Mauro lascia Repubblica In pole ora c'è Calabresi

Ezio Mauro avrebbe annunciato alla redazione che darà presto l’addio alla direzione di la Repubblica, che dirige dal 1996

Ezio Mauro ha annunciato oggi alla redazione che darà presto l’addio alla direzione di la Repubblica, che dirige dal 1996. A sostituire Mauro potrebbe essere Mario Calabresi, attualmente direttore de La Stampa. La notizia non è ancora ufficiale – oggi l’ha data per prima il Foglio, online, ma l’aveva anticipata con qualche vaghezza in più il Fatto qualche mese fa – ma è stata confermata da persone dentro la redazione di Repubblica. Diverse fonti confermano anche il fatto che già oggi sarà annunciato come suo successore Mario Calabresi, oggi direttore della Stampa, e già a Repubblica fino al 2009.

Mauro ha 67 anni e dirige Repubblica dal 1996, e durante la riunione ha parlato della sua decisione proprio in relazione al lungo periodo trascorso alla direzione del quotidiano. Peraltro il 14 gennaio del 2016 sarà il quarantesimo anniversario dell’uscita di Repubblica, che andò in edicola per la prima volta il 14 gennaio del 1976. Mauro è il secondo direttore di Repubblica; il primo è stato Eugenio Scalfari e anche lui diresse il giornale per circa vent’anni.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/11/2015 - 14:28

Uno meglio dell'altro...

Libero1

Mer, 25/11/2015 - 14:28

A me personalmente non ne freca un tubo perche' non leggo quel giornale. Per i kompagni potrebbe essere come passare da male in peggio.

kallen1

Mer, 25/11/2015 - 16:44

Me ne farò una ragione

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 25/11/2015 - 16:59

chissenefrega! per me può anche fallire

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 25/11/2015 - 17:44

Non è una gran perdita e non sarà un grande acquisto,e poi non mi interessa repubblica.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)