Milano, il mendicante che non chiede soldi ma fiducia

La onlus L'Albero della Vita ha creato una campagna di sensibilizzazione per far in modo che le persone ricominicino a dare fiducia alle persone povere

Seduto tutto solo, per terra, con un cartello davanti alle ginocchia, il piccolo Stefano chiede aiuto: non vuole cibo, cerca qualcuno disposto a dare fiducia a suo padre.

La onlus L'Albero della Vita ha creato una campagna di sensibilizzazione per chiedere alla persone di "attivarsi per donare un bene prezioso come la fiducia". Con la partecipazione di Stefano sono riusciti a costuire questo progetto che ha suscitato diverse reazioni nei passanti. Il piccolo mendicante si è seduto fuori dalla stazione metropolitana di Cadrona (Milano) e teneva in mano un cartello con scritto: "Niente soldi, dai fiducia a mio papà...".

I passanti, vedendolo lì tutto solo, si sono avvicinati per dargli soldi, cibo e acqua. Ma lui ha rifiutato tutto perché sta cercando qualcuno disposto a dare un lavoro a suo padre. E chi lo interroga domandandogli cosa vuole, risponde: "Non voglio cibo o soldi. Sto facendo tutto questo per mio padre perché non ha più un lavoro. Dategli fiducia, dategli un'altra possibilità".

In molti hanno cercato di mobilitarsi per lui, dalla signora anziana alla ragazzina, dal venditore di acqua alla persona d'ufficio. Tutti hanno voluto dare al padre di Stefano il loro sostegno e si sono offerti di aiutarlo. Il video de L'Albero della Vita è un vero e proprio esperimento sociale per capire le reazioni della gente davanti ad una richiesta inaspettata.

L'esperimento ha dato un risultato più che positivo, per questo, la fondazione ha lanciato la campagna #iodonofiducia, per chiedere alle persone "di attivarsi per donare un bene prezioso, il primo mattone ideale da cui le famiglie in povertà possano ripartire per ricostruire interamente la propria vita". (Guarda il video)

Commenti

luca123

Mer, 05/10/2016 - 16:33

E basta con sto lavoro,se non cè non c è!Insomma non cè lavoro per tutti.E' meglio che si accontenti se gli danno i soldi e il cibo.Come dice Grillo il lavorosalariale non cè più rassegnamoci al più completo assistenzialismo

luca123

Mer, 05/10/2016 - 16:37

Renzi ha fatto quello che poteva con il job act.Le famiglio non possono donare lavoro,il governo non puà crearlo se non cè insomma!Sarebbe già tanto se tutti donassero un po di soldi per i poveri.Smettiamola con sto lavoro.Non cè per tutti punto.

paolo b

Mer, 05/10/2016 - 17:26

il lavoro non c'è.....anche se volessi assumere una persona per darmi un aiuto non potrei, il dipendente mi costerebbe più di quello che rimane per me alla fine del mese. nessuno lo ha mai pensato e magari verificato facendo due conti? l'unica cosa che si potrebbe fare per incentivare il lavoro ovvero assunzioni fare una flex tax al 25% e basta, non più addizionali varie ecc. ecc. e vedrete che il lavoro si creerebbe, ed il governo dovrebbe ridurre le spese , che fine hanno fatto tutte le fantomatiche spending revew ... non se parla più !!!