Mogliano Veneto, scuola elementare vieta il presepe: scoppia la polemica

La decisione non è stata ancora ufficializzata ma la polemica divampa. La Lega non ci sta e attacca la dirigenza scolastica del “Marco Polo” di Zerman

Nella scuola elementare "Marco Polo" di Zerman, frazione di Mogliano Veneto in provincia di Treviso, le insegnanti hanno deciso che in occasione delle ormai imminenti festività di Natale non sarà costruito il presepe.

Come riporta Il Gazzettino, la dirigente scolastica avrebbe deciso di non allestire il presepe in forma di rispetto degli studenti di altre religioni. Una prospettiva, questa, per ora solo circolata in alcune chat e per la quale non è stato fatto nessun annuncio ufficiale. La notizia ha già provocato un mare di polemiche.

"È davvero assurdo, andrò di persona a visitare questa scuola”, ha tuonato il leader della Lega Matteo Salvini. Che poi ha postato il suo pensiero su Facebook: "Viste le recite scolastiche cancellate, i canti negati, i presepi smontati, i Gesù Bambino temuti, non è banale: difendiamo il Natale, le nostre radici, le nostre tradizioni, la nostra civiltà!".

Durissimo il commento della trevigiana Silvia Rizzotto, capogruppo per la Lista Zaia in Regione, che sottolinea come ogni anno in questo periodo si verifica sempre la stessa storia con“qualche fenomeno che decide di togliere alberi di Natale e presepi dalle scuole, vietare le recite scolastiche a tema, in nome della sensibilità e di un finto perbenismo che fanno comodo solo alla sinistra ed ai radical chic che non sanno più cos'altro inventarsi per passare le 24 ore delle loro tristi e vuote giornate”.

Così facendo, ha dichiarato la consigliera, “perdiamo per strada pezzi imprescindibili delle nostre radici, della nostra storia e della nostra tradizione. Le scuole dovrebbero insegnare e raccontare a tutti, tutte le tradizioni culturali di ogni Paese, invece di cancellarle con un colpo di spugna quasi fossero una macchia di cui vergognarsi”.

La Rizzotto afferma che il presepe è “un simbolo di pace ed unità universale, che affonda le sue radici nella nostra storia e nella memoria di tutta la società italiana. E, visto che qui siamo in Italia e, visto che le famiglie che emigrano verso il nostro Paese sanno bene che stanno lasciando la loro terra per la nostra, vanno illustrate loro le nostre usanze”. L’integrazione, quindi, dovrebbe passare anche attraverso la conoscenza di simboli come ilpresepe, con la scuola che ha il compito di insegnarne il significato.

Dello stesso avviso il deputato veneziano della Lega Alex Bazzato che invita gli insegnati che non vogliono trasmettere agli alunni i valori della nostra tradizione a cambiare lavoro. “Nascondere le nostre tradizioni e le origini cristiane, come intendono fare nella scuola Marco Polo di Zerman, per una presunta apertura è sinonimo di cattiva educazione e formazione. Noi intendiamo affidare i nostri figli ad educatori capaci e non a chi offende la nostra religione".

La vicenda è venuta alla luce e le polemiche sicuramente continueranno. Sarebbe interessante sapere dalla dirigenza scolastica se nel periodo tra Natale e l'Epifania l'istituto sarà chiuso o gli insegnati si recheranno al lavoro normalmente.

.

Commenti

nopolcorrect

Sab, 30/11/2019 - 13:15

" rispetto degli studenti di altre religioni" per la nostra, quindi Presepe senza neanche discuterne. Siamo in Italia, non in Arabia Saudita.

seccatissimo

Sab, 30/11/2019 - 13:19

I nemici più pericolosi ed infidi del popolo italiano sono gli italiani imbecilli, buonisti, per lo più sinistri sinistrorsi !

tersicore

Sab, 30/11/2019 - 13:23

Il Papa è sicuramente d'accordo. I fedeli dovrebbero smettere di andare in chiesa e pregare per conto loro.

Korgek

Sab, 30/11/2019 - 13:30

Come un semplice e innocuo presepe possa rappresentare un elemento di disturbo e fastidio per "quelli di un'altra religione" (fate prima a chiamarli islamici) queste menti bacate me lo devono spiegare.

PRALBOINO

Sab, 30/11/2019 - 13:33

per chi non ha memoria sono almeno quarantacinque e più anni che la sinistra prova a togliere presepi e crocefissi dai luoghi pubblici e continuano a menare il can per l'aia comunque con jous soli genitore 1 e 2 ed amenità varie sicuramente senza inciuci non vincerebbero mai stanno dimostrando di possedere una imbecillità senza uguali al mondo

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 30/11/2019 - 13:40

ccianno raggione e per dimostrare la loro correttezza non faranno neanche un giorno di vacanze nel periodo natalizio compreso il 25-26 dicembre,1 e 6 gennaio!!ACCHH SOOOO!!!

Ritratto di computerinside

computerinside

Sab, 30/11/2019 - 13:56

Mandate bambini cristiani in un paese islamico...pensate che avranno riguardi e rispetto per loro e la loro religione. Sarebbero indottrinati anche con le cattive...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 30/11/2019 - 13:57

E Bergoglik sta zitto. Ma si può sapere che cosa ci sta a fare? Solo le speculazioni immobiliari? (Oltre a scroccare i voli intercontinentali all'Alitalia... Con relativo inquinamento atmosferico)

pilandi

Sab, 30/11/2019 - 14:10

Giusto il comportamanto ma sbagliata la motivazione.Nelle scuole non si fa il presepe perrché lo stato é laico e le scuole sono organi statali.

gianfranco9385

Sab, 30/11/2019 - 14:11

in un paese civile e al passo coi tempi non si demanda a degli idioti l'istruzione delle future generazioni

Malacappa

Sab, 30/11/2019 - 14:13

Noi dobbiamo rispettare la loro religione pero loro non rispettano la nostra bello vero.Tutti i genitori si devono unire e fare il presepio per amore o per forza e se non gli va bene il cammino alla mecca e' aperto

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Sab, 30/11/2019 - 14:17

Oramai sembra una epidemia tutta di sinistra:le insegnanti così facendo fanno politica calpestando le tradizioni millenarie dell'Italia quale paese cattolico e apostolico in nome di un integralismo sofferente che stenta a prendere piede. Manca solo l'ordinanza ministeriale per l'ora di religione di stampo islamico e il gioco è fatto.

fenix1655

Sab, 30/11/2019 - 14:33

Incredibile che per rispettare le altre religioni bisogna per forza rinnegare la propria. E in un istituto deputato alla formazione delle nuove generazioni! Forse che la religione cattolica non fa parte integrante della nostra cultura millenaria?. Non c'entra nulla la laicità dello stato! Quella si esprime in altro modo in altri luoghi!!!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 30/11/2019 - 14:37

"Una prospettiva, questa, per ora solo circolata in alcune chat e per la quale non è stato fatto nessun annuncio ufficiale". Insomma, con ogni probabilità l'ennesima bufala buona solo per il consueto articolo farlocco sui giornali bananioti e per l'ennesima sparata del capitone.

ESILIATO

Sab, 30/11/2019 - 14:39

Rimandiamo gli illegali a casa sseguiaamo le nostre tradizioni e facciamo il presepio. Nessuno puo dirci sosa fare a casa nostra.

leopard73

Sab, 30/11/2019 - 14:41

Che popolo di imbecilli che siamo noi ITALIANI gli altri si adeguino o fuori dalle balle la nostra cultura non si tocca!!!!

ettore10

Sab, 30/11/2019 - 14:51

Rinnegare e deprecando la propria cultura significa arrendersi. In questo modo l'integrazione è all'inverso

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 30/11/2019 - 15:01

Un'ennesima fesseria, direi di sinistra, quanto meno acattolica. Se vado in uno stato islamica con un piccolo crocifisso al collo, ma visibile, mi arrestano. Assurdo, ma risponde ad una sua logica. Come non risponde a logica il fatto che frotte di Mussulmani blocchino le strade delle nostre città o invadano i giardini pubblici per esercitare la loro religione.

RolfSteiner

Sab, 30/11/2019 - 15:07

Se il presepe non puo' entrare nelle scuole non dovrebbero entrarci neppure i politicanti di sinistra a tenere comizi.

maurizio-macold

Sab, 30/11/2019 - 15:15

Il Natale per i bambini italiani e' sempre stato il giorno in cui un signore con capelli e barba bianchissimi porta loro doni: la festa e' questa, tutto il resto conta poco o nulla. Io eviterei le ipocrisie, sia da parte degli insegnanti che dei politici che si fingono cattolici solo per arraffare i voti dei bigotti. E farei il presepe nelle scuole ma lo farei fare a tutti i bambini, anche quelli di famiglie non cattoliche, ovviamente con il consenso dei loro familiari.

Trinky

Sab, 30/11/2019 - 15:17

E' tutto bello perchè non siamo padroni nemmeno a casa nostra! Perchè questi di sinistra non ci fanno vedere come rispondono nei paesi musulmani a quelli che sono di un'altra religione e chiedono pari condizioni?

machimo

Sab, 30/11/2019 - 15:51

Siete fuori di testa!!! Dobbiamo difendere le nostre tradizioni e basta. Il presepe si deve fare!

VittorioMar

Sab, 30/11/2019 - 15:59

..BASTA ELIMINARE le FESTIVITA' NATALIZIE dove non vogliono I PRESEPI E CANTI NATALIZI...TUTTI A SCUOLA a STUDIARE...CHE BELLO CHE SAREBBE...ISTRUTTIVO ...MOLTO ISTRUTTIVO...!!

maurizio50

Sab, 30/11/2019 - 16:02

Ormai il cretinismo nelle scuole d'Italia dilaga!!!!

agosvac

Sab, 30/11/2019 - 16:19

Il Presepe piace a tutti i bambini, di qualsiasi religione siano. Forse non piace ai dirigenti scolastici di sinistra. Il problema è perché??? Probabilmente il vero problema è una forma neanche troppo nascosta di sadismo: siccome ai bambini piace, allora lo proibiscono. La religione non c'entra manco per niente: i bambini neanche la capiscono!!!

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Sab, 30/11/2019 - 16:32

Potrebbero ,invece di togliere tutto , aggiungere oltre al presepe , le rappresentazioni di eventuali altre religioni . Tanto lo sappiamo benissimo , che TUTTE le religioni sono favole per il popolo , e che il POTERE e' la verita' dietro sottanoni Cristiani e non .

19gig50

Sab, 30/11/2019 - 16:33

Popolo di pecoroni, gli altri forse hanno rispetto delle nostre tradizioni?

Trinky

Sab, 30/11/2019 - 16:40

I sinistroidi sono talmente pxxxa che dicono di voler rispettare le altre religioni! Quali? Se si riferiscono ai musulmani prendono una grande cantonata visto che nel Corano ci stanno pure Gesù Cristo e la Madonna.....!!! Ormai si dovrebbe aver capito che quando non si canti Bella Ciao o Bandiera Rossa è una cosa che da fastidio.....

lolafalana

Sab, 30/11/2019 - 16:40

A dir la verità, avendo frequentato le scuole elementari negli anni '60 non ho ricordi che venissero fatti a scuola nè albero di Natale nè presepe, e sì che allora gli unici musulmani conosciuti erano solo alcune statuine del presepe...

Ritratto di rebecca

rebecca

Sab, 30/11/2019 - 16:42

La dirigenza scolastica della scuola "M. Polo" di Zerman dovrebbe recarsi in tutti i paesi islamici , dove vige la legge coranica, e chiedere un forma di rispetto per coloro che non professano tale fede. Quindi permettere alle donna di girare per le città senza il capo velato, di indossare gli schorts, i bikini sulle spiagge ecc. Pari diritti pari doveri.

Ritratto di cape code

cape code

Sab, 30/11/2019 - 16:48

Pirlandi sei proprio un comunista. Le sardine come te hanno portato questo paese ad avere un QI al di sotto di 70...a parte che i bambini sono piu' intelligenti di te e non ci pensano nemmeno al fatto che offenda il loro credo religioso ma lo vedono come un gioco, ma perche' i simboli cristiani no e le bambine musulmane possono andare a scuola col jihab?? O e' laico per tutti o per nessuno, babbeo.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 30/11/2019 - 16:49

Questa non è per non disturbare.. Già, già..

Ritratto di Lissa

Lissa

Sab, 30/11/2019 - 17:07

Sinistrati, avete rotte le palle con il vostro servile rispetto per le altre religione. Voi siete stati sempre atei, pertanto lasciate in pace il rispetto per le altre religione. Qui siamo in Europa, e l'Europa con tutti i difetti che ha e ancora cattolica, pertanto fuori dalle palle, chi si sente offeso del presepe o delle tradizione Natalizie, cambia paese.

manfredog

Sab, 30/11/2019 - 17:12

...ed io pensavo che in questo periodo l'influenza fosse molto contagiosa, ma in realtà mi devo ricredere, perché mi pare che l'idiozia lo sia molto ma molto di più!! mg.

cesare caini

Sab, 30/11/2019 - 17:21

Povera Italia come siamo caduti in basso !! Ci vogliono annientare !

ilrompiballe

Sab, 30/11/2019 - 17:33

Il presepe a scuola non l'ho mai visto. Lo ricordo in chiesa e a casa mia, dove tuttora lo faccio. Altrettanto dicasi per le recite, che nei miei ricordi si facevano nel cinema-teatro dell'oratorio. Comunque trovo alquanto pretestuoso il "rispetto per le altre religioni (leggi Islam)" dal momento che il Natale è (dovrebbe essere) un momento unificante (lo era persino in guerra). Ma all'ignoranza non c'è limite.

caren

Sab, 30/11/2019 - 17:51

pilandi, lo Stato è una cosa e la credenza popolare un'altra, che si osserva da millenni. E' una questione di principio. Poi c'è il solito sognatore solitario che qui ha detto la frase n° 3. Le ha catalogate.

Capricorno29

Sab, 30/11/2019 - 17:59

Se agli immigrati da noia il presepe si trasferiscano in un paese musulmano nessuno li tiene per forza .....le nostre tradizioni sono sacre mettettevolo in testa

GiovannixGiornale

Sab, 30/11/2019 - 18:01

Sono per l'eliminazione dell'effetto civile di tutte le festività religiose. Tutti a scuola e al lavoro a Natale, Pasqua e qualsiasi festa comandata. Riposo solo il 25 aprile e il 1 maggio. Il resto dell'anno studiate e lavorare. Punto.

d'annunzianof

Sab, 30/11/2019 - 18:04

Accog1ioni puntualissimi come un treno svizzero, a martellarsi le pa11e

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 30/11/2019 - 18:06

Ma BASTA con questo disturbo alle altre religioni,che in realtà è una sola "ISLAM" perchè delle altre il popolo dei kompagni non ha interesse a parlarne.Se la vogliamo chiamare religione,mentre quello che interessa ai komunisti sono i voti e BASTA.!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Sab, 30/11/2019 - 18:17

Tra un decennio qualsiasi riferimento alla religione cattolica sarà fuorilegge per non offendere le Superiori Culture profumate d'aglio.

Giorgio Rubiu

Sab, 30/11/2019 - 18:31

Per non offendere le religioni altrui dobbiamo eliminare la nostra? Dobbiamo sempre piegare il capo e chiedere scusa per essere Cristiani? Al diavolo! Se le altre religioni si sentono offese dalla nostra,se ne tornino a casa loro;ma ho l'impressione che non siano tanto gli appartenenti alle altre religioni che si lamentano della nostra;penso, invece,che si tratti di un nostro eccesso di servilismo nei loro confronti.Quando proibiremo ai salumieri di non venderci più Soppressa, Cotechino, Zampone, Braciole e Puntine di suino? Quando,per non offendere le altre religioni,ci autoimporremo di abbattere cattedrali e chiese? E,sia ben chiaro,che lo sto dicendo da Libero Pensatore o,se preferite,da Ateo!

Ritratto di nordest

nordest

Sab, 30/11/2019 - 18:34

Povera italia in che condizioni siamo messi ; ormai che ci siete piegatevi a 90 gradi così i mussulmani godono di più ,tra non molto il nostro paese sarà l’Africa del nord .

Ritratto di nordest

nordest

Sab, 30/11/2019 - 18:37

Da non dimenticare questo è un paese ad alta intensità comunista; forse non serviva dirlo .

Ritratto di navajo

navajo

Sab, 30/11/2019 - 18:39

Se la scuola è laica , caro il mio trinariciuto, come mai non si lavora il 25 e il 26 dicembre, Natale e Santo Stefano, festività religiose?

giovanni61

Sab, 30/11/2019 - 18:41

penso sia abbastanza semplice : i genitori iscrivano i figli in un'altra scuola in tal modo questa verrà chiusa e amen.

Divoll

Sab, 30/11/2019 - 18:47

Chi sono le insegnanti per prendere queste decisioni?! Meriterebbero di essere allontanate dalle scuole, arrecano solo danno alle nuove generazioni (e lo dico da non credente), spogliandole delle tradizioni nazionali per un mal concepito "rispetto delle minoranze". E il rispetto delle maggioranze dove lo mettiamo? Messaggio antidemocratico. Meritano il licenziamento.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 30/11/2019 - 18:55

Solo provocazione, come i dispettucci dei bambini. Lo sappiamo che a loro che ci sia o non ci sia non gliene frega niente, ma solo che a Salvini e alla dx piace il presepe, ecco fare il contrario. A quell'età ai bambini piace il presepe anche delle altre religioni. Pensare che il Vaticano e la sx dovrebbero viaggiare insieme, eccovi accontentati. Ma a Bergoglio glielo dicono?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 30/11/2019 - 19:01

CHE LO FACCIANO A CASA ORAMAI LE SCUOLE EGLI UFFICI SONO CONTROLLATI DALLA PSICOPOLIZIA DEL NUOVO ORDINE MONDIALE, CHE DECIDONO OGNI ANNO AL BILDEMBERG COSA FARE DELLE GENTI E DEI GOVERNI. SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI ANZI VI SCRIVONO E PUBBLICANO ANCHELA LISTA DEI PARTECIPANTI, OVVERO LE MARIONETTE TELECOMANDATE

maxxena

Sab, 30/11/2019 - 19:02

Se si tratta di rispetto valga per tutti; presepe quindi si faccia, ma si facciano anche rappresentazioni o usanze delle altre religioni. Senza imposizioni, cercando anzi di ricavare da questo un arricchimento culturale e uno scambio che può portare solo accrescimento e pace. Chi vieta il presepe e chi non accetta i riti delle altre religioni è un fazioso nemico della pace e della vera integrazione (integrazione e non l'esodo forzato e imposto per pura politica)

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 30/11/2019 - 19:04

Ma non vedete che non sanno nemmeno loro per che cosa si deve togliere il crocefisso ed il presepe? Uno dice perchè la scuola è laica, un altro perchè offende le altre religioni. Lo fanno solo per fare un dispetto, altro non è. Devono colpire in ogni modo, per fare vedere la loro supremazia. Ma un cicinin di olio di ricino glielo vogliamo ricordarglielo? Sarà la stitichezza che li fa ragionare in quella maniera!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 30/11/2019 - 19:06

@cape code. Esatto!

aswini

Sab, 30/11/2019 - 19:29

carissima dirigente, mi dia un solo esempio che nei paesi islamici viene rispettata la nostra religione. BRUTTA ROBA LA PERDITA DI NEURONI PREPOSTI AL RAGIONAMENTO LIBERO

necken

Sab, 30/11/2019 - 19:29

perchè il presepe offende l'Islam? o perchè abbiamo la coda di paglia?!

nunavut

Sab, 30/11/2019 - 19:29

@ pilandi 14:10 Ok però io pretendo che possa avere la carne di maiale come é sempre stato alla mensa delle scuole e non proibirla per seguire i dogma di una religione,sei d'accordo? quello che é buono per pitou é altrettanto buono per minou.

jekill

Sab, 30/11/2019 - 19:38

VOGLIO IL PRESEPIO, SENZA SE E SENZA MA, SE A QUALCUNO NON VA BENE SE NE TORNI DAL BUCO DI CxxO ISLAMICO DA CUI E' VENUTO AD INVADERCI. SIAMO CRISTIANI E NON CEDEREMO ALL'ISLAM RELIGIONE DELL'ODIO

jekill

Sab, 30/11/2019 - 19:40

SAN FRANCESCO HA ISTITUITO IL PRESEPE E LE NOSTRE TRADIZIONI NON SI TOCCANO.

Garganella

Sab, 30/11/2019 - 19:45

Però, scusate cari sinistri, perché mercoledì 25 non lo considerate un giorno qualsiasi e non andate a lavorare invece di tagliare il panettone in famiglia? Se non farete così siete dei perfetti ipocriti opportunisti.

ziobeppe1951

Sab, 30/11/2019 - 19:50

Vedrete che le pantegane rosse pretenderanno aule per bambini ed aule per bambine...sempre nel nome del laicismo...ROSSO

utherpendragon

Sab, 30/11/2019 - 20:16

hanno spiccato provvedimento di espulsione anche per un signore con lunga barba bianca, vestito di rosso con un sacco pieno di non si sa che cosa; ci sono seri dubbi che sia un terrorista integralista. Ai domiciliari invece, per l'età avanzata, una anziana runner che guidava una scopa senza bollo né assicurazione.Per il presepe si ricorda che la famigliola è ebrea, quindi pericolasamente vicina al sionismo israeliano.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 30/11/2019 - 20:22

Il Bambin Gesù è venuto sulla Terra per redimere i peccatori ... qualcuno o si pente di aver peccato o si bea nel perseverare peccando.

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Sab, 30/11/2019 - 20:27

Se si volesse veramente avere rispetto degli studenti di altre religioni, bisognerebbe abolire l'insegnamento della religione cattolica nelle scuole dell'obbligo e in quelle superiori. Riguardo al presepe, è noto come molti musulmani siano favorevoli al loro allestimento a scuola, considerando che, nella religione islamica, Gesù è considerato un profeta. Il Natale festeggerebbe quindi, per l'Islam, la nascita di un Profeta.

celuk

Sab, 30/11/2019 - 20:58

se non era deficiente non poteva diventare preside.

routier

Sab, 30/11/2019 - 20:58

Una volta il cretinismo era in larga parte una sindrome senile. Adesso pare di eziologia molto più ampia.

nino49

Sab, 30/11/2019 - 21:07

"5 Il Signore vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che ogni disegno concepito dal loro cuore non era altro che male. 6 E il Signore si pentì di aver fatto l'uomo sulla terra e se ne addolorò in cuor suo. 7 Il Signore disse: «Sterminerò dalla terra l'uomo che ho creato"

Ritratto di ohm

ohm

Sab, 30/11/2019 - 22:04

col cavolo.....il mio Gesù per me è il figlio di DIOper cui non rompetemi le palle....Io non accetto che il mio Gesù sia declassato a profeta .....CHIARO! mSe i mussulmani anno dei problemi relativi al presepio alla carne di maiale e ai cani se l risolavo tra di loro e non vengano qui a dettare leggi.....per me possono ritornare tranquillamente al loro paese!

apostrofo

Sab, 30/11/2019 - 23:51

E' più facile che noi rispettiamo (ripeto: rispettiamo, non adottiamo) la loro religione se loro rispettano la nostra. Praticare la propria, a casa propria, è pieno sacrosanto profondo diritto di ogni popolo, quella che sia. La pretesa accondiscendenza "forzata" (per non chiamarla diversamente), o il divieto di praticarla, non aiuta l'integrazione, la ostacola. Chi è costui per vietare il culto cattolico o di altre religioni ?

vinnynewyork256

Dom, 01/12/2019 - 00:15

masochismo buonista e stupidità. andate via, traditori di risto. ippocriti..

Franz Canadese

Dom, 01/12/2019 - 00:47

Pilandi, Kompagno laico. La smetta di scrivere atroci sciocchezze! I Suoi Kompagni in questa squola (q voluta e purtroppo dovuta) semplicemente non vogliono sbattersi piu' di tanto. Sono menefreghisti lazzaroni, e ci marciano...

giac2

Dom, 01/12/2019 - 01:40

Ma per rispetto lasciano festeggiare il ramadan

GPTalamo

Dom, 01/12/2019 - 02:21

Tra l'altro, chi ha fatto il presepio nella foto non lo ha neanche saputo fare: il bue e l'asinello dovrebbero essere messi vicino a Gesu' bambino, non lontano, perche' la loro funzione era quella di riscaldarlo. Che poi sia una stalla o una grotta e' una distinzione che non importa: si sa che a quell'epoca i pastori ebrei usavano le grotte naturali come stalle per i loro animali.

zavier

Dom, 01/12/2019 - 07:42

Mi chiedo sempre in questi casi dove sono i genitori?

lolafalana

Dom, 01/12/2019 - 09:07

@ ziobeppe1951, non faccia l'agitatore, ha poco da scandalizzarsi, se quella del suo nick è, come immagino, la sua data di nascita allora ricorderà che alle scuole Elementari ma anche alle Medie le classi erano rigorosamente distinte tra maschi e femmine e la separazione valeva anche durante la ricreazione, quindi di che parla...?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 01/12/2019 - 10:27

@lolafalana esatto.