Multe, Cassazione: "Non è obbligatorio rivelare chi guidava auto"

La Cassazione: "Niente multa aggiuntiva se non si dichiara chi ha commesso l'infrazione"

Avete preso una multa che prevede la decurtazione di punti della patente - come ad esempio l'eccesso di velocità rilevato dall'autovelox o il rosso non rispettato - e non vi ricordate chi guidava? Non è più obbligatorio dichiarare chi era al volante al momento dell'infrazione.

Lo ha stabilito una sentenza della Corte di Cassazione depositata dalla Seconda sezione civile, che ribalta di fatto decenni di giurisprudenza.

Come racconta Repubblica, infatti, i giudici hanno riconosciuto al proprietario dell'auto che aveva presentato un ricorso "la facoltà di esonerarsi da responsabilità" nel caso non ricordi chi era alla guida della propria vettura quando è stato violato uno o più articolo del codice della strada.

Niente più obbligo, quindi. Ma ad una condizione: che venga dimostrata "l'impossibilità" di saper chi guidasse al momento dell'infrazione. Soltanto così si potrà evitare la sanzione pecuniaria aggiuntiva e di perdere punti in virtù di violazioni commesse da altri.

Commenti

kallen1

Gio, 19/04/2018 - 17:20

Se vogliamo davvero la prevenzione, come dovrebbe essere, e non la cassa facile, allora le infrazioni vanno contestate immediatamente e non dopo due o tre mesi!

vigpi

Ven, 20/04/2018 - 07:29

E' una sentenza per un fatto specifico e che non fa giurisprudenza. Con i verbali si continuerà a chiedere chi guidava al momento dell'infrazione altrimenti ulteriore multa da 200 euro. Per cambiare la norma ci vuole sentenza della cassazione a sezioni unite (e anche lì trattasi di indicazione) oppure cancellare la norma con sentenza della corte costituzionale.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Ven, 20/04/2018 - 08:45

permettetemi di dirmi che sono scettico..molto scettico.per far valere le ragioni,avvocati di spicco pagati ben di piu' di una multa..ecco il risultato finale

stefano751

Ven, 20/04/2018 - 10:01

E' assurdo pretendere dopo mesi di ricordare chi guidava l'auto, a volte durante il viaggio ci si alterna alla guida per non stancarsi, oppure si presta l'auto, ma non si sa dove la persona si sia diretta e se a sua volta ha prestato l'auto ad un'altra persona. E' ridicolo tutto questo. Ci sia una norma diversa. Basterebbe anche il silenzio-assenso. Se metti la multa a me e non comunico che guidava un altro, accetto di essere io a guidare.