Milano, accoltellati militari e poliziotto in Centrale

L'uomo, un italo-marocchino, si è ribellato ai controlli e ha reagito. Il militare e il poliziotto ricoverati in ospedale

Due militari e un poliziotto sono stati feriti con un coltello da un uomo in stazione centrale a Milano questa sera. I due militari e l'agente si sono avvicinati per un controllo all'uomo. In pochi attimi il ragazzo, nato in Italia da una famiglia marocchina, si è ribellato ai controlli e ha attaccato il poliziotto e i militari con un coltello. Il poliziotto, dopo l'intervento dei soccorritori è stato trasferito in ospedale in codice verde. Ben più serie le condizioni invece di un militare che è stato portato in ospedale in codice giallo. L'altro ha riportato ferite lievi. Sul posto sono arrivate quattro ambulanze e la polizia scientifica. Adesso gli inquirenti dovranno accertare l'esatta dinamica di quanto accaduto. Solo qualche giorno fa in stazione centrale era stata avviata una vasta operazione di polizia per l'emergenza migranti. Infatti, soprattutto la sera, la stazione è diventato un luogo abbastanza pericoloso. E in questo caso a farne le spese sono stati un poliziotto e un militare.

L’aggressore, un marocchino di 21 anni nato a Milano ma da genitori stranieri, era già stato arrestato a dicembre per droga dalla polizia. All’atto del controllo da parte del militare e dell’agente il giovane ha tirato fuori due coltelli da cucina che aveva addosso e li ha feriti. È stato però subito immobilizzato, quindi arrestato e portato in questura.

Commenti
Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Gio, 18/05/2017 - 23:22

non era da immobilizzare ma da abbbattere

Tormanhero68

Gio, 18/05/2017 - 23:28

sparate poliziotti, sparate. meglio uno di loro ferito che voi. O no ?? Imparate dai colleghi statunitensi

Divoll

Gio, 18/05/2017 - 23:35

Continuo a chiedermi... Ma che guerra c'e' in Marocco? E che ci fanno tutti questi marocchini (ghanesi, nigeriani, congolesi, senegalesi, ecc) in Italia??

Nonlisopporto

Gio, 18/05/2017 - 23:37

quando si fa entrare tutti per pietismo e business...

ziobeppe1951

Gio, 18/05/2017 - 23:40

Nahum ...tu che sei un grande lavoratore..datti da fare..insegna ai trogloditi, tue care risorse, l'educazione...le buone maniere

rebella123

Gio, 18/05/2017 - 23:45

E' Ora facciamo una manifestazione in favore del marocchino, e sicuramente il solerte giudice lo rimette in liberta come fatto dal suo collega con la sentenza ESEMPLARE che il soggetto non tollera i controlli ABBIAMO TOCCATO IL FONDO ed ora avanti gli italioti con alla testa Sala alla manifestazione pro ABBRONZATI questi dementi sono riusciti a farci VERGOGNARE di essere italiani GRAZIE governo di burattini

manfredog

Ven, 19/05/2017 - 00:06

..loro per noi sono risorse, non dimentichiamolo, sono come fratelli; si, fratelli..coltelli..!! mg.

Ritratto di bracco

bracco

Ven, 19/05/2017 - 00:08

Dopo le proteste isteriche di Sala e dei suoi kompagni di merenda della giunta rossa che governa Milano alla retata anti delinquenti fatta alla stazione centrale, questi delinquenti mettono in pratica la solidarietà che viene dalla sinistra

Divoll

Ven, 19/05/2017 - 00:11

Ma come vengono addestrati, oggi, i poliziotti e i militari italiani?? Nelle ultime settimane ne sono finiti in ospedale una mezza dozzina. Non ci fanno una bella figura e, soprattutto, non infondono alcun senso di sicurezza nei cittadini.

Ritratto di mina2612

mina2612

Ven, 19/05/2017 - 00:15

Un marocchino nato in Italia.... e il PD e il M5S vogliono lo ius soli..!! Intanto questo è il messaggio che quotidianamente passa ai clandestini che arrivano: "Cari signori, nel momento in cui voi arrivate sul suolo italiano, e con assoluto diritto non ci volete fornire le vostre generalità né farvi identificare, potete fare quello che già facevate nei vostri Paesi d'origine. Quindi, se eravate delinquenti, potete continuare a delinquere perchè noi, inutili idioti, ve lo permettiamo, ma non solo, vi autorizziamo a derubarci, ad aggredirci, a stuprarci, ad accoltellarci e se necessario, potete anche ammazzarci in tutta tranquillità, senza alcun timore di subire ritorsioni. L'importante è che voi, cari clandestini, stiate bene e siate voi stessi".

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 19/05/2017 - 00:16

Ma come osano questi incauti militari importunare una "risorsa"? Dovrebbero vergognarsi! Fossi nel marocchino chiederei i danni.

Gianni11

Ven, 19/05/2017 - 00:18

Come mai non gli hanno sparato? Ma che razza di militari e poliziotti sono? Quando sono aggrediti non sanno sparare? Ma che tipo di addestramento gli fanno? Di stare li' imbambolati a farsi accoltellare pacificamente?

swiller

Ven, 19/05/2017 - 00:20

I risultati di tutti quelli che votano PD e sinistre.

seccatissimo

Ven, 19/05/2017 - 00:30

I respnsabili dell'istruzione degli agenti di polizia e dei militari debbono essere degli inetti come lo sono di norma i verici di tutte le istituzioni italiane. Personalmente ho assistito varie volte, da lontano, al controllo di persone, in particolare anche di personaggi dall'aspetto e dal comportamento preoccupanti ! Tutte le volte ho dovuto osservare che gli addetti a questi controlli si comportavano come dei potenziali suicidi, senza prendere le più banali ed elementari precauzioni !

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 19/05/2017 - 00:38

Stessa storia di Bergamo, qualche giorno fa... Reazione ancor meno efficace. O i tutori delle Forze dell'Ordine si decidono, quando serve davvero, ad applicare LA FORZA per mantenere l'Ordine, e tutti i cittadini sostengono questo loro PREVISTO modus operandi, o tanto vale che arrivino mezz'ora dopo o si voltino subito dall'altra parte. In questa situazione una reazione A FUOCO ci stava tutta, possibilmente con abbattimento della CAROGNA per rabbonire i circostanti animali.

angelo1951

Ven, 19/05/2017 - 00:50

Dall'articolo si evince che si tratta di "marocchino nato in italia" criminale già noto e non doverosamente espulso. Perchè la vile e falsa definizione "italo-marocchino"? Mancanza di dignità, coraggio o pudore?

angelovf

Ven, 19/05/2017 - 01:05

I militarihanno la pistola, il poliziotto pure, perché non gli hanno sparato? Come siamo bravi.

Ritratto di cape code

cape code

Ven, 19/05/2017 - 01:48

Non esistono gli italo-marocchini. Esistono solo i marocchini.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 19/05/2017 - 01:50

Domani stará fuori: insofferenza ai controlli.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 19/05/2017 - 01:54

Se é nato a Milano non é detto che sia automaticamente cittadino italiano. E' solo un marocchino pluripregiudicato. Ritorna nel paese dei suoi avi. Punto. Ci si chiede: perché questo provvedimento non é stato preso prima? Di delinquenti nostrani ne abbiano giá in abbondanza, non abbiamo certo necessitá di altri.

Ritratto di Nordici o Sudici

Nordici o Sudici

Ven, 19/05/2017 - 02:13

Guardate l'ANSA come ha nascosto la notizia.

fabiano199916

Ven, 19/05/2017 - 03:49

sono ancora vivi?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 19/05/2017 - 03:50

É; ANCHE QUESTA É UNA RISORSA DELLA BOLDRINI!.

amicomuffo

Ven, 19/05/2017 - 06:09

se dovesse mai succedere, che qualcuno dei militari, stanco di questa situazioni e fosse un pò alterato dovesse sparare, allora ne vedremo delle belle!

Italianinelmondo

Ven, 19/05/2017 - 06:27

che schifo dategli ordine di sparare adesso qualche giudice lo libera, perche non è morto nessuno. mandatelo in marocco insieme alla Boldrini e grasso accompagnati dal massone Napolitano ma solo con il biglietto d'andata

marco190701

Ven, 19/05/2017 - 06:41

Lasciando perdere gli usa anche francesi e tedeschi ormai prima sparano e poi parlano. Noi no. Che ci stanno a fare tutti i parà con mitra se non lo usano?

marco190701

Ven, 19/05/2017 - 06:45

Questo fatto mi ha convinto: sabato ailano, voglio più negxi, più mussulmani, più delinquenti, giù tutti i muri di sii si

Fiorello

Ven, 19/05/2017 - 06:46

Alla nascita era marocchino, poi è diventato italo-marocchino, dopo il fatto sarà diventato italiano per meriti acquisiti (patto di sangue).

un_infiltrato

Ven, 19/05/2017 - 06:58

A questo punto, proporrei l'abrogazione in toto delle Forze dell'Ordine nel loro complesso. Che ci stanno a fare? A che servono? Solo a prendere calci, pugni, sputi, coltellate? A rischiare la vita ogni giorno per due soldi al mese? Insomma, siamo arrivati al punto in cui Carabinieri e Polizia non possono neppure procedere all'esercizio di semplici controlli di routine. Quando poi assicurano i criminali alla Giustizia, è questa stessa Giustizia che, puntualmente, poco dopo, restituisce loro i criminali da loro medesimi arrestati qualche giorno prima. Di questo andazzo i criminali sono consapevoli ed è proprio questo il motivo che li autorizza impunemente a delinquere. Ma tutto questo è normale? Chi è il "chi di dovere" che ha l'obbligo di intervenire in una situazione del genere? Il Ministro dell'Interno? Quello di Giustiza? Il Presidente della Repubblica? Io ?

mila

Ven, 19/05/2017 - 07:05

E poi pensiamo che i nostri poliziotti possano difenderci?

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Ven, 19/05/2017 - 07:12

nato a milano dove, come noto, in tutte le scuole si insegna a portare con se un bel coltello; non è colpa sua ma della troppa integrazione, se lo avessero lasciato alle sue radici culturali avrebbe avuto in tasca un bianco giglio

Ritratto di MisterDD

MisterDD

Ven, 19/05/2017 - 07:17

Se 2 militari e un poliziotto riescono a farsi accoltellare tutti e 3 da un singolo marrocchino di 21 anni... che vi dico.. Cambiate lavoro. Servono militari e poliziotti attenti, non frollocconi paurosi.

routier

Ven, 19/05/2017 - 07:23

Se ben tre militari armati hanno la peggio in uno scontro con un ragazzo marocchino privo di armi da fuoco, allora delle due, l'una: o il ragazzo è una specie di gigante superman dotato di superpoteri, o i tre militari hanno bisogno di un urgente corso di aggiornamento nella lotta ai malviventi. Tertium non datur!

Gius1

Ven, 19/05/2017 - 07:36

i marocchini vengono dalla guerra e sono Le nostre risorse. ci pagano pure la Nostra pensione

FRATERRA

Ven, 19/05/2017 - 07:47

Il dna non mente mai.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Ven, 19/05/2017 - 07:50

Ormai è diventato pericoloso scrivere la verità? Un individuo nato in Italia da genitori marocchini è un "marocchino nato in Italia" e non un "italo-marocchino"... In ogni caso, superati questi dettagli, è certamente un islamico... alla faccia dell'integrazione!

Templar

Ven, 19/05/2017 - 07:50

carcere a vita ai lavori forzati, semplice no?

il sorpasso

Ven, 19/05/2017 - 07:53

Ora che fine farà la risorsa?

CesareGiulio

Ven, 19/05/2017 - 07:55

Speriamo lo tengano dentro a lungo....girare con due coltelli denota la pericolosita di questo individuo che non si fa scrupoli a uccidere per coprire i suoi traffici illeciti

rossini

Ven, 19/05/2017 - 07:56

Caro Ministro Minniti, se due militari più un poliziotto si lasciano accoltellare tutti e tre da un migrante durante un'operazione di controllo, allora siamo alla frutta. Che cosa li mettete a fare i nostri giovani in divisa sulla strada? Quali sono le regole che gli dettate? Quella di offrire l'altra guancia? Quando si fanno i controlli e si è in tre, uno o due controllano e il terzo tiene l'arma spianata nei confronti del controllato. O no?

patrenius

Ven, 19/05/2017 - 08:01

Sono stufo di vedere i ns poveri militari esposti a pericolo di vita: come da me segnalato più volte inascoltato, i controlli si eseguono a debita distanza, armi in pugno e alla prima reazione violente si fa fuoco. Meglio un terrorista colpito che un poliziotto.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 19/05/2017 - 08:09

grande patani ! e grandi patani ; zipè quel ragazzotto è un tuo nipote , nato in patania cresciuto e educato in patania ? buongiorno e buon lavoro ai censori(spero che siano censori italiani e non patani oggi)

edo1969

Ven, 19/05/2017 - 08:15

L'Italia è tra i paesi più sicuri del mondo (Librandi)

edo1969

Ven, 19/05/2017 - 08:19

subito fuori di galera! non traumatizzatelo, la sua famiglia scappava da guerre e carestie, è disadattato, è colpa nostra non abbiamo saputo integrarlo, ha problemi mentali, razzisti, è la sua cultura portare il coltello e usarlo contro i poliziotti che si sa sono pure fascisti, fa i lavori che non vogliamo più fare, ci paga le pensioni, non facciamo più figli

rmazzol

Ven, 19/05/2017 - 08:20

Domanda: perché dopo la prima aggressione non gli hanno sparato per fermare le successive aggressioni?? La vita dei delinquenti è sacra mentre quelle delle forze dell'ordine vale zero?? Oppure perché i militari ed i poliziotti hanno poi il terrore di dover pagare i danni al delinquente od ai suoi familiari??

vittoriomazzucato

Ven, 19/05/2017 - 08:22

Sono Luca. Se io vado in giro per Padova con coltelli, ma non temperini, mi arrestano e mi mettono in galera. Questo va espulso subito e le attenuanti da uso di droga non devono essere attenuanti, ma aggravanti; questo va espulso lui e la sua famiglia se non sono riusciti ad educarlo. GRAZIE.

paolonardi

Ven, 19/05/2017 - 08:23

Domanda alle toghe rosse e loro estimatori: non sarebbe stata legittima difesa se gli agenti avessero reagito sparando?

Ritratto di VenderoCaraLaPelle

VenderoCaraLaPelle

Ven, 19/05/2017 - 08:27

In tre che le prendono da uno, andiamo bene. Auguri di pronta guarigione. Ma le pistole d'ordinanza cosa ce le hanno a fare???

paràpadano

Ven, 19/05/2017 - 08:37

finirà a tarallucci e vino , tutto merito della giustizia italiota supportata dai "mancini" nostrani.

fifaus

Ven, 19/05/2017 - 08:37

situazione assurda. I militari, vistosamente armati, non possono difendersi e quindi non sono rispettati. Va già bene che non vengano loro sottratte le armi. accanto alla legittima difesa andrebbe riconosciuta anche la difesa legittima dei territori, del vivere sociale.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 19/05/2017 - 08:37

Adesso i giornalacci Mainstram come Repubbliconza che piacciono tanto agli onanistici come AndreaPugnetta..scriveranno che e'colpa delle forze dell'ordine che utilizzando metodi squadristi/ fascisti hanno fatto radicalizzare gli emigrati!!!

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 19/05/2017 - 08:42

Quando arrivai negli USA per lavorare nel 1974 il primo avvertimento che mi diedero all' Università fu : Se vieni fermato dalla polizia per un controllo metti immediatamente le mani dietro la nuca o, se sei in auto, tienile sempre sul volante senza muoverti. Aggiunsero che l' alternativa avrebbe potuto essere poco piacevole.

Fjr

Ven, 19/05/2017 - 08:43

E Salamelek fa le marce per gli immigrati, qui' è un'altra la marcia da fare e non a Milano

jaguar

Ven, 19/05/2017 - 08:45

E poi sabato a Milano hanno il coraggio di manifestare per la "marcia senza muri", non ne abbiamo abbastanza di delinquenti, dobbiamo accoglierne degli altri. Quelli dei centri sociali si dovrebbero vergognare, che vadano a lavorare, magari all'estero, cosi ci liberano della loro inutile presenza.

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Ven, 19/05/2017 - 08:49

razzisti e populisti, il poveretto, sicuramente affetto da disturbi mentali, non sapeva come fare passare il tempo (è dura la vita del mantenuto), il fatto che fosse marocchino, islamico, delinquente, pluripregiudicato è solo un dettaglio trascurabile.

piardasarda

Ven, 19/05/2017 - 08:50

però vogliamo il numero chiuso contro i turisti cattivoni. all'arrivo in stazione questo è ciò che vedono e pensano in Italia anarchia, protesta per libero uso di armi da taglio, IO SONO GIAPPONESE E PER NOI LA KATANA ESSERE SACRA

Ritratto di centocinque

centocinque

Ven, 19/05/2017 - 08:55

Sala, Sala, lo avevo detto che ci avresti fatto rimpiangere Pisapia......

Ritratto di Trasibulo

Trasibulo

Ven, 19/05/2017 - 08:56

Direi che la dinamica di questo increscioso episodio è piuttosto incomprensibile. Si deve concludere che i primi che hanno fermato il balordo di turno, si sono rivelati del tutto inadeguati, se in due e presumibilmente ben armati non sono riusciti a riempire di piombo questo avanzo di galera e al contrario gli hanno dato modo di infilzarli a piacimento. Poi si apprende che il balordo di cui sopra è stato subito immobilizzato...ma come? Evidentemente altri poliziotti lo hanno affrontato a mani nude rischiando di farsi spedire al creatore, se, come pare di capire, il soggetto non ha riportato un graffio. Ma si può sapere quali assurde direttive hanno questi poliziotti? Perché non possono o non vogliono sparare? Se non si spara in un caso come questo, quando lo si fa? E perché allora hanno armi in dotazione? Quali sono le cosiddettè regole d'ingaggio? Resta che effettuare questo tipo di controlli con simili modalità è assurdo, pericoloso e controproducente.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 19/05/2017 - 09:00

A qualche buonista di sinistra, che molto probabilmente parteciperà alla marcia pro-migranti, chiederei se è socialmente accettabile che un individuo del genere, e chissà quanti altri, vada in giro con dei coltelli da cucina nascosti. Questa volta è toccato a dei militari, e se domani tocca ad una ragazza o ad una donna per rapina o altro, facciamo un'altra fiaccolata? TOLLERANZA ZERO, la città è dei Milanesi e non di delinquenti, migranti a zonzo e spacciatori.

Ritratto di Vincenzo Morganti

Vincenzo Morganti

Ven, 19/05/2017 - 09:11

domani, al massimo dopodomani, sarà rimesso in libertà: una scusa la troverà sicuramente il magistrato che si occupa del caso

Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 19/05/2017 - 09:21

Nato in Italia, da padre marocchino immigrato legale o legalizzato e, credo, da madre italiana. E qui mi scatta una riflessione: Gentili Signore che per la maggior parte siete propugnatrici, giustamente, di uguaglianza con l'altra metà del cielo, ma non trovate proprio un maschio caucasico che vi porti, de jure et de facto, quel rispetto cui avete diritto ? Mi spiegate perché alcune preferiscono uomini di altre culture dove la donna non è neppure un oggetto, è solo una cosa ? Va bene che l'amore è cieco, ma il troppo storpia, sempre.

piazzapulita52

Ven, 19/05/2017 - 09:34

BUON SANGUE NON MENTE!!! NON GLI FARANNO NIENTE E FORSE SARA' GIA' DI NUOVO IN LIBERTA'! NELL'EX ITALIA QUESTI FATTI NON SONO PIU' UNA NOTIZIA MA LA QUOTIDIANITA'!!! CHE SCHIFO!!!

cecco61

Ven, 19/05/2017 - 09:44

Tranquilli, come già accaduto un altro giudice ravviserà solo un'insofferenza ai controlli e libererà seduta stante il povero ragazzo.

Ritratto di alejob

alejob

Ven, 19/05/2017 - 09:46

vogliamo essere Americani e perchè non ci comportiamo come loro?. Quando vedono un squilibrato di qualsiasi colore con un'arma in mano, gli sparano e fanno bene. Un poliziotto, un Carabiniere è pagato dallo Stato per far rispettare l'ordine con qualsiasi mezzo.

carpa1

Ven, 19/05/2017 - 09:51

Qui se non si comincia, in nome della democrazia, a prendere a calci in k... quelli che votano questa sx siamo veramnete finiti. Ma non vi accorgete che dopo 70 anni di collusione con questi, in nome della suddetta democrazia, e soprattutto da quando hanno preso il potere, con l'intervento dell'emerito e quindi senza elezioni, la situazione da grave è letteralmente precipitata? Ma chi ha conferito loro il diritto di distruggere il paese avallando questa invasione e prepotenza da parte di soggetti che, nei loro paesi, sarebbero a marcire in galera?

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 19/05/2017 - 09:51

cari patani , per che vi brucia tanto(quel posticino) solo perche un vostro corregionale ha fatto quello che gli avete insegnato ? quel ragazzoto e patano come zipeppe , ottimoabbondante , bferno , flj e paccottiglia varia che non mi va neanche di nominare .

Giorgio Colomba

Ven, 19/05/2017 - 10:00

Per via delle regole d'ingaggio vetero-comuniste cui sono obbligati a soggiacere, se i militari avessero sparato sarebbero finiti pure a processo, oltre che in ospedale.

giusto1910

Ven, 19/05/2017 - 10:00

E' una mattanza! Ogni giorno molti casi di aggressioni violente che coinvolgono stranieri (soprattutto africani). E' un'emergenza di cui gli organi di informazione non vogliono parlare. Pubblicano il fatto accaduto al momento, ma nessuno analizza il fenomeno che ha preso dimensioni preoccupanti e gravissime. Una parte dei magrebini si distinguono per atteggiamenti violenti e illeciti. Quest'ultimo caso é l'ennesima prova che, sebbene nato in Italia, il marocchino non ha minimamente cercato l'integrazione. l'immigrazione sarà un fenomeno positivo solo quando si elimineranno le mele marce e si elimineranno aiuti sociali illegittimi, esenzioni, bonus etc. etc. di cui fruiscono moltissimi immigrati, altrimenti ci porterà alla guerra civile.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 19/05/2017 - 10:00

Troppo leggeri, meglio la mano pesante. Devono avere paura di stare in giro a far nulla, devono sentirsi costantemente braccati, controllati ed al primo errore essere espulsi.

clamajo

Ven, 19/05/2017 - 10:02

Benvenuti in Italia, Africa...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 19/05/2017 - 10:10

Giusta e legittima reazione a tentata violazione della privacy di un cittadino italiano (tra i suoi nomi compare pure quello di Tommaso!). Spero che le forze dell'ordine coinvolte vengano severamente punite...per non averlo "bucato" all'istante. Come è usanza dei paesi civili.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 19/05/2017 - 10:12

ma dove si addestrano i nostri militari, dalle Orsoline? Bisogna sempre essere attenti quando si fermano questi personaggi.

roseg

Ven, 19/05/2017 - 10:14

MA STATE BBBONI SONO SOLO VENTUN ANNI CHE VIVE IN itaglia...E DATEGLI IL TEMPO DI INTEGRARSI !!!!!!!!!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 19/05/2017 - 10:16

qui bisognerebbe non essere isolati a scrivere solamente. Bisognerebbe avere il coraggio che ognuno di noi potesse fare amicizia con associazioni che unico interesse è liberare il Paese da tale scempio. Iniziamo a conoscere tali forze.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 19/05/2017 - 10:16

Belle le "risorse" vero madama sboldrina?? Perché lei che é tanto buona non va in giro senza scorta ogni tanto?? Perché non va sola soletta a far due passi di sera alla stazione Termini?? Facile fare i frosci col fondo schiena del prossimo!

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 19/05/2017 - 10:24

Dirà che lo hanno maltrattato e preso a male parole e che non sopporta le autorità. Quando avrò finito di scrivere, sarà già fuori.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 19/05/2017 - 10:27

Suggerisco al corteo pro migranti di Domenica prossima di costituirsi all'interno della Stazione centrale. A severo monito di tutti i razzisti e xenofobi che, con rastrellamenti di stile fascista, vessano i pacifici migranti colà intenti alla preghiera.

Boxster65

Ven, 19/05/2017 - 10:31

Già me lo vedo il solerte Magistrato che lo scarcera segnalando che il povero disadattato di genia maghrebina è refrattario ai controlli di polizia, come già accaduto pochi giorni fa.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 19/05/2017 - 10:34

#Elkid e ccappai, strenui difensori dei diritti umani,( e qui il diritto dell'"Italiano" è stato, palesemente, violato) ancora silenti? Swag gania, oggi trenette al pesto.

Angelo664

Ven, 19/05/2017 - 11:32

Milanesi, votate i Pisapia o i Sala ! Avanti cosi' !

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Ven, 19/05/2017 - 12:44

.... purtroppo terzium datur: le regole d'ingaggio: Se i militari avessero reagito sparandogli subito e freddandolo, come logico e doveroso, ora avremmo tre pericolosi razzisti fascisti inquisiti per aver sparato ad un povero portatore (italiano) di un simbolo culturale chiamato coltello, lo stesso simbolo culturale purificatore (di carabinieri, l'estintore) che il martire comunista giuliani portava sopra la testa come le nostre nonne la brocca d'acqua, prima che rifondazione comunista gli intitolasse una sala del parlamento.

routier

Ven, 19/05/2017 - 14:36

"Marocchino di 21 anni nato a Milano da genitori stranieri". Non è sufficiente un foglio di carta bollata con due timbri ed una firma i calce per affermare una nazionalità. Ci vuole ben altro! E' solo un marocchino nato accidentalmente in Italia.

Ritratto di cape code

cape code

Ven, 19/05/2017 - 14:37

giovinap da voi i vostri fratelli africani distrussero Castel Volturno per tutto il giorno qualche anno fa, marciando come un esercito. Taci che fai piu' bella figura per piacere.