Milano, tensione alla Statale tra collettivi di destra e di sinistra

Il tutto sarebbe nato per una commemorazione legata alle foibe. Poi un corteo al Duomo

Arrivano da collettivi di entrambi i colori politici le denunce relative a tensioni che si sono sviluppate a partire da questa mattina tra i corridoi dell'Università Statale di Milano, a causa di una discussione nata per una commemorazione dei Martiri delle foibe.

Una prima aggressione è avvenuta intorno alle 10.30 all'ingresso della biblioteca Crociera, in via Festa del Perdono, sede principale dell'ateneo. Qui uno studente del Gruppo Alpha-Fronte universitario è stato avvicinato da ragazzi che lo hanno provocato e ha reagito con uno schiaffo - sostiene il portavoce Stefano Pavesi, citato dal Corriere della Sera.

La tensione sarebbe nata per un'aula non concessa per commemorare le vittime delle foibe. Lo studente di destra, dopo lo schiaffo, si sarebbe rifugiato in biblioteca e avrebbe chiamato altre persone a dargli manforte. Al loro arrivo, e all'arrivo della polizia, sarebbe riuscito a uscire e tornare a casa.

Il Collettivo universitario The Take ha poi denunciato "un'aggressione neofascista" da parte di un esponente di Lealtà e azione, mentre era in corso un volantinaggio contro il convegno del ministro Stefania Giannini sull'alternanza scuola-lavoro. Il collettivo parla anche di una "caccia all'uomo" a un giovane, buttato per terra e insultato.

I membri del collettivo hanno poi organizzato un corteo da piazza Duomo, poco lontano dall'università, in segno di protesta. Circa 300 persone - ma i dati sono degli organizzatori - sono arrivate nel chiosco di Filosofia.

Commenti
Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Lun, 22/02/2016 - 22:03

Aggressione neofascista. Che cxxxxxi. Negli anni di piombo, quale appartenente alle Forze dell'ordine, in servizio permanente alle universitá, dove prendevamo sprangate, molotov, biglie, insulti e quant'altro, con l'obbligo di non reagire. Gli ordini del ministro dell'Interno e del governo pusillanime di allora erano questi. E dopo averle prese e sopportato pazientemente, sui giornali appecoronati (c'erano anche allora) manifesto e unitá leggevi i titoli cubitali: grave provocazione della polizia, interrogazione al ministero dell'interno, raccolta di firme, e congiuntamente sbrodolamento isterico di indignazione dei soliti noti. Nulla é cambiato. La sinistra é e restererá sempre la stessa: un coacervo di violenti e mendaci. Ed aggiungo di co@@oni che votano per loro.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 22/02/2016 - 22:04

Il solito copione della Statale a cui assistiamo da piu di 40 anni, perchè?? Perche se OSI tentare una qualsiasi manifestazione che ai SINISTRI NON PIACE sei fottuto, fascista,razzista ecc ecc. CHE NOIA CHE BARBA!!! Se vedum.