Modena, scritte choc inneggiano agli assassini di Marco Biagi

La denuncia di Michele Tiraboschi, già assistente di Biagi: nella notte sono state trovate le scritte sul muro della facoltà di Economia dell'università di Modena

Uno sfregio a Marco Biagi, proprio nel giorno dell'anniversario della morte. Nella sedicesima ricorrenza della morte del giuslavorista trucidato dalla Nuove Brigate Rosse a Bologna, nel 2002 una scritta infame compare sui muri di un'altra città emiliana, Modena.

Sui muri della facoltà di Economia dell'Università di Modena sono comparse le parole "1000 Biagi" e "Marco Biagi non pedala più", oltre a "onore ai compagni combattenti": un infame riferimento all'abitudine del professore di girare in bicicletta.

A denunciarlo è l'ex assistente del giuslavorista, il professore Michele Tiraboschi, che commenta la vicenda con parole a un tempo amareggiate e furibonde: "Queste le scritte oggi sui muri della facoltà di Economia a Modena. Questa la ragione del perché ricordare Marco Biagi. Non uno stanco rituale ma una battaglia di verità. Una morte assurda e ingiusta, maturata in un clima di odio e intolleranza che purtroppo non è scomparso", ha scritto su Twitter.

Un oltraggio infame a una vittima del terrorismo che anche dopo 16 anni non riesce, purtroppo, a trovare pace.

Commenti

Giorgio5819

Lun, 19/03/2018 - 14:10

Il cancro comunista va estirpato, in qualunque modo... ANTICOMUNISMO SEMPRE !!

parmenide

Lun, 19/03/2018 - 15:08

ogni essere vivente protegge caparbiemente la sua prole da qualunque min accia esterna. Lo stato italiano , questa accozzaglia di 900 parlamentari , abbandona il suo popolo lasciandolo alla mercè di marmaglie che dopo 40 anni continuano ad imputridire questo paese alla deriva.Perpetuo onore e memoria ai biagi, alessandrini, taliercio , bachelet, moro, unitamenti a tutti coloro che sono stati tolti ai loro affetti in nome di un delirante comunismo (per berlinguer le brigate rosse erano " sedicenti" e per qualcun altro " compagni che sbagliano ( sic )

parmenide

Lun, 19/03/2018 - 15:14

Vedono la inesistente pagliuzza fascista e non la putrella di una risorgente criminalità che non tarderà, se non si fa qualcosa, ad imbracciare ancora la mitraglietta skorpion. Siamo sgovernati da minus habentes

Ritratto di Rudolph65

Rudolph65

Lun, 19/03/2018 - 16:27

parmenide d'accordo con lei. Ma se questi luridi comunisti hanno la skorpion io ho l'M4

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Lun, 19/03/2018 - 20:43

le bestie stanno uscendo dalle gabbie. RIMETTETECELE!!!Ma presto ,pero', perche' se non si agisce subito queste belve selvagge faranno male a qualcuno. ma lo Stato non e' mai in grado di prevenire?

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Lun, 19/03/2018 - 20:45

Ecco, questa e' la sinistra. Imbecilli e violenti tutti coloro che l'hanno sempre votata.