Multe da record a Roma, 2mila al giorno in un anno 38 milioni incassati

Roma ha incrementato notevolmente le multe al giorno raggiungendo una media di 2mila multe giornaliere, un record assoluto aiutato anche dai nuovi dispositivi elettronici

Roma ha iniziato la sua battaglia contro gli autisti "irrequieti" e lo fa attraverso l'unico sistema disponibile: quello delle multe che ha fruttato alla capitale ben 38 milioni di euro l'anno scorso

Le entrate sono vera e propria linfa vitale per le casse del comune e per la società Atac, società dei trasporti capitolina gestita malamente negli ultimi anni e che soltanto ora si avvia ad un percorso di riforma. Su Il Messaggero si legge di quanto le contravvenzioni aiutino le casse pubbliche e di quanto la tecnologia stia facendo incrementare notevolmente il numero di multe che si possono fare in minor tempo e soprattutto con un "occhio elettronico" a tener d'occhio la viabilità romana. Oltre al classico vigile che passa e appone la multa sul cruscotto del malcapitato, a trainare il trend positivo di multe effettuate a Roma sono soprattutto i dispositivi elettronici: i rilevatori dei passaggi nelle Ztl, gli autovelox, o ancora i dispositivi montati sulle auto dei vigili urbani per rilevare le soste "selvagge" attraverso quello che viene chiamato "street control".

Il rovescio della medaglia, però, è che la capitale potrebbe incassare molto di più. Infatti, uno dei principali problemi è proprio che molti utenti della strada multati non pagano. Soltanto uno su quattro paga, e ciò non consente di fare previsioni a lungo termine che risultino confermate. Problema comune un po' a tutti, nel 2016 il Cgia di Mestre fece un'indagine da cui risultò che per un totale di 2,5 miliardi di multe emesse in Italia soltanto 1 miliardo fu effettivamente pagato. Situazione critica ma comune a tutti i comuni.

Nel frattempo Roma si prepara a dare un aumento alla tariffa sulle strisce blu andando a modificare, a seconda della zona, il rincaro dei prezzi.