Napoli, in tangenziale contromano: due morti

Nell'incidente sono morte due persone e l'autista della Renault Clio è risultato positivo all'acoltest

Terribile incidente sulla tangenziale di Napoli. Una Renault Clio con a bordo due persone ha percorso contro mano circa 5 chilometri della tangenziale. E così dopo la folle corsa è arrivato il tragico impatto. La Renault Clio si è scontrata con una Fiat Panda. Il conducente, un uomo di 48 anni è morto sul colpo. È rimasta gravemente ferita invece la ragazza che viaggiava sul posto passeggero della Clio. Dopo la corsa in ospedale, la ragzza è deceduta al Cardarelli. Ferito invece il conducente della Clio che imboccato la tangenziale contro mano.

L'uomo è risultato positivo all'alcoltest. La concentrazione di alcol nel sangue del conducente della Clio, che ha provocato il grave incidente stradale, è risultato di gran lunga superiore ai limiti consentiti dalla legge.
Sono in corso, da parte degli agenti della Sottosezione della Polizia Stradale di Fuorigrotta, ulteriori accertamenti volti a verificare lo stato psicofisico del conducente della Renault Clio ed in particolare se lo stesso avesse fatto uso di sostanze stupefacenti. Acquisite le immagini registrate dalle telecamere presenti sulla tangenziale per la ricostruzione della dinamica dell'incidente.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Sab, 25/07/2015 - 19:52

cxxxo proprio quello che doveva morire sul colpo si è salvato! maledetto

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 25/07/2015 - 23:06

Ammesso che un "dante causa" simile vada all'inferno ritengo che i diavoli scapperanno appena questi varcherà la soglia dell'inferno ... sai che botta se scoppia tutto l'alcool impregnato.

Ritratto di zocchi

zocchi

Sab, 25/07/2015 - 23:14

tanto con questi gidici 18 mesi senza patente e 2 anni con la condizionale

paolonardi

Sab, 25/07/2015 - 23:23

Ci sarebbe un bellisimo dispositivo che impedirebbe l'entata in contromano su qualsiasi strada: si trattadi una serie di punte che, se prese nella giusta direzione, tirntrano dotto il c manto stradale, se prese in qualsiasi altra maniera squarcerebbero le ruote obbligando il conducente a fermarsi. Una soluzione semplice ed efficace, ma al di sopra dell'intelligenza dei burocrati incapaci.

franco-a-trier-D

Sab, 25/07/2015 - 23:35

DIO HA FATTO GIUSTIZIA.

franco-a-trier-D

Sab, 25/07/2015 - 23:36

LA RAGAZZA è MORTA IN UN CESSO DI OSPEDALE.

Royfree

Dom, 26/07/2015 - 04:48

Fossi uno dei figli del poveretto morto andrei a trovare all'ospedale il povero conducente. Magari trova pure quegli imbecilli idioti dei genitori che l'hanno educato.

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Dom, 26/07/2015 - 07:43

E la legge per l'omicidio stradale che ci avevano promesso ?

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 26/07/2015 - 08:02

Basta guardare le facce di quei due, specialmente l'autista, che purtroppo, è ancora tra noi.

precisino54

Dom, 26/07/2015 - 09:13

X zocchi; perché tu pensi che simile "pendaglio da forca", per dirla con gli autori dei libri di cappa e spada, si farà problemi a guidare senza patente? Comunque visto il numero di piercing, probabilmente per bilanciare il peso di quelli applicati hanno dovuto togliere quel minimo di cervello che aveva avuto in sorte.

precisino54

Dom, 26/07/2015 - 09:17

X paolonardi; probabilmente il dispositivo che pensi potrà essere vantaggioso nei casi di distratti che non sanno neanche capire il senso delle indicazioni stradali, ma forse estremamente pericoloso per gli utenti delle due ruote nei casi di scivolate; naturalmente la tua soluzione dovrebbe essere istallata in ingresso e non ad intervalli regolari su tutto il territorio; in questo caso quindi sarebbe stata del tutto inutile visto che trattasi di azione chiaramente deliberata. Né è ipotizzabile altro dispositivo che impedisca la guida a chi è alterato, come per le cinture di sicurezza che spessissimo vengono allacciate dietro al sedile.

precisino54

Dom, 26/07/2015 - 09:18

X franco-a-trier-D; ahimè, senza voler essere blasfemo, direi che nel frangente si era distratto: le vittime sono i più incolpevoli! A meno di non pensare che questa stro.zo porti in eterno il rimorso di quanto fatto, cosa che ritengo proprio improbabile.