/2017 - 09:31

..E' LA LORO "PROTEZIONE" !...EVITANO LE "ATTENZIONI" DEI CRIMINALI!!...HANNO FAMIGLIA E NON SONO TUTTI "EROI" !!

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 04/06/2017 - 09:33

ma perche non licenziano in tronco questi cosidetti magistrati

killkoms

Dom, 04/06/2017 - 09:44

forti con gli italiani onesti,deboli con gli stranieri disonesti!

risorgimento2015

Dom, 04/06/2017 - 10:30

@Pino Marino ..dimmi la differenza tra I zingari con nome slavo e` tutti altri fetenti d'invasori che bivaccano nella nazione che una volta era per qualita di vita la migliore del mondo.

01Claude45

Dom, 04/06/2017 - 10:41

I giudici DEVONO APPLICARE LA LEGGE E NON INTERPRETARLA. Chi la deve interpretare è il LEGISLATORE. Però, nell'articolo, mancano i NOMI E GLI INDIRIZZI DEI GIUDICI. COLPA GRAVE, REATO CRIMINALE!

Giorgio Colomba

Dom, 04/06/2017 - 10:45

La magistratura italiana non perde occasione per ostentare ciò che realmente è, un autentico contropotere di estrazione vetero-marxista che fin dai tempi del congresso Anm di Trieste del '70 opera "relativizzando" le sentenze, vedi caso sempre con un occhio di riguardo per chi delinque.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 04/06/2017 - 11:43

Non capisco come la legge sia unica, ma applicata in modo diverso a seconda della razza, provenienza, posizione sociale. Ma non ci hanno sempre detto che siamo tutti uguali? Fosse vero!

giovanni235

Dom, 04/06/2017 - 12:51

Ormai è acclarato:troppi giudici per vigliaccheria e pusillanimità non voglio grane con gli immigrati,per cui,qualunque reato commettano li rimettono subito in libertà.La mia unica speranza è che questi criminali inizino a colpire i parenti più stretti di detti giudici vigliacchi,tanto per vedere come si comporteranno in seguito.

Lucailnero

Dom, 04/06/2017 - 14:35

Venite a fare un giro a Mortara in provincia di Pavia,ormai qui comandano loro,si lamentano di tutto fanno enormi risse tra di loro e non solo e la gente ha paura la situazione qui e gravissima e nessuno fa niente,e a chi come me la situazione non sta bene viene anche aggredito da questi immigrati, che qualcuno venga a vedere abbiamo davvero bisogno di aiuto!!