Medico partorisce mentre è in coma

Paola Frizzarin è deceduta dopo aver dato alla luce il suo bambino. Si era sentita male in seguito a una emorragia cerebrale

Un medico di 49 anni, Paola Frizzarin, ha partorito mentre era in coma grazie a un cesareo d’urgenza. Dopo aver dato alla luce il suo bambino, il 30 aprile hanno dovuto dichiarare la morte cerebrale della neo mamma. La donna, residente a Desenzano del Garda, comune in provincia di Brescia, il 13 aprile scorso, a poche settimane dal parto, si trovava in Toscana per partecipare a un convegno di medicina. Durante il soggiorno aveva accusato un fortissimo mal di testa che l’aveva costretta a recarsi al Pronto soccorso dell’ospedale di Cisanello, paese in provincia di Pisa.

Qui la situazione era apparsa subito drammatica al personale medico della struttura ospedaliera. La donna infatti aveva in corso una emorragia cerebrale e sia la sua vita che quella del piccolo che portava in grembo, erano fortemente in pericolo. In poco tempo la situazione clinica della futura mamma è via via peggiorata, fino a precipitare. Solo l’intervento immediato dei medici del reparto di neurochirurgia e di quelli di ginecologia e ostetricia e la loro decisione di praticare un cesareo d’urgenza, hanno reso possibile la nascita del bimbo.

La neo mamma purtroppo era già in coma e per due settimane ha lottato tra la vita e la morte, per poter abbracciare e veder crescere il suo piccolino. Il fratello di Paola aveva detto "È un momento particolare per noi. Ci hanno detto che per valutare la situazione dovrà passare ancora un po' di tempo. Abbiamo provato a parlarle, l’abbiamo vista stringere una mano. Aspettiamo con fiducia". Il 30 aprile però i medici del reparto di Terapia intensiva della Neuro-rianimazione, che avevano in cura la donna, si sono dovuti arrendere e hanno dichiarato la morte cerebrale.