Mykonos, muore 22enne italiana. Strangolata dal foulard su un quad

È rimasta uccisa dalla pashmina impigliata negli ingranaggi. La salma in patria già oggi

Già oggi potrebbe tornare in patria il corpo di Giulia Grasso, la 22enne siciliana morta a Mykonos, dove si trovava in vacanza.

La ragazza, da tempo residente nel quartiere napoletano di Fuorigrotta, è rimasta vittima di un incidente sabato. Sul sedile posteriore bordo di un quad, noleggiato per raggiungere il lato opposto dell'isola dove era in villeggiatura, è rimasta strangolata da un lungo foulard che portava al collo e che si è incastrato negli ingranaggi della moto a quattro ruote, guidata da un'amica.

Nulla da fare per lei. I soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare la sua morte. I medici hanno spiegato che a causare il decesso è stata la rottura dell'osso del collo. I famigliari della giovane sono stati subito avvertiti.

Commenti

Nadia Vouch

Lun, 12/08/2013 - 11:54

Questo è purtroppo accaduto più volte. Farei anche un appello a coloro che usano tenere le braccia fuori dai finestrini, o a lasciare che i bambini si sporgano da essi. E' molto pericoloso.

peppino strumbari

Lun, 12/08/2013 - 12:34

Nadia Vouch. Anch' io vorrei lanciare un appello: quello di essere liberato dallo stillicidio delle sue " perle di saggezza" che con tale e tanta dovizia lei, costantemente, ci ammannisce. Sia gentile si crei un blog, tutto suo, e vada ad imperversare altrove. Se dal caso.... grazie!

Nadia Vouch

Lun, 12/08/2013 - 13:35

Per #peppino strumbari. Bene, bene. Le do un consiglio: se non ha nulla di interessante e costruttivo da dire, eviti di commentare solo per dare addosso ad altri. Io mi esprimo come so. Se a Lei dà fastidio, poiché mi presento personalmente quando commento, mi salta nella lettura, ed è fatta. Perché, invece, non ci dice la Sua opinione su questo triste fatto? Saluti.

Silvio B Parodi

Lun, 12/08/2013 - 13:55

peppino strumbari perche' vuoi tappare la bocca a Nadia? guarda che in Italia esiste ancora #per adesso3 LA LIBERTA' DI ESPRESSIONE. oppure sei tu comunista?

Nadia Vouch

Lun, 12/08/2013 - 14:22

Per #Silvio B Parodi. La ringrazio per la "difesa". Tuttavia, l'intervento di @peppino strumbari è per me interessante. Se andiamo a esaminare, è vero che io intervengo diffusamente a commentare vari articoli. Ma lo faccio, né più né meno, come altri. Cosa, dunque, indispettisce di me alcuni? Il nome? Le frasi che dico? Per me, lo rimarco, è normalissimo esprimermi così. E' proprio il mio modo, non mi sforzo, non desidero apparire e nemmeno sovrastare altri. Mi dispiace che questa cosa non sia capita da alcuni, ma cerco di capire. Sono spontanea nell'esprimermi e sono una persona, fondamentalmente, timida e riservata. Da più di vent'anni seguo Il Giornale e quindi mi sento a mio agio con molti "amici", sia tra i giornalisti che tra i lettori, che tutti leggo se possibile. Quindi, so che l'uscita del signor peppino è infelice, ma allo stesso tempo credo offra una riflessione sul concetto di libertà che abbiamo. Cordiali saluti.

Homer Wells

Lun, 12/08/2013 - 14:50

@Nadia Vouch: sono con te. Leggo sempre volentieri i tuoi commenti non solo perchè in genere la penso allo stesso modo, ma soprattutto perchè sono equilibrati e sono rispettosi delle opinioni degli altri. Al contrario, quando vedo i nomi di gente che scrive solo per "buttarla in cagnara" mi limito a non leggerli. Dov'è il problema?

Nadia Vouch

Lun, 12/08/2013 - 15:13

Per #Homer Wells. Grazie. Ma, proprio per non rubare spazio a commenti su questo fatto tragico di cronaca, aggiungo: cosa ho detto nel mio primo commento, di sbagliato, riguardo ad alcuni comportamenti negligenti da parte di chi usa veicoli? Sapete che ci sono state persone alle quali è stato strappato un braccio in seguito ad un sorpasso? Un'automobile, un motorino, sono come armi se usate in modo improprio. Grazie a tutti, anche ai miei detrattori. Che ne dite di restare sul tema dell'articolo (anche per rispetto di ospitalità)? Cari saluti.

mariolino50

Lun, 12/08/2013 - 15:32

Nadia Vouch IO spesso non sono d'accordo con quello che dice, tipo la bufala del femminicidio, pure orribile parola come la straniera stalking, gli uomini in tutti i campi muoino ammazzati molto di più, compreso il lavoro, ma ha tutto il diritto di dire come la pensa, e anche io direi, anche se sinistro. Per il caso in questione questo è dovuto allo scarso senso del pericolo di voi donne, specialmente di chi non ha mai lavorato in amnbienti industriali, a chi lavora al tornio o a grossi trapani mai verrebbe in mente di mettersi la sciarpa,oltre ad essere severamente vietato come gli anelli e bracciali vari. Cose simili sono successe molte volte in passato anche con macchine scoperte, e sempre a donne con lunghe sciarpe svolazzanti, che si trasformano in cappio motorizzato. Sempre un pensiero alla giovane vittima e alla certamente disperata famiglia.

Nadia Vouch

Lun, 12/08/2013 - 15:48

Per #mariolino50. Grazie. Abbiamo in Italia una legge sulla sicurezza sul lavoro. Innumerevoli volte ho assistito al fatto che venga, aldilà della forma, disattesa nella pratica. Specialmente, ma non solo, nei cantieri edili. Non si può mettere un gendarme ad ogni angolo. Non si può mettere un Vigile, o un Poliziotto o Carabiniere ad ogni angolo. Poi, non ci resta che piangere le vittime? Cari saluti.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Lun, 12/08/2013 - 16:10

il tragico dello svago, così definirsi l'evento, e non importa che teniamo quello che bada allo stile od al sentido, la tragedia si è verificata godendo appieno la libertà. Resta la cruda realtà.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 12/08/2013 - 16:34

Ora sarà chiaro a qualcuno il significato da attribuire all'aggettivo "apodittico": patetiche ovvietà che qualcuno, molto più brutalmente, ha definito : "perle di saggezza". Il dizionario della lingua italiana necessita, a volte,di un piccolo sforzo di interpretazione.

gneo58

Lun, 12/08/2013 - 17:46

azz - siamo sicuri della dinamica ? era una pashmina di 3 metri ?

Ivano66

Lun, 12/08/2013 - 18:16

peppino strumbari: e chi è lei che decide chi può intervenire o non può farlo?!?

Nadia Vouch

Lun, 12/08/2013 - 18:59

Per #Memphis35. Lei non ha il coraggio di nominarmi, vero? Questa storia del "apodittico" è una questione relativa a un commento di settimane fa, su tutt'altro argomento, fra lei e me. Sa il significato del termine "molestia"? No, non credo. Ci rifletta.

pb23745

Lun, 12/08/2013 - 21:31

i Qad come gli Aquascooter sono da vietare, sono un'offesa alla natura e uno sfregio alla civilta', soprattutto quando usati in paesi poveri dove per pochi euri viene permesso a strafottenti ricchi (poi non troppo ricchi a casa loro) di fare quello che qui non potrebbero mai fare e di mettere in pericolo la vita altrui. E non mi venite a dire che ognuno e' libero di fare quello che vuole della propria vita, uno stato deve proteggere tutti i suoi membri, oppure accettiamo il libero suicidio, l'eutanasia, etc. nel principio che ognuno puo' fare quello che gli pare della proria vita

Hilbert_Space

Lun, 12/08/2013 - 23:48

Beh, è morta come Isadora Duncan.

Ritratto di Annasamo

Annasamo

Mar, 13/08/2013 - 09:09

Niente mantello! Non toccherebbe a me decidere? Ti ricordi... Thunderhead? Alto, bell'uomo, creava tempeste, dolce coi bambini... No, scusa... 15 novembre 1958! Tutto bene, un'altra città salvata, quando il suo mantello si impigliò nella coda di un missile. Thunderhead non brillava certo per intelligenza... Stratogale! 23 aprile del '57! Il mantello risucchiato nella turbina di un aereo. Edna, non è giusto fare di ogni erba un fascio... Meta Man! Nell'ascensore rapido. Dynaguy, impigliato al decollo. Splashdown, risucchiato in un vortice. Niente mantello!

Nadia Vouch

Mar, 13/08/2013 - 09:28

Internet è mezzo magnifico. Siccome sono un tipo curioso, sono andata a vedermi i commenti sia del signor @peppino strumbari, che quelli del signor @Memphis35, su altre testate. Pare che io non sia l'unica a imperversare con i miei commenti, peraltro tutti concentrati solo su Il Giornale. A differenza di questi signori, così impegnati a tapparmi la bocca, per motivi ovvi visti appunto i loro commenti diffusi in rete, non pretendo che tutti la pensino come me. E, mai insulto o molesto chi ha idee diverse dalle mie. Mi scuso con la signora Luisa De Montis, che ringrazio per la pazienza.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 13/08/2013 - 10:42

#Nadia Vouch. "A differenza di questi signori, così impegnati a tapparmi la bocca..."? Suvvia,non scherziamo. Mai e poi mai vorremmo privarci dei suoi commenti. I suoi "aurea dicta" sono secondi solo a quelli di Catalano di "Quelli della notte". E scusi se è poco. Sempre, logicamento nello spirito del "libero commento". Altro che molestia.

Nadia Vouch

Mar, 13/08/2013 - 11:14

Per #Memphis35. A differenza sua, io esprimo mie opinioni su fatti. Lei invece, esprime giudizi morali sulla mia persona. La differenza è abissale. Comunque, sa, non creda che le persone non capiscano. Lei attacca chiunque non la pensi come lei: animalisti, persone che accettano l'omosessualità, donne emancipate. Ci tiene anche molto a far sapere a tutti chi lei era (ed è) professionalmente, come se il resto del mondo dovesse chinarsi ai suoi piedi. Ecco, in questi pochi punti posso riassumere i contenuti di decine di suoi commenti. Prima di giudicare altri, si rilegga.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 13/08/2013 - 15:03

#Nadia Vouch. Dopo averLa letta mi sono precipitato a verificare, in casa, la presenza di mia moglie. Per escludere con certezza che non si trovasse, invece, nella sua bella città. Intenta a dettarLe i passaggi particolareggiati della Sua sfuriata. Che spavento! Ma, forse, certi segmenti di DNA vengono replicati con una certa frequenza nel genoma femminile. Ben triste la vita senza quattro sane risate...

Nadia Vouch

Mar, 13/08/2013 - 16:06

Per #Memphis35. Che c'entro io con sua moglie? Non ho nessuna sfuriata, perché lei mi è indifferente sul piano intellettuale e cerco solo, se non l'avesse ancora capito, di farle capire che si sta comportando da cyberbullo. Lasci perdere i discorsi sulle donne, proprio lei che, in uno dei suoi innumerevoli commenti, ha definito il seno femminile come un trenino elettrico, ossi qualcosa per i bambini, con cui ci giocano gli adulti. Ma di "chicche" sue ne ho trovate molte in giro. Vada a rileggersele e rida, da solo, specchiandosi.