Il Mein Kampf in classe: lo scelgono dieci scuole

Tra i 10 testi preferiti indicati dalle classi italiane in occasione del concorso #imiei10libri alcune scuole hanno indicato il libro scritto da Adolf Hitler

Avrebbero dovuto scegliere dieci titoli di libri "preferiti" e spedirli al ministero dell'Istruzione. E così gli studenti di 138mila scuole italiane tra elementari, medie e superiori hanno espresso oltre diecimila preferenze. Tra i titoli più votati, ben 10 scuole hanno indicato nella loro lista il Mein Kampf, scritto da Adolf Hitler e diventato il testo sacro del Nazismo.

Alcune di queste classi lo hanno addirittura messo come prima scelta e secondo quanto scrive Repubblica, la decisione non è una ragazzata. Ma il frutto, come fanno sapere dal ministero, di una "discussione condivisa", come peraltro richiesto dal bando. E infatti sono stati i docenti a inserire i titoli nel sito dedicato. "Stiamo facendo approfondimenti, ma siamo convinti che non sia una cattiva interpretazione della richiesta, piuttosto una libera scelta", ha detto il capo di gabinetto Alessandro Fusacchia. Possibile che i ragazzi italiani si siano appassionati al nazismo? Difficile dirlo. Probabilmente la decisione nasce dall'esigenza di studiare un libro di cui si conosce la storia ma non il contenuto. Gli studenti che vorrebbero sfogliare le pagine del testo di Hitler sono a Palermo, Catanzaro, Potenza, Tivoli, Gaeta, Piacenza, provincia di Trieste e Udine.

A far da contraltare a questa particolare richiesta ci sono gli altri titoli indicati dagli studenti e che permetteranno alle scuole di ricevere dal ministero 150 euro per acquistare il libri scelti. Uno sforzo economico che devolverà agli istituti d'Italia circa 1,3 milioni di euro totali per circa 13mila classi e oltre tre milioni di ragazzi.

A vincere questa particolare gara letteraria sono stati "Il piccolo principe" (Antoine de Saint-Exupéry), "Le avventure di Pinocchio" (Carlo Collodi) e "La fabbrica di cioccolato" (Roald Dhal) per le elementari; "Bianca come il latte, rossa come il sangue" (Alessandro D'Avenia), "Io non ho paura" (Niccolò Ammaniti) e "Gomorra" (Roberto Saviano) per le secondarie.

Commenti

Una-mattina-mi-...

Gio, 08/12/2016 - 16:44

NOTO CHE NESSUNO ha proposto il libretto Rosso di Mao

DIAPASON

Gio, 08/12/2016 - 18:04

Qualcosa si sta muovendo

Tino Gianbattis...

Gio, 08/12/2016 - 19:37

Ottima scelta per chi vuole informarsi sul perché sono nati quei totalirismi che hanno soffocato il continente europeo rendendolo chiavo di pochi. Per questo basta la lettura di poche pagine..

gianni59

Gio, 08/12/2016 - 19:45

non a caso gli studenti italiani sono tra gli ultimi in Europa...tra telefonini, chat e grande fratello ormai sono questi i "grandi" testi che chiedono di leggere.....

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 08/12/2016 - 20:25

---DIAPASON---a lei cosa si sta muovendo?---l'intestino tenue o quello crasso?----hasta

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Gio, 08/12/2016 - 21:51

Chissà se poi, dopo il libro, qualcuno riuscirà a spiegare come fece hitler a risolvere il problema della disoccupazione in soli due anni. Perché lui sì glielo buttò al coso alle banche...

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 08/12/2016 - 22:01

LA GIANNINI SARA' DISPERATA CON LA SUA BUONA SCUOLA E PER PROTESTA HA DETTO CHE SI METTERA' ANCORA IN TOPLESS....AL PROSSIMO CONSIGLIO DEI MINISTRI.

Pietro2009

Gio, 08/12/2016 - 22:45

Pessima scelta...non so se i contemporanei di Hitler (Hirohito, Mussolini, Stalin, Franco) scrissero libri ma credo che tutte le loro vittime, spesso giovani e tra queste moltissime avevano creduto ciecamente in loro e nelle loro parole seppur non scritte: se potessero esprimere un loro parere in merito non sarebbe di gioia. Per non far torto a nessuno, ricordandoci però che la guerra gli era stata dichiarata, lo stesso vale per Roosevelt/Churcill per Dresda ecc ecc e anche Mao ha i suoi grossi scheletri nell'armadio. In generale...i libri buoni sono quelli che spingono alla concordia, alla pace, alla costruzione, al lavoro, alla libertà, alla vita...Il Mein Kampf non è tra questi. Buonasera a tutti.

massimopa61

Ven, 09/12/2016 - 02:57

Davanti alla libertà di pensiero, e quindi di scelta, si può solo tacere, altrimenti ci si candida fortemente a passare dall'altro lato.

cicocichetti

Ven, 09/12/2016 - 08:21

@elkid elkid può spiegarmi a quale scopo insulta il povero DIAPASON ? non mi pare abbia detto niente di offensivo lui...

OneShot

Ven, 09/12/2016 - 08:26

Sicuramente da leggere, la metà delle cose scritte è condivisibile, l'altra metà ti accorgi sempre che qualcuno la applica ancora

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 09/12/2016 - 11:48

non vedo il perche' non debba rientrare nelle possibili scelte. non e' forse vero che il corano puo' essere venduto e divulgato ovunque nonostante il fatto che predichi l'estinzione dei Cristiani?