Movimento dei Forconi, la polizia si toglie il casco: ma non per solidarietà

Quello di Torino è parso un gesto di vicinanza verso chi protestava. Ma la Questura nega

Caos in tutta Italia per la protesta organizzata dal Movimento dei Forconi. Sembrerà strano ma l'attenzione dei media si concentra sui poliziotti impegnati nel servizio d'ordine a Torino. Qualcuno dice che si sono tolti il casco per solidarizzare con chi è in piazza per protestare. La notizia fa il tam-tam, grazie a internet e ai social network. Tutti si chiedono: ma sarà vero? Dopo qualche ora arriva la smentita, attraverso una nota della Questura di Torino: i poliziotti impegnati nei servizi di ordine pubblico si sono tolti il casco perché "erano venute meno le esigenze operative che ne avevano imposto l’utilizzo". Nessun gesto di solidarietà, dunque. Non è vero che gli agenti intendevano esprimere la loro condivisione della protesta. Tutto falso.

Eppure qualcuno aveva subito prestato fede alla voce che stava circolando. Uno di questi è un sindacalista, il segretario nazionale dell’Ugl Polizia di Stato Valter Mazzetti. Dopo aver fermamente condannato "gli atti di violenza e le vergognose aggressioni che alcuni criminali hanno attuato contro le forze dell’ordine a Torino", ha aggiunto quanto segue: "Condividiamo e plaudiamo al gesto di quei poliziotti che si sono tolti i caschi in segno di solidarietà con quella parte dei manifestanti che ha pacificamente mostrato il proprio disagio per la grave crisi che attraversa l’Italia. Riteniamo altamente simbolico - continua Mazzetti - il gesto degli appartenenti alle forze dell’ordine che si sono tolti i caschi perché ciò rappresenta la condivisione da parte dei poliziotti, in quanto cittadini in divisa, dei forti disagi che la crisi economica sta provocando alle famiglie italiane".

La versione ufficiale della Questura, però, non conferma quanto dichiarato dal responsabile dell'Ugl.

Commenti

ludovik

Lun, 09/12/2013 - 19:16

complimenti a coloro che si sono tolti il casco sono ad esempio per tutti.

Ritratto di cape code

cape code

Lun, 09/12/2013 - 19:17

Si, si...secondo me ancora non si rendono conto di quanto gli italiani ne abbiano le palle piene...

vince50

Lun, 09/12/2013 - 19:52

Credo che la questura abbia vergognosamente mentito,le forze dell'ordine non credo siano esenti da averne le palle piene del sistema che ci ammazza giorno dopo giorno.

mares57

Lun, 09/12/2013 - 20:29

Avevano caldo? Pensavo che il giornale non fosse così ipocrita.

pancito

Lun, 09/12/2013 - 23:50

Condividiamo e plaudiamo al gesto di quei poliziotti che si sono tolti i caschi in segno di solidarietà con quella parte dei manifestanti che ha pacificamente mostrato il proprio disagio per la grave crisi che attraversa l’Italia. NON CI CREDO ANCHE PERCHE' QUALCHE SANPIETRINO VAGABONDO PUO'SEMPRE COLPIRE SE L'AZIONE DEI POLIZZIOTTI NON E'LEALE.

Giorgio5819

Mar, 10/12/2013 - 00:21

Grandissimo gesto da uomini, chi se ne frega se la questura nega, dichiarazioni di facciata, e fanno bene, se no finisce anche che gli levano i quattro soldi che prendono, avanti così !

manente

Mar, 10/12/2013 - 00:22

I forconi non c'è l'hanno con i poliziotti, i quali sono figli di gente come loro, ma con letta e napolitano, che al riparo nel palazzo, tramano contro i cittadini e la nazione in cambio del guiderdone che i padroni della finanza concedono ai loro famuli.

Ritratto di italiota

italiota

Mar, 10/12/2013 - 00:24

i poliziotti sono prima di tutto cittadini italiani come tutti noi, e finalmente iniziano a capire anche loro che non si può semmpre andare contro il popolo che protesta per i propri diritti, un popolo rovinato da una classe politica avida e imbelle

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 10/12/2013 - 00:41

Se il responsabile del sindacato viene smentito dalla Questura non fa che confermare l'esistenza di una grande confusione a livello dirigenziale. BASTA VEDERE COME SONO STATE GESTITE IN VAL DI SUSA LE MANIFESTAZIONI PER CAPIRE CHE PIU' DI QUALCUNO, AD ALTO LIVELLO, NON VUOLE CHE VENGANO STRONCATE. Gradiremmo sapere chi si permette di TRATTARE IL NOSTRO PAESE IN QUESTO MODO CRIMINALE.

Ritratto di lucianaza

lucianaza

Mar, 10/12/2013 - 00:50

forse non solidarizzano però anche a Firenze ho visto che ascoltano le ragioni dei manifestanti, anche perché sono ragioni ragionevolissime, vogliamo negare che in Italia ci sono dei problemi di sopravvivenza? vogliamo negare che il governo italiano si occupa solo di altri Paesi e vogliamo negare agli italiani di lottare per se stessi? Mi sembra assurdo che i ministri del governo pensino che noi dobbiamo incassare bastonate senza protestare, mi sembrano cretini!

Follia

Mar, 10/12/2013 - 01:35

Mi dispiace deluderVi, ma una nota congiunta dei Sindacati di Polizia hanno smentito la Questura. Adesso basta. Si è passato il limite. So che è difficile però cercate di mantenere un po' di dignità.

Pclaudio

Mar, 10/12/2013 - 03:32

La questura MENTE. Le forze dell'ordine hanno sfilato assieme ai manifestanti. Lo confermano le immagini (inequivocabili) e pure le dichiarazioni del segretario generale del Siulp, il sindacato di polizia: http://www.losai.eu/siulp-manifestazione-9-dicembre/ Io sono sempre stato un elettore di centrodestra, ma fossi nelle cosiddette "istituzioni", tutte, comincerei a preoccuparmi. La gente ne ha piene le palle del dissanguamento imposto dall'establishment dei venduti all'Europa.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 10/12/2013 - 06:09

ma che cazzo dici Raffaelo? o sei anche tu per il SISTEMA da conservare a oltranza? ne vedremo altri di gesti di condivisione della protesta! Sta finendo un ciclo politico e dio non voglia che la violenza prenda le piazze. Ma sono quelli come te che dicendo il falso remano contro una lotta che è sacrosanta!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 10/12/2013 - 06:37

Raffaello Binelli mi pare che qui come altrove tu stia facendo CONTROINFORMAZIONE. Pensavo che IL GIORNALE non ospitasse personaggi faziosi come te difensori di un sistema ormai marcio

rossini

Mar, 10/12/2013 - 08:05

Penoso il tentativo di arrampicarsi sugli specchi della Questura di Torino. Ho visto il filmato ed era un gesto di solidarietà bello e buono. Non dico che fosse sbagliato. Tutt'altro. Forse è l'inizio della fine. Forse è il segno della solidarietà che si va instaurando fra il Popolo, che manifesta contro una classe politica di oppressori, e le Forze dell'Ordine. Del resto si tratta di un film già visto. Grandi cambiamenti sociali hanno avuto inizio con la solidarietà fra Popolo e Polizia.

meloni.bruno@ya...

Mar, 10/12/2013 - 08:30

Vogliono minimizzare il gesto delle forze dell'ordine,invece è un gesto di solidarietà con il popolo perchè anche loro sono il popolo! Sono in contatto giornaliero con la realtà a differenza della casta politica che nega l'evidenza dei fatti.