Multa da 3mila euro per la pipì in strada. Il papà: "È assurdo"

Genova, il papà del liceale multato per aver fatto pipì in strada attacca: "Ha sbagliato, ma è assurdo che si siano presentati a casa mia"

Diecimila euro di multa per aver fatto la pipì non son facili da digerire. Soprattutto se si è costretti a pagare per gli errori del figlio, beccato a espletare i bisogni fisici nel centro storico di Genova alle tre di notte. Quel muro fuori da una birreria non era esattamente un bango, e così è scattata la sanzione disciplinare.

È stato il signor Giorgio a segnalare l'accaduto ai giornali. Ed ora ha deciso di venire allo scoperto: "uardi, volevo metterci una pietra sopra, pagare e non pensarci più - ha detto al Corriere - Ma alla fine non ho resistito e l’ho raccontato a un amico giornalista...Quando ho letto quella cifra ho pensato: si sono sbagliati. Non ci volevo credere". Il verbale è stato stilato da due carabinieri al figlio 19enne, all'ultimo anno di liceo. Giorgio aggiunge: "Mi sono consultato con due amici avvocati, un penalista e una civilista. Ho fatto vedere il verbale che si riferiva ad atti osceni in luogo pubblico e loro mi hanno sconsigliato di fare opposizione. Mi hanno detto: paga entro i sessanta giorni così godi della riduzione della sanzione e io ho pagato. Tremila e trecento euro, mi viene male ancora adesso".

Giorgio peraltro difende il suo figliolo. Usando la più classica e biblica delle parabole: "Chi non ha fatto pipì in strada almeno una volta, alzi la mano". In un primo momento il ragazzo non aveva detto niente al padre, pensando che i militari non sarebbero mai arrivati a stilare un verbale. E invece un giorni si sono presentati a casa per notificare la multa: "Così — dice il signor Giorgio — quando hanno suonato al portone e mi sono arrivati in casa due carabinieri per notificarmi qualcosa a proposito di mio figlio mi è venuto un colpo. Forse anche per questo, quando ho visto di cosa si trattava, non me la sono presa tanto con lui".

Poi aggiunge: "Non discuto. C’è una norma, è stata violata. Mio figlio ha torto. Però dico, solo lui deve pagare tremila euro per quello che si vede fare così sovente da persone a cui nessuno chiede conto di niente? C’è una sproporzione tra la trasgressione e la sanzione, uno squilibrio. La multa arriva a persone come me che vogliono essere in regola e pagano. Ma non c’è equità, non c’è omogeneità di trattamento".

Commenti
Ritratto di llull

llull

Ven, 21/04/2017 - 17:31

Io mi chiedo se questa non sia vigliaccheria. Sanzionare solo le brave persone, quelle che puoi facilmente identificare e che sicuramente non reagiscono; vedi quello che è successo proprio oggi alla Centrale di Milano dove un extraterrestre (extracomunitario non si può dire) ha reagito contro le forze dell'ordine in seguito ad un controllo. Nelle nostre città urinano e defecano in pubblico senza che nessuno muova un dito e poi se la prendono con un bravo ragazzo in stato di necessità impellente. Non è forse vigliaccheria? Voglio dire che se ci sono le regole, bisogna sanzionare indiscriminatamente TUTTI e non solo quelli che non ti creano problemi.

Ritratto di giordano

giordano

Ven, 21/04/2017 - 17:41

La prossima volta te la tieni stretta e non la fai fuori dal vaso.

Tarantasio

Ven, 21/04/2017 - 17:48

fanno i duri con chi gli paga lo stipendio ...

albero_a_cammes

Ven, 21/04/2017 - 23:07

Vergogna a questa "forza" di polizia, che omette di vedere cosa succede in ormai tutte le citta' italiane, e pur di portare un verbale in caserma, non esita a creare una situazione che ha dell'assurdo, se messa in relazione, appunto, a quanto succede e che e' sotto gli occhi di tutti.

Ritratto di GiovanniBagheria

GiovanniBagheria

Ven, 21/04/2017 - 23:22

Ci risiamo con la solita Italglia: forte con i cittadini normali e debole e cieca con i clandestini e i forti. Uno schifo.

Ritratto di Nahum

Nahum

Sab, 22/04/2017 - 00:09

Che cos'è un BANGO? E la " sanzione disciplinare" in che consiste? Forse usare il termine sanzione amministrativa o simile sarebbe stato più corretto ...

lento

Sab, 22/04/2017 - 07:34

I poliziotti non hanno niente da fare dalla mattina alla sera :Ecco il motivo percui li tengono a stipendio ridotto all'osso !

Aristide56

Sab, 22/04/2017 - 07:53

sanzione spropositata inflitta a pochissimi montante da rivedere al ribasso ma da sanzionare a tutti e chi non ha soldi lavori forzati perr stranieri espulsione .Cosi' sarebbe piµ giusto ;perr quanto riguarda il ragazzo che vada a lavorare per rimborsare i genitori

Ritratto di nando49

nando49

Sab, 22/04/2017 - 09:11

Se fosse stato extracomunitario clandestino avrebbe avuto il patentino di fare i propri bisogni dove voleva. Basta venire a vedere in molti giardinetti a Milano e in altre grandi città.