Maturità 2019, è l'anno della prova mista

Per la prima volta gli studenti dovranno misurasi con una prova mista di latino e greco al classico e di matematica e fisica allo scientifico. Cambia anche l'orale

L'attesa è finita. Il Miur ha annunciato le materie della seconda prova per la maturità 2019: sarà l'anno della prova mista. Per la prima volta gli studenti dovranno misurasi con una prova mista di latino e greco al classico e di matematica e fisica allo scientifico. La prova quest'anno riguarderà quindi più discipline caratterizzanti il corso di studi, fatta eccezione per quegli indirizzi in cui la disciplina è una sola.

Cambia anche l’orale dove debutta il sistema delle tre buste: il candidato avrà, una volta sedutosi davanti alla commissione, tre buste tra le quali pescherà l’argomento-spunto da cui cominciare il colloquio. Parte dell'orale sarà dedicata alle attività svolte nell'ambito di "Cittadinanza e Costituzione", inseriti nel curriculum scolastico. Infine gli studenti parleranno anche delle loro esperienze di alternanza scuola-lavoro.

Il commissario interno quest’anno sarà di italiano. Per aiutare insegnanti e studenti, il ministro ha annunciato che le prove saranno più semplici e non avranno un "livello universitario". Inoltre, nei prossimi mesi saranno organizzate giornate nazionali con simulazioni degli scritti.

Il ministro Marco Bussetti ha così sciolto le sue riserve in anticipo rispetto agli ultimi anni quando le materie venivano annunciate a ridosso della scadenza del 31 gennaio. "Abbiate fiducia in voi stessi e credete nel vostro lavoro. Impegnatevi tantissimo. Vi auguro buon lavoro e andiamo a meta", ha affermato il ministro Bussetti.

Le materie

Latino e greco al liceo classico, matematica e fiscia allo scientifico. Scienze umane, economia politica e diritto sono le materie della seconda prova scritta per il liceo delle scienze umane - opzione economico sociale. Discipline turistiche e aziendali e inglese sono le materie scelte dal Miur per l'Istituto tecnico del turismo. Per l'indirizzo informatica gli studenti si cimenteranno con informatica e sistemi e reti. Poi scienza e cultura dell'alimentazione e laboratorio servizi enogastronomici sono le materie opzionate per l'Istituto professionale per i servizi di enogastronomia. Per l'indirizzo servizi per l'agricoltura le prove scelte sono: economia agraria e dello sviluppo territoriale e valorizzazione attività produttive e legislazione di settore

Le novità

Come da tempo annunciato, alla maturità gli scritti saranno solo due: il tema e la prova d’indirizzo. Addio alla prova multidisciplinare, il cosiddetto quizzone.

Si parte il 19 giugno con il tema che da quest’anno prevede solo tre tipologie: il tema letterario, il nuovo tema argomentativo e il tema di attualità. Il 20 è la volta del secondo scritto e poi si passa direttamente all'orale. In base alla nuova maturità, il credito scolastico del triennio pesa molto di più che in passato, mentre scritti e orali hanno un valore di 20 punti ciascuno.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 18/01/2019 - 17:57

Ora l'orale con 6 materie vale quanto uno scritto di una sola materia? Mi pare più squilibrato ancora.

Franz Canadese

Sab, 19/01/2019 - 00:32

Sembra un brodino di acquetta calda scialbo e nel complesso un poco insulso.