Nasconde una pistola nella culla della figlia

La scoperta degli agenti. Finisce in manette un 23enne a Salerno, l'arma risultava avere la matricola abrasa

Nasconde una pistola tra le lenzuola della culla della figlioletta ma l’escamotage non inganna le forze dell’ordine: l’arma finisce sotto sequestro e lui, invece, in manette.

La scoperta porta la firma degli agenti della Squadra Mobile in servizio presso la Questura della città campana che hanno arrestato il giovane, già noto alle forze dell’ordine, e sequestrato l’arma. Tutto è partito da una perquisizione nell’abitazione del ragazzo da parte dei poliziotti della Mobile della sezione Narcotici. Quando si sono presentati in casa sua, il 23enne ha tentato di nascondere qualcosa. Ma i poliziotti si sono accorti delle mosse sospette del giovane.

Così i tutori dell’ordine hanno scoperto che tra le lenzuola della culla della figlioletta, il 23enne aveva nascosto una pistola di fabbricazione dell’Est Europa, di marca Zastava M57 Tokarev. L’arma, inoltre, era corredata dalle sue stesse cartucce.

Un primo esame sulla pistola ha rivelato che la matricola dell’arma risultava essere stata abrasa. Per gli agenti, dunque, non c’è stato altro da fare che procedere all’arresto del 23enne. Il salernitano adesso dovrà rispondere delle accuse di detenzione illegale di arma comune da sparo clandestina e di ricettazione. Dopo l’espletamento delle formalità di rito, l’uomo è stato trasferito presso la casa circondariale di Salerno Fuorni dove resta a disposizione per i provvedimenti del caso dell’autorità giudiziaria.

Le indagini, ora, sono focalizzate a capire i motivi della presenza in casa del giovane dell’arma e se questa sia stata utilizzata, ed eventualmente da chi e in quale occasione, per compiere delitti di sorta.

Continuano, dunque, gli sforzi incessanti delle forze dell’ordine per combattere il fenomeno delle armi clandestine, o abusivamente detenute, in tutta la Campania. Solo qualche settimana fa, a Ottaviano in provincia di Napoli, finì in manette un 32enne accusato di aver tentato di disfarsi di una pistola. L’uomo, che fu arrestato dai carabinieri, alla vista dei militari, aveva tentato di abbandonare una Walther 7,65 in una fioriera per strada. Il suo escamotage, però, fu scoperto e l’arma venne sequestrata. Prima ancora, a settembre scorso, una pistola con matricola abrasa, corredata di alcune cartucce, fu scoperta e sequestrata in una macelleria di Pompei, in provincia di Napoli. A finire nei guai, in quell’occasione, fu un 28enne del posto che venne accusato di detenzione di arma clandestina.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?