Merkel sfila a seno nudo al Carnevale di Viareggio

Raffigurata in una grande sala parto, la cancelliera tedesca dà alla luce tanti piccoli e irriverenti Renzini

Ha sfilato anche il neo presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ma se soltanto in fotografia. La mancanza di tempo non ha permesso di dedicargli una maschera di cartapesta. Al primo corso del Carnevale di Viareggio, che si è svolto ieri pomeriggio nella cittadina versiliese, i carri hanno sfilato tra la gioia e il divertimento dei presenti mentre, proprio in onore del nuovo capo dello Stato, è stato suonato l'inno di Mameli prima dell’inizio della sfilata sui viali a mare.

Per tutta la domenica i carri e le maschere sono stati baciati da un sole che ha favorito una buona partecipazione di pubblico al Carnevale edizione 2015. Mattarella in foto è apparso in una mascherata isolata, il suo predecessore Giorgio Napolitano è comparso con la scritta "dimesso" oltre che in pantofole da buon pensionato che guarda in tivù il teatrino della politica. La star fra le varie costruzioni è stata comunque il presidente del Consiglio Matteo Renzi, presente su quasi tutte le costruzioni che hanno scelto la satira politica come linguaggio principale.

Un carro destinato a far discutere è quello dedicato ad Angela Merkel. La cancelliera tedesca è stata, infatti, rappresentata con indosso una sorta di guepiere che lascia maliziosamente scoperto il teutonico seno: raffigurata sul carro di Umberto e Stefano Cinquini in una grande sala parto, dà alla luce tanti piccoli e irriverenti Renzini.

I costruttori viareggini hanno preso di mira anche i grandi della terra da Barack Obama a Vladimir Putin a Xi Jinping. Quest'anno ha debuttato anche papa Francesco, protagonista in due mascherate: in una il Pontefice veste i panni del cuoco rottamatore insieme a Renzi ai fornelli di un padiglione dell’Expo, nell’altra è paladino degli omosessuali sorretto sulle spalle da un Vladimir Putin a cui spetta il ruolo del pregiudizio.

Al Carnevale di Viareggio c'è spazio anche per la musica. Sulle costruzioni da Jovanotti a Vasco Rossi, Zucchero e Ligabue.

Commenti

guerrinofe

Lun, 02/02/2015 - 09:31

IN UN PAESE DI MxxxA COSI ,NON CI SI PUO ASPETTARE ALTRO.

Solist

Lun, 02/02/2015 - 12:17

i pupazzari saranno orgogliosi della loro creazione....razza di deficienti