Né razzisti né illiberali

Caro direttore,

questa volta si è davvero esagerato. Non si può mettere in dubbio sulla base del voto al Senato relativo alla mozione che ha come prima firmataria Liliana Segre - la nostra e la mia personale coerenza su un tema di straordinario valore morale e civile come l'amicizia con il popolo ebraico e lo Stato d'Israele.

Non si può far finta di dimenticare la nostra radicale opposizione ad ogni forma di antisemitismo vecchio e nuovo, un pericolo che io stesso tante volte ho denunciato, ricordando che l'Olocausto è stato il male assoluto, sul quale non è tollerabile alcun revisionismo, negazionismo o sottovalutazione.

Su questi temi, e sulla nostra fermissima opposizione ad ogni intolleranza e ad ogni totalitarismo di destra come di sinistra, la nostra storia parla per noi.

Ho imparato questo valore, il grande valore della libertà, da mio padre, esule in Svizzera per non essere arrestato dai nazifascisti, e da mia madre che, incinta, rischiò la vita per sottrarre a un soldato nazista una donna ebrea destinata ai campi di sterminio. Li ho sempre affermati e richiamati in ogni occasione, voglio ricordare fra le tante il discorso che pronunciai da Presidente del Consiglio ad Onna, in occasione di un drammatico 25 aprile segnato dalla tragedia del terremoto. In quella città-martire ebbi a indicare come sfida suprema per le nostre generazioni «la lotta contro il terrorismo, la lotta contro l'integralismo fanatico e liberticida, la lotta contro il razzismo, perché la libertà, la dignità e la pace sono un diritto di ogni essere umano, ovunque nel mondo».

I nostri valori del resto sono quelli della Carta del Partito Popolare Europeo, che io personalmente fui chiamato a riscrivere ed aggiornare in occasione del trentennale della più grande famiglia politica europea.

Coerentemente con tutto questo, i governi che ho presieduto sono stati i più vicini ad Israele nella storia della Repubblica, e di questo mi hanno dato atto più volte sia il governo israeliano sia le Comunità della diaspora. Diverse volte sono intervenuto con il veto in Europa per bloccare risoluzioni ostili o non corrette nei confronti di Israele.

Ho proposto in più occasioni di accogliere lo Stato ebraico nell'Unione Europea, perché Israele e l'ebraismo sono parte integrante della nostra identità e delle nostre radici di europei. Alla senatrice Segre ho espresso e voglio ribadire la mia stima, la drastica condanna per le ignobili aggressioni di cui è stata oggetto, e il mio commosso omaggio alla straordinaria testimonianza storica e umana di cui è portatrice.

Noi eravamo e siamo favorevoli alla creazione della Commissione straordinaria per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, come proposto dalla senatrice Segre.

Il voto al Senato dove la sinistra aveva appena bocciato una nostra mozione contro l'antisemitismo e il razzismo verteva però su un altro tema: la mozione della maggioranza conteneva errori tecnico-giuridici dalle conseguenze preoccupanti, prefigurando l'introduzione di nuovi reati d'opinione e quindi sovrapponendosi in modo generico e confuso a norme già esistenti. Questo per noi liberali è inaccettabile. Il divieto di praticare, a incoraggiare, di propagandare il razzismo o la sopraffazione non può intaccare la libertà di opinione. Il confine è sottile ed è una delle questioni decisive della libertà e della democrazia.

Non può essere oggetto di improvvisazioni e di propaganda. Sulle questioni di libertà siamo intransigenti, perché ad Auschwitz si è arrivati proprio da una serie di crescenti limitazioni della libertà.

Stupisce e mi addolora profondamente che possa dubitarne proprio qualche persona che fa parte della nostra comunità umana e politica: con questo offende non solo me ma anche la sua stessa storia.

Commenti

K#B

Ven, 01/11/2019 - 20:02

infatti, solo insignificanti ed inconcludenti...

rosalba cioli

Ven, 01/11/2019 - 20:15

Bravo mille volte bravo Cav. Berlusconi, ogni sua parola è condivisibile da chi ama la libertà nella sua interezza, senza ipocrisie o pregiudizi, grazie per questa nuova grande presa di posizione!

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Ven, 01/11/2019 - 20:23

Preso un altro pesce! Anche colui che ha scritto la letterina riportato in questo articolo ha abboccato alla lenza del tranello antifascista. Parliamo dei problemi degli Italiani o dei tatuaggi della Segre?

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Ven, 01/11/2019 - 20:55

Ma quali ignobili aggressioni. Questa Segre ha un ego smisurato. Chiunque faccia politica si attira complimenti e invettive. Si dimettam, e nessuno parlerà mai più di lei, esattamente come era sempre successo fino a quando è stata nominata senatrice a vita.

lorenzovan

Ven, 01/11/2019 - 21:05

la storia si ripete..,.anche il fascismo nel 23 e 24 ebbe bisogno dei servi sciocchi per il suo listone unico

david71

Ven, 01/11/2019 - 21:23

Bah razzista non credo proprio dato che andava insieme ad una marocchina.... ma Berlusconi liberale proprio non si può dire!

Ritratto di Lp700

Lp700

Ven, 01/11/2019 - 21:39

Tu sei quello che ha messo nella costituzione il non poter indire un referendum su questa insulsa moneta chiamata euro, e dovrei credere a tutto il resto? ma ritirati che sei vecchio

Ritratto di Risorgeremo

Risorgeremo

Ven, 01/11/2019 - 21:45

Discorso alto e doveroso. Le persone amanti della libertà sono le più rispettose dei diritti di tutti, perché la libertà è possibile solo sulla base del rispetto dei diritti di tutti. Dire che si devono uccidere i gay, gli ebrei, i cristiani, i mussulmani, i fascisti o i comunisti è una manifestazione d'odio e di intolleranza da condannare, e per la quale già esistono leggi e tribunali. Dire che si è contrari alle adozioni da parte delle coppie gay, o che si ha in uggia il burka, sono manifestazioni di legittime opinioni che le pulsioni liberticide della sinistra o di mr. Zuckemberg intendono conculcare. La commissione Segre altro non sarà che squallida e pesante censura di parte. E come giustamente ed esattamente fa presente Berlusconi «ad Auschwitz si è arrivati proprio da una serie di crescenti limitazioni della libertà».

opinione-critica

Ven, 01/11/2019 - 21:57

Gli antisemiti, nell'ambito italiano, si trovano prevalentemente nella sinistra. Non si lasciano sfuggire occasione per attaccare Israele...purtroppo ci sono molti ebrei nella sinistra, non saprei dire se per convinzione o per quello che Freud chiamava istinto di thanatos. E' vero che il primo a liberare gli ebrei dai campi nazisti nella 2 guerra è stato Stalin ma poi...personalmente sono a favore degli israeliani e contro gli idioti antisemiti double face della sinistra

ST6

Ven, 01/11/2019 - 22:04

Praticamente il nulla.

ubaldociavaglioli

Ven, 01/11/2019 - 22:11

questa volta caro Cavaliere hai sbagliato perche' Ti sei lasciato condizionare dal fascista Salvini e dalla neofascista Meloni. Non Ti si riconosce piu'come un leader liberale e hai fatto il tipico discorso del razzista democratico amico di Israele. .. cio'e'davvero inccettabile ubaldo

Sceitan

Ven, 01/11/2019 - 22:51

Berlusconi, zitto che lo sappiamo bene che ti sei venduto l'Italia con tutti gli Italiani dentro per salvaguardare i tuoi affari e le tue aziende. Fino a ieri cianciavi del tuo desiderio di benessere dell'Italia e degli Italiani mentre trasferivi la sede legale delle tue aziende in Olanda, paradiso fiscale europeo. Purtroppo troppi fessacchiotti ti danno retta dopo questo e dopo che hai supportato e votato tutte le porcherie di Monti, Letta e Renzi.

zen39

Ven, 01/11/2019 - 23:30

Forse è uno dei pochi ad aver capito che questa legge è un tranello una lampante ipocrisia per mettere a tacere il dissenzo del popolo italiano contro il servilismo europeo e l'ondata di immigrazione che altro non è che commercio di schiavi a tutto beneficio della sinistra cattocomunista. Hanno talmente paura del completo disfacimento che si sono inventati anche questa str..... Il vero razzismo è quello dei comportamenti e delle azioni. Non volere gli immigrati non significa odiare i neri ma avere timore della loro espansione che è sacrosanto e sano sentimento di ogni popolo. Aiutare si essere sopraffatti no. Questo non è razzismo. Stanno andando fuori di testa.

nopolcorrect

Ven, 01/11/2019 - 23:43

Bravissimo Berlusconi. Ma oggi la sinistra cerca pretestuosamente di qualificare l'opposizione di Destra come razzista, fascista, xenofoba etc.Fortunatamente gli Italiani sono intelligenti e votando in massa a Destra dimostrano di non cadere nel ridicolo tranello dei sinistri per i quali anche un Churchill o un De Gaulle sarebbero dei fascisti.

mcm3

Sab, 02/11/2019 - 05:18

Ha obbedito in silenzio ai dictat di Salvini ed ora cerca di inventare scuse e mischiare le carte, non solo si sono astenuti, ma sono anche rimasti seduti quando c'e' stato l'applauso, laconferma che non conta piu'niente che per sopravvivere deve solo obbedire a Salvini

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 02/11/2019 - 05:24

@lorenzovan - nel 17 in Russia col comunismo, niente liste, imposizioni e basta. Quale dittatura è stata più nefasta e assassina? Fai bene i conti. Se tu fossi nato dall'altra parte, parleresti in modo contrario. Se tu fossi normale, appunto. Se tu fossi invece intelligente non te l ofaresti spiegare, se tu fossi intelligente, ma tant'è, ti teniamo così. Tempo per farti studiare non ne abbiamo.

mcm3

Sab, 02/11/2019 - 06:07

Ne razzisti, ne illiberali, fautori del PPE, ma che ci fai con Salvini ?? ma non siete voi che parlate di inciuci ??

fraved

Sab, 02/11/2019 - 06:16

Ottimo intervento

Morion

Sab, 02/11/2019 - 07:47

Ma finindela e ritirati!