Napoli, Comune partecipa a evento No Vax. L'Ordine dei medici protesta

"Sono scioccato nel verificare una così forte partecipazione del Comune ad un appuntamento dequalificante e fuorviante come questo"

Non si ferma lo scontro in materia di vaccini. L’Ordine dei Medici di Napoli e Provincia ha fatto sapere che intende prendere le distanze dal convegno "Nuovi obblighi e libertà di scelta. Vaccini, Salute, Scuola e Costituzione" in programma nel capoluogo partenopeo."Nella locandina del convegno campeggia anche il logo del Comune di Napoli - si legge in una nota dell'Ordine - . Tra i partecipanti annunciati: il sindaco Luigi de Magistris, l’assessore Roberta Gaeta e l’assessore Annamaria Palmieri, oltre a Dario Miedico, quest’ultimo radiato dall’Ordine dei Medici di Milano per le sue idee contrarie all’impiego dei vaccini antinfluenzali che sono contrarie a tutto ciò che la professione medica deve rappresentare".

"Sono scioccato - ha dichiarato il presidente dell'Ordine Silvestro Scotti -nel verificare una così forte partecipazione del Comune di Napoli ad un appuntamento dequalificante e fuorviante come questo. È gravissimo che il Comune di Napoli abbia concesso il patrocinio ad un evento dichiaratamente No Vax".

"Il patrocinio del Comune di Napoli, che non è certo organizzatore dell’evento, viene sempre concesso per le manifestazioni di pensiero promosse dai cittadini e dalle loro associazioni, ad eccezione dei casi in cui gli eventi siano lesivi della dignità umana e dei principi fondanti della democrazia o a scopi di lucro", hanno replicato dal Comune di Napoli. "Abbiamo anche chiesto agli organizzatori che venissero invitati tutti gli interlocutori istituzionali e i rappresentanti di diverse posizioni della comunità scientifica".

"Il presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli fa sapere che l’Ordine non ha mai ricevuto alcun invito a prendere parte alla manifestazione, né tantomeno desidera riceverlo", hanno concluso dell'Ordine.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 02/11/2017 - 22:13

Giggino la peste colpisce ancora.

umberto nordio

Ven, 03/11/2017 - 07:03

Un indice di quello che é il livello di intelligenza dei nostri (ex) magistrati o politici.

Popi46

Ven, 03/11/2017 - 07:09

Dovrebbe essere vietato tassativamente fare propaganda ad attentati alla salute pubblica. E vabbè che in Italia abbiamo già conosciuto il siero di Bonifacio, la cura Di Bella e...non ricordo più chi altro,ma ormai siamo nel XXI secolo....

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 03/11/2017 - 07:23

Non era meglio proporre un evento NO GIGGINO!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 03/11/2017 - 07:40

È ora di smetterla di dire falsità cari medici. Sebbene vaccinarsi è una responsabilità sociale e civile che abbiamo tutti nei confronti della società, è altrettanto verro che chi si sottopone a vaccino ha diritto di sapere che diavolo gli iniettano e che il vaccino sia pulito. Rimando a più accurata e scientifica lettura a chi volesse verificare i contenuti nel documento del Prof. Montanari inviato recentemente al senato italiano. Cercate il pdf online e avrete le vostre risposte. Vaccini sì, ma puliti - altrimenti ne facciamo volentieri a meno. Basta mentire alla popolazione!