Proteste anti Trump, arrestato attore protagonista di Transformers

L'attore americano Shia LaBeouf, protagonista di Transformers, ha aggredito una persona ed è finito in manette durante una protesta anti Trump organizzata a New York

Negli Usa non si placano le proteste anti Trump. Durante una di queste, a New York, organizzata fuori dal Museum of the Moving Image è stato arrestato l'attore americano Shia LaBeouf, protagonista dei film Transformers. Ha aggredito una persona che gli si era avvicinata gridando "Hitler non ha fatto nulla di sbagliato". Ne è seguita una colluttazione in cui LaBeouf avrebbe graffiato l'uomo, venendo successivamente arrestato. Poi è stato rilasciato.

Dal giorno della nomina di Donald Trump a presidente, LaBeouf ha dato vita a un'installazione permanente, che dovrebbe durare per i prossimi quattro anni, intitolata "He Will Not Divide Us"(Lui non ci dividerà, ndr), in cui una telecamera attiva 24 ore su 24 sarà a disposizione di chiunque voglia cantare la frase: "Lui non ci dividerà".

Diversi post sull'account Twitter di "HeWillNotDivideUs" hanno raccontato quello che stava accadendo, compreso il video in cui si vede il live della protesta e appare la scritta "Shia è stato arrestato dalla polizia di New York a causa di questo video #HeWillNotDivideUs #FreeShia".

Nel frattempo sempre a New York centinaia di persone hanno marciato contro la politica anti-immigrati di Trump, che ieri ha annunciato l'avvio in pochi mesi della costruzione di un muro lungo il confine con il Messico. "Dillo a voce alta, dillo chiaramente: gli immigrati sono qui per restare", cantavano i manifestanti si sono riuniti nel pomeriggio a Manhattan.

Tra i partecipanti, secondo quanto riferiscono i media locali, anche Afaf Nasher, direttrice esecutiva del Cair, il Consiglio delle relazioni islamico-americane di New York, che ha promosso la protesta. "Invece di costruire muri ciò che dobbiamo fare è abbattere le barriere. Invece di separare le famiglie, le dobbiamo sostenere".

Commenti

kingdavid

Gio, 26/01/2017 - 13:32

Avanti cosi' grande Donald....sei la nostra unica speranza contro il mondialismo mossonico di questa feccia "liberal" che di liberale non ha proprio nulla. Lunga vita a Tramp !!!!!

Ritratto di stufo

stufo

Gio, 26/01/2017 - 13:42

E questi vorrebbero esportare la democrazia nel mondo ?

chebruttaroba

Gio, 26/01/2017 - 14:02

Speriamo che in tutto il mondo presto ci siano governanti come Trump e che il mondo possa cambiare alla faccia degli idioti e degli imbecilli. Gli idioti facciano questi inutili video.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Gio, 26/01/2017 - 14:12

I sinistrati si assomigliano in tutto il mondo. Questa cutrettola potrebbe essere una delle nostre superrisorse democratiche " vabbè, amo da lottà contro trumpe, per la libertà, la democrazzia" ecc. Acne trascurata, capelli stopposi, alito da fogna, ammazza che ciofeca, aha aha...

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 26/01/2017 - 14:38

....sono qui per restare. Tutti? Pure gli indocumentati semiclandestini appartenenti alla bande sanguinarie dedite allo spaccio, furti, rapine, risse, accoltellamenti, assassini, sparatorie, regolamenti di conti sospesi. E ce ne sono a centinaia di migliaia, sopratutto in Californa, New Mexico e Texas. Pure loro? Era di questi individui ai quali si riferiva Trump. C'é una differenza tra clandestini ed indocumentati. Secondo le leggi USA il clandestino é quello che entra saltando la rete. L'indocumentato é quello che entra con visto provvisorio e ci resta. Entrambi, trovano un lavoro e pagano le tasse dimostrando di essere cittadini corretti. Trump non si riferiva a questi ultimi.

emigrante48

Gio, 26/01/2017 - 14:41

Cittá come New York e S. Francisco oramai racchiudono il mondo sinistropata e radical chic rappresentato da lesbiche, trans e gays e da attorucoli diventati famosi per alcuni anni e che ora si credono portatori di veritá e di cariatidi a fine carriera come De Niro, fascista fino a ieri e oggi improvvisamente liberal chic!! Due cittá che stanno diventando una fogna, visitatele e ve ne renderete conto.Rudy Giuliani aveva ripulito New York, l´attuale prefetto sinistropata la sta ridistruggendo!!

Jon

Gio, 26/01/2017 - 14:58

Non bisogna costruire muri, tanto noi distruggiamo interi Paesi senza che nessuno scenda mai in piazza.. Il Nobel ha 26.000 bombe sulla sua coscenza marrone...

cir

Gio, 26/01/2017 - 15:06

speditelo a guantanamo !!

glasnost

Gio, 26/01/2017 - 15:11

In America vige il sistena democratico. Ha vinto Trump perché gli americani vogliono Trump. Questi sfaticati devono rassegnarsi ed andare a lavorare.

nerinaneri

Gio, 26/01/2017 - 15:18

...w l'influenza...

Trinky

Gio, 26/01/2017 - 15:19

Ma questi non se ne dovevano andare tutti dagli USA in caso di vittoria di Trump? Mi ricorda una cosa del genere in italia detta da qualcuno in caso di sconfitta elettorale e da qualcun altro per la vittoria del NO....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 26/01/2017 - 15:37

I falsi democratici, quelli che aggrediscono. Buffoni.

Libertà75

Gio, 26/01/2017 - 15:40

si chiamano democratici, ma rispettano solo i risultati a loro favore... che mondo strano

roberto.morici

Gio, 26/01/2017 - 15:41

Mi ricordo di aver letto, sul retro della copertina di un di testo scolastico per liceali, che il Muro di Berlino era stato edificato per evitare che i tedeschi occidentali si riversassero a Berlino Est. Mi sembra pure di ricordare che il Muro da costruire sulla linea di confine col Messico fosse stato iniziato da Clinton, il Presidente famoso per certe attenzioni di una segretaria.

Una-mattina-mi-...

Gio, 26/01/2017 - 16:27

ottimo!

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 26/01/2017 - 16:57

Una buona notizia è che tutti i protestatari stranieri che hanno fatto domanda per essere accolti negli USA e che vengono arrestati e individuati, vedranno la loro domanda stracciata e verranno rimpatriati.

lupo1963

Gio, 26/01/2017 - 17:50

Nel mio piccolo boicottero' ognuno di questi radical-chic . Non guardero' un loro film,ascoltero' una loro canzone,leggero' un loro libro. Neanche fossero il miglior film,la migliore canzone o il miglior libro.

Anonimo (non verificato)

ESILIATO

Ven, 27/01/2017 - 00:05

Grazie ad Obama vi e' posto a Guantanamo......mandiamoli tutti ai tropici in vacanza premio......

MaxSelva

Ven, 27/01/2017 - 09:38

quelli violenti, contro la liberta' di parola si fanno chiamare democratici. ed in nessuna maniera rappresentano il demos poiche' le statistiche danno un incremento di 7% dei favore degli americani a trump

batpas

Ven, 27/01/2017 - 12:44

La soluzione è la piu' semplice del mndo: Stop ai finanziamenti alle coop, alle onlus, ai sindacati, ai sindaci , agli organi che favoriscono e gestiscono l'immigrazione; il fenomeno si spegnerà da solo.

Ritratto di Aulin

Aulin

Ven, 27/01/2017 - 13:34

Shia LaBeouf è ebreo. Certo che se ad ogni provocazione uno dovesse graffiare il prossimo come una femmina isterica, non finiremmo più di menarci. Bei democratici questi qui comunque.

frapito

Ven, 27/01/2017 - 13:35

Non so più se sono più odiosi gli islamici integralisti o i democratici antidemocratici.

frapito

Ven, 27/01/2017 - 13:39

Non capisco perchè quasi tutti quelli che si scagliano contro Trump sono sempre i più grossi miliardari di Hollywood. Mai un operaio della Ford.