Napoli, spara alla ex e al compagno: anni fa l'omicidio della moglie

L'uomo ha ucciso la prima moglie il 25 gennaio del 1991. Per l'omicidio è stato condannato a vent'anni di carcere

Un uomo è stato arrestato per aver sparato all'ex moglie e al suo nuovo compagno vicino al tribunale di Napoli.Già 26 anni fa aveva ucciso la sua prima moglie.

Giuseppe Antonucci, pregiudicato di 54 anni, si stava separando dalla moglie. Dopo aver seguito la coppia, che stava andando a mangiare in un ristorante, ha prima affrontato l'ex coniuge Rosaria, 40 anni, sparandole alla testa. Poi ha mirato Antonio Fevola, un pregiudicato coetaneo della donna e suo nuovo compagno, che è stato ferito all'addome.

La donna è stata portata all'ospedale Loreto Mare, dove è ricoverata in gravi condizioni ma non in pericolo di vita. Il suo compagno è ricoverato all'ospedale san Giovanni Bosco, in condizioni più gravi, ma anche lui non in pericolo di vita.

Poi Antonucci si è allontanato, ma la polizia lo ha subito identificato e un agente del commissariato Ponticelli è riuscito a contattarlo telefonicamente e a convincerlo a costituirsi.

L'omicidio nel 1991

Era il 25 gennaio del 1991 quando Antonucci accoltellò e uccise la prima moglie, Loredana Esposito. Per quell'omicidio, avvenuto nel rione Luzzatti del capoluogo partenopeo, l'uomo venne condannato a vent'anni di carcere il 2 febbraio del 1993. Al momento dell'omicidio, al culmine di una lite nella casa in cui la coppia viveva, aveva anche ferito il cognato e la suocera.

Commenti

Il giusto

Gio, 12/01/2017 - 19:54

Italiani,brava gente....