Mediolanum, Consiglio di Stato: "Sì al ricorso di Berlusconi"

Accolto l’appello contro l’obbligo imposto a Fininvest di cedere a un trust una quota del 20% della banca

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso di Silvio Berlusconi contro la vendita della quota in Mediolanum.

Il leader di Forza Italia aveva presentato un appello contro l’obbligo imposto a Fininvest di cedere a un trust la quota detenuta in Mediolanum eccedente il 9,9%, ovvero il 20%. Obbligo imposto dalla Banca d’Italia con un provvedimento risalente al 7 ottobre del 2014. La decisione era stata presa dopo l’iscrizione di Mediolanum tra i gruppi bancari e l'interdizione dai pubblici uffici a cui era stato condannato l’ex presidente del Consiglio. Successivamente il 6 novembre scorso la Banca d’Italia aveva imposto a Fininvest di trasferire al trust la quota entro 30 giorni, ma i legali dell’ex premier (Andrea di Porto, Andrea Saccucci e Luigi Medugno) avevano chiesto al Consiglio di Stato di riattivare l’istanza di sospensione del provvedimento originario. Richiesta di sospensiva che il Consiglio di Stato aveva accettato.

Commenti

pinux3

Gio, 03/03/2016 - 18:43

E chissenefrega...

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Gio, 03/03/2016 - 18:49

L'obbligo di vendita è stato imposto INA BASE A UNA LEGGE NAZIONALE visto che il signore in questione E' INTERDETTO DAI PUBBLICI UFFICI. Si tra dell'applicazione di una legge ma si vede che questi non è abituato ad osservarle!!!!!!!!!!!

Ritratto di Matko Srzich

Matko Srzich

Gio, 03/03/2016 - 19:30

si ma cosa hanno risolto.LO tengono a bagnomria. Dopo tanta pubblicita della Mediolnum in TV, banca d'italia con i suoi poteri forti non piace che una banca privata ha tanto successo. Bancarotta della MPS,Etruria e le altre non li va al genio e quindi vorebbero trascinare nel baratro anche la Mediolanum.Questo e solo innizio....

cicero08

Gio, 03/03/2016 - 19:44

se è entrato in vigore il bail in si tratta di una decisione trabocchetto dei soliti giudici comunisti...

Happy1937

Gio, 03/03/2016 - 21:49

Sarebbe meglio che la Banca d'Italia, invece di far politica come in questo caso, vigilasse sulle banche in fallimento e sui bancarottieri ladri che le gestiscono.

Altoviti

Gio, 03/03/2016 - 22:35

La Banca d'Italia è brava a fare zelo quando non serve mentre è incapace a controllare le banche rosse come MPS e la Popolare dell'Etruria e del Lazio! Ma perché paghiamo più che laudamente (hanno più di venti mensilità) questa gente che esegue solo gli ordini dei poteri forti invece di fare il suo lavoro con dignità?!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 03/03/2016 - 23:49

Una delle tante iniziative della sinistra per distruggere economicamente Silvio Berlusconi andata a male. Non dimentichiamo che l'attuale ministro degli esteri, il tardigrado Gentiloni, CON L'INCARICO DI MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI, DURANTE IL GOVERNO PRODI, INTENDEVA DISTRUGGERE MEDIASET. Non riuscì solo perché nel frattempo il governo Prodi fortunatamente cadde. Questi sono gli irresponsabili che stanno sgovernando il paese.

roberto zanella

Ven, 04/03/2016 - 00:48

andrea 6 e rotti ...dai parlaci di DeBenedetti...

Happy1937

Ven, 04/03/2016 - 08:07

Andrea626390 : non arrivi neppure a capire che ,se il Consiglio di Stato decide come decide , quella "legge nazionale" esiste solo nella tua testa?

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Ven, 04/03/2016 - 08:07

....Mediolanum una delle banche con l'indice di affidabilità più alto....il resto è fuffa